Insider

Francia: Amazon si allea con Monoprix, che ora venderà le sue delizie su Prime

La catena di negozi di alimentari francesi consegnerà i suoi prodotti a Parigi e dintorni attraverso il servizio Prime Now di Amazon

“Tutti volevano provare a lavorare con Amazon, ma Monoprix ha vinto” con queste parole il presidente Regis Schultz ha messo il sigillo sull’accordo che il gigante dell’ecommerce ha stretto con la sua catena di negozi di alimentari francesi, una delle più grandi. Monoprix ha vinto la sua battaglia su altri big nazionali, come Leclerc e Systeme U. Succederà questo: la catena di negozi di alimentari francesi venderà i suoi prodotti a Parigi e dintorni attraverso il servizio Prime Now di Amazon. I prodotti alimentari acquistati da Monoprix saranno disponibili nell’app e nel sito Web Prime Now su un negozio virtuale dedicato. I termini finanziari dell’accordo, che dovrebbe entrare a regime nella seconda parte dell’anno, non sono stati divulgati. La compagnia offrirà tra i 5.000 e i 10.000 prodotti, dai principali marchi nazionali e internazionali, alle sue etichette private (Monoprix, Monoprix Gourmet, Monoprix Bio, La Beauté Monoprix). I prezzi saranno fissati da Monoprix. Gli ordini saranno preparati nei negozi e Amazon si occuperà della consegna.

amazon

3 milioni di consegne

Il Groupe Monoprix ha generato 5 miliardi di euro di fatturato nel 2017, fa oltre 3 milioni di consegne all’anno in più di 250 città in tutta la Francia ed è presente in 800 negozi. “Grazie a questa partnership tra Amazon e Monoprix, Casino Group rafforza la sua strategia di distribuzione” ha dichiarato Jean-Charles Naouri, amministratore delegato del gruppo che controlla Monoprix. Per il gigante dell’ecommerce americano il lancio del servizio di food delivery in Francia è parte di una strategia che ha l’obiettivo di espandere la vendita al dettaglio di prodotti alimentari.

Le trattative segrete

Il 5 marzo, Frederic Duval, DG Amazon France, aveva parlato del food come di “un forte asse di sviluppo per Amazon”, mentre lo stesso giorno il ministro dell’Economia e delle Finanze Bruno Le Maire aveva fatto riferimento ad “accordi in discussione tra Amazon e alcuni gruppi francesi, in particolare nel settore dei prodotti alimentari”.