Lavoro

Google prima tra le Big del Tech più amate in una classifica dei dipendenti

Comparability ha stilato una classifica delle aziende più amate dai lavoratori del settore tecnologico e digitale

Anche gli Stati Uniti stanno affrontando un problema di gap formativo nel mercato del lavoro. La carenza delle competenze sta creando una selezione naturale per cui le aziende si trovano a competere per trattenere i dipendenti migliori, rendendo la reputazione di un’azienda più importante che mai.

Una ricerca di Comparability, che ha coinvolto più di 15.000 dipendenti del settore tecnologico, ha analizzato l’andamento delle reputazioni delle Big Five del Tech e ha stilato una classifica sulla base di quanto queste siano amate dai lavoratori del settore digitale e tecnologico.

La big del Tech più amate

bill_gates4

5. Microsoft

Quartier generale: Redmond, Washington

Numero di impiegati: over 124,000

Valutata positivamente dal: 9% degli intervistati

facebook

credits http://yournewswire.com/

4. Facebook

Quartier generale: Menlo Park, California

Numero di impiegati: più di 25.000

Valutata positivamente dal: 10% degli intervistati

jobs

3. Apple

Quartier generale: Cupertino, California

Numero di impiegati: over 123,000

Valutata positivamente dal: 18% degli intervistati

15 frasi celebri di Jeff Bezos per trovare la giusta motivazione

2. Amazon

Quartier generale: Seattle, Washington

Numero di impiegati: più di 341.000

Valutata positivamente dal: 25% degli intervistati

1. Google

Quartier generale: Mountain View, California

Numero di impiegati: over 73,000

Valutata positivamente dal: 40% degli intervistati

Google è la compagnia più amata da chi lavora nel Tech

Google si piazza saldamente al primo posto, probabilmente per l’enorme attenzione al benessere sul posto di lavoro. Un dipendente di Google ha dichiarato infatti “L’ambiente e le persone con cui lavoro rendono ogni giorno un momento piacevole”. Un altro ha detto “La mia famiglia può venire a trovarmi al lavoro quando vuole e ho dei permessi vacanza a disposizione per stare con loro”.

Le cifre della classifica dimostrano l’orgoglio dei dipendenti Google e giustificano ampiamente la prima posizione. Tuttavia, quasi il 20% dei dipendenti di Google intervistati, ha dichiarato di ambire volentieri a un posto di lavoro in Amazon per i compensi notoriamente generosi.

Un dipendente di Amazon ha così spiegato: “Amazon paga retribuzioni sopra la media del mercatoper attirare e trattenere i migliori talenti”.