Insider

Alphabet mette 30 milioni in Manbang, la Uber cinese dei camion

La casa madre di Google investe 30 milioni in Manbang che dice di controllare più di 5 milioni di camion (sui 7 circolanti nel paese)

Manbang, definita la Uber cinese dei camion, formalmente Full Truck Alliance, ha chiuso un round da 1,9 miliardi e ora secondo le stime degli analisti potrebbe valere 6 miliardi. Tra gli investitori, Alphabet, la casa madre di Google, che ha partecipato all’operazione mettendo 30 milioni di dollari, il suo primo investimento in Cina dal 2014 (quando ha investito in Innolight Technology, un produttore di dispositivi di comunicazione ottica ad alta velocità basato a Suzhou). Manbang ha sviluppato una piattaforma che permette di mettersi in contatto con i conducenti dei camion per il trasporto di beni attraverso la Cina.

alphabet

credits wccftech.com

La più grande piattaforma mondiale in termini di capacità di trasporto

Il CEO di Manbang, Wang Gang,  ha detto che “l’accordo ha portato lo sviluppo di Manbang in una nuova fase” aggiungendo che avrebbe aiutato l’azienda “a diventare la piattaforma più grande al mondo in termini di capacità di trasporto”. Secondo Manbang il nuovo round di investimento, sostenuto soprattutto dal Vision Fund di Softbank, le permetterà di “diventare la più grande piattaforma mondiale in termini di capacità di trasporto”. Al momento, 5,2 dei 7 milioni di camion che attraversano le principali strade cinesi farebbero parte della piattaforma.

Più di quanto previsto

Manbang ha raccolto più denaro di quanto inizialmente previsto. Il Wall Street Journal in precedenza aveva riferito che la società aveva intenzione di chiudere un round tra i 500 milioni e 1 miliardo di dollari. I precedenti sostenitori di Manbang hanno incluso il gigante di Internet Tencent Holdings Ltd. e una società di private equity co-fondata dal miliardario cinese Jack Ma.