In arrivo

Apple produrrà una serie TV tratta dal Ciclo della Fondazione di Asimov

Potrebbe arrivare già il prossimo anno e conquistare i cuori (e gli schermi) di tutti gli appassionati di fantascienza

Fabio Casciabanca
Fabio Casciabanca

Editor Business Ninja Marketing

Un’impresa già tentata in altre occasioni ma mai portata a termine, a causa della complessità dello storyline. Ma ora Apple sembra essere determinata a realizzare una serie tratta dai romanzi di Asimov, dopo aver assoldato anche il regista David S. Goyer (Blade, Batman Begins, The Dark Knight) e lo sceneggiatore Josh Friedman (La guerra dei mondi, Terminator: The Sarah Connor Chronicles, Avatar 2) a capo del progetto, come rivelato in esclusiva da Deadline.

L’azienda sarebbe riuscita ad aggiudicarsi i diritti durante un’asta particolarmente competitiva.

foundation-asimov-apple

La complessa trama di un classico della fantascienza

Già Fox, Warner Bros, Sony e HBO avevano provato ad avviare progetti per la trasposizione del Ciclo della Fondazione su grande e piccolo schermo, ma avevano poi interrotto le produzioni.

La storia di Foundation – il primo dei romanzi della trilogia, che ha influenzato anche altri capisaldi del cinema come Star Wars – è incentrata su Hari Seldon, uno storico-matematico-psicoanalista che ha sviluppato un metodo per predire il futuro. La previsione del collasso dell’Impero Galattico e di una successiva era oscura lo portano a voler assicurare che la conoscenza dell’umanità non vada perduta.

LEGGI ANCHE: Ora puoi usare il tuo account Netflix in tutti i paesi dell’Unione Europea

apple-tv

I progetti di Apple per la TV

Apple ha attualmente in cantiere una serie impressionante di progetti TV, tra cui anche una produzione revival di Steven Spielberg di Amazing Stories, una serie di fantascienza dal regista di Hunger Games, un dramma spaziale di Ronald D. Moore. Sebbene non si sappia ancora quando serie e film saranno effettivamente disponibili, secondo quanto riportato dal New York Times potremmo vederli sui nostri schermi già tra marzo e l’estate del prossimo anno.

Il progetto dimostra le nuove ambizioni di Apple e del suo team di produzioni video mondiale guidato da Jamie Erlicht e Zack Van Amburg. La compagnia non ha più intenzione di stare a guardare i successi dei competitor e punta a diventare uno dei player principali per l’entertainment.