Strumenti

Tutti i tool gratuiti e low cost di cui non puoi fare a meno per lavorare sui social

Strumenti e app a basso costo da conoscere quando hai poco budget a disposizione o per ottimizzare gli investimenti di una non profit

Il numero di tool e app gratuite o a basso costo a disposizione dei Social Media Manager è sbalorditivo. Abbiamo raccolto alcuni strumenti che ti permetteranno di lavorare più agevolmente e con maggiore professionalità, anche quando il budget a disposizione è più ristretto.

Li abbiamo divisi per tipologia di attività:

  • per la gestione e il monitoraggio dei social media
  • per grafica, fotografia, fotoritocco ed editing video
  • per l’archiviazione, creazione, correzione e condivisione dei contenuti
  • per il report e statistiche
  • per il non profit
  • per organizzare il lavoro in team.

1. Gestione e monitoraggio

20161215-Penelitian-Orang-yang-Terlalu-Eksis-di-Socmed-Hidupnya-Tak-Bahagia

Bufferpermette ai Social Media Manager di pianificare i post sui social network, e di valutare quali sono gli orari migliori per postare i tuoi contenuti.

Chatfuel: è una piattaforma che permette di creare chatbot per Facebook Messenger, anche senza alcuna esperienza di codifica.

Ifttt: è un servizio di collegamento tra social network, accessori fisici e servizi di terze parti, e si basa su sistemi di azione-reazione. Consente di creare, attraverso gli Apllet (ricette) delle catene di comandi basati su questa filosofia, automatizzando e ottimizzando le tempistiche.

NameCheckrconsente ai Social Media Manager di verificare se il nome scelto per il proprio brand è disponibile, vagliando tra i 50 siti di social media più popolari.

Periscopeè un’app mobile connessa a Twitter che consente di trasmettere il live streaming degli eventi

RiteTagpermette di monitorare in tempo reale il rendimento degli hashtag della tua campagna. La dashboard mostra quante persone stanno usando il tuo hashtag su Twitter e Instagram e consente di tracciare gli hashtag di tendenza.

Snaptag Editorè uno strumento semplicissimo per creare Snapcode con logo e colori personalizzati.

Warfare: è un plugin per WordPress che serve ad aggiungere al tuo blog o sito dei pulsanti per la condivisione sui social. I pulsanti sono personalizzabili e forniscono analitycs e il conteggio delle condivisioni.

Squaredè un tool per gli appassionati di Instagram. Consente di stampare le foto di Instagram che più ti piacciono o di convertirle in magneti e poster.

2. Grafica e Fotografia

Tool per lavorare sui social
Canva: se lavori come Social Media Manager e hai bisogno di creare grafiche creative e personalizzate per ogni piattaforma, questo è il tool che fa per te. È semplice e intuitivo, e una volta usato non ne potrai più fare a meno (però non diciamolo ai grafici).

Creative marketè un marketplace online dove acquistare grafiche personalizzabili per gli usi più disparati, dal sito alle infografiche.

Creatives Without Bordersmette in connessione le organizzazioni non profit che hanno bisogno di competenze grafiche e di web design con creativi che sono disposti a fare il lavoro pro bono.

iStock: offre contenuti visivi di alta qualità sia gratuiti che a un prezzo contenuto.

GiphyGiphy Gif Maker, come suggerisce il nome, consente di creare facilmente Gif video animate e presentazioni con l’aggiunta di didascalie.

PabloPablo di Buffer è utile ai Social Media Manager per creare le immagini con le citazioni da scaricare o condividere direttamente sui social. È tutto spiegato nel video tutorial.

Piktochart: è uno strumento di progettazione di infografiche che consente di esportare immagini e Pdf in alta risoluzione.

Vecteezy: offre un’eccellente selezione di grafiche in formato vettoriale, gratuite e a basso costo, da utilizzare per creare inviti a eventi, post sui social media, grafiche per blog, e tanto altro.

3. Fotoritocco e video editing

Tool per lavorare sui social

Adobe Creative Cloud: per i più esperti, Adobe Creative Cloud Photography permette l’accesso a numerosi strumenti di fotoritocco Adobe, come Lightroom e Photoshop.

Layout: è un’app di Instagram che permette di combinare più foto in un’unica immagine, da salvare sul tuo rullino fotografico e condividere su Instagram o altri social network.

PicMonkey: è una piattaforma di fotoritocco facile da usare e che consente alle organizzazioni non profit di incorporare il testo nelle foto, applicare filtri e creare collage di foto tramite selezione e trascinamento.

Lumen5: converte articoli e post blog in contenuti video, da scaricare e condividere sui social.

PowToon: consente di creare animazioni video per presentazioni e progetti di video-storytelling.

Splice: permette di creare video personalizzati su iPhone, iPad o iPod touch. È possibile tagliare le clip, regolare le transizioni e incorporare il testo.

VivaVideo Proè un editor video che consente di tagliare e unire facilmente video e foto in nuove video-storie a cui aggiungere musica, adesivi, filtri e sottotitoli.

WeVideo: è una piattaforma di editing video facile da usare, basata sulla tecnologia cloud con una suite avanzata di strumenti creativi.

LEGGI ANCHE: Proviamo a immaginare come saranno i social nel futuro

4. Creazione dei contenuti

Tool per lavorare sui social

BrainyQuote: è una directory di citazioni che puoi usare per il web, la posta elettronica e i contenuti da postare sui social.

Bureau for Good: è una design agency che offre modelli economici per siti web di organizzazioni non profit.

Emojipedia: lo sapevi che l’utilizzo di emoji sui social media può aumentare l’engagement e, se utilizzi le emoji nelle email puoi incrementare anche i tassi di apertura delle mail? Con Emojipedia potrai copiare e incollare facilmente le emoji nei tuoi contenuti.

Eventbriteconsente di creare biglietti e pagine di registrazione professionali per eventi. È ideale anche per eventi di raccolta fondi.

Google Analytics: è un servizio di analisi web offerto da Google che traccia il traffico del tuo sito web.

Grammarlyper veri grammar nazi, Grammarly consente di caricare documenti per la scansione di errori grammaticali, che spaziano dall’accordo soggetto-verbo all’utilizzo degli articoli.

Html Editor: una volta che conosci le basi dell’Html, puoi scrivere il codice da zero o utilizzare un editor Html per generare facilmente tabelle, immagini e testo formattati.

W3Schools: conoscere l’Html di base è un’abilità indispensabile per i professionisti del marketing online. Strumenti come WordPress e MailChimp sono molto più facili da utilizzare se conosci le basi dell’Html.

Issuu: è una piattaforma online per la pubblicazione di riviste e report online.

Mapme: è una piattaforma web per la creazione, condivisione e l’integrazione di mappe online. La tua organizzazione non profit può utilizzare il servizio per visualizzare geograficamente l’organizzazione o i dati della campagna.

SlideShareconosciutissimo, è il più grande sito di condivisione di PowerPoint al mondo.

Wpbeginner: è una guida online per principianti, sull’utilizzo di WordPress per siti Web e blog.

Flipboard: è sia una app desktop che mobile e consente di curare e salvare contenuti online e le notizie pubblicate sul web. Puoi anche creare riviste tematiche e seguire le notizie più rilevanti in base ai tuoi interessi.

Pocket: come Flipboard, Pocket è sia una app desktop che mobile e consente di salvare contenuti online e classificarli per tag. Indispensabile.

5. Grafici e statistiche

Tool per lavorare sui social
Techreport: come le citazioni, anche le statistiche possono essere utili per il web, la posta elettronica e i contenuti da condividere sui social. Se cerchi un report aggiornato che esamini come le Ong di tutto il mondo utilizzano la tecnologia per coinvolgere i loro donatori e sostenitori Techreport.ngo è la piattaforma giusta.

GlobalWebIndex: offre infografiche sulle abitudini e sui trend dei consumatori digitali in tutto il mondo.

Internet Live Stats: traccia, in tempo reale, le statistiche su come viene utilizzato Internet, dal numero di siti Web alle e-mail inviate, dai post pubblicati sul blog agli utenti attivi sui social media, dagli smartphone ai tablet venduti, ecc.

6. Per il non profit

Tool per lavorare sui social

DoubleTheDonation: è un servizio che consente ai donatori di sapere se l’azienda per cui lavorano partecipa a un programma di matching aziendale.

GrantAdvisorconsente a chiunque sia parte della comunità non profit di scrivere, nel completo anonimato, delle recensioni sulla propria esperienza di finanziamento con le fondazioni.

Idealist.org: è la piattaforma leader a livello mondiale per lavori nel non profit e opportunità di volontariato.

Gruppo LinkedIn: Social media per organizzazioni non profitUn gruppo LinkedIn per professionisti non profit in cui è possibile condividere e accedere alle risorse per i social media.

Gruppo LinkedIn: Raccolta fondi online per organizzazioni non profitUn gruppo di LinkedIn per i professionisti che lavorano nel non profit e dove è possibile condividere e accedere alle risorse sulla raccolta fondi online.

Gruppo LinkedIn: Internet of Things per le organizzazioni non profitUn gruppo LinkedIn per professionisti che lavorano nel non profit, dove condividere e accedere alle risorse sull’Internet of things.

Shopify: consente alle organizzazioni non profit di sviluppare un negozio online a tariffe scontate dove vendere prodotti.

7. Produttività

Workshop scene.  Tools on the table and board.

Per concludere, ti consigliamo una app per gestire tutta la mole di lavoro che, ti sarà chiaro, c’è dietro la comunicazione online (anche) di una non profit.

Slack: è uno strumento basato sulla tecnologia cloud e permette a team di dipendenti e volontari di collaborare insieme ai progetti, gestire le responsabilità di ognuno e tracciare il flusso di lavoro.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?