Week in Social

Week in Social: dai post vocali di Facebook ai ritratti di Instagram

Torna puntuale la rubrica che vi aggiorna su tutte le news dal mondo dei social network

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Eccoci finalmente proiettati al tanto desiderato weekend. È stata una settimana intensa più che mai, abbiamo ancora addosso l’adrenalina, l’entusiasmo o la delusione delle Elezioni Politiche dello scorso 4 Marzo e l’odore delle mimose nelle nostre case e uffici.

Ma è tempo di tirare le somme e come ogni fine settimana che si rispetti torna la rubrica più puntuale di tutte, torna Week in Social con tutte le novità social della settimana. Dai post vocali di Facebook alle video chiamate di Instagram fino al successo di Twitter in occasione delle elezioni. Ne sono successe veramente di tutti i colori e noi siamo pronti a raccontarvele tutte. Ma andiamo con ordine.

Elezioni: su Twitter più di 3 mln tweet

Non ce n’è per nessuno, Twitter si aggiudica anche questa volta il titolo di best social in occasione delle ultime Elezioni politiche del 4 Marzo scorso. Più di 3 milioni i tweet sulle Elezioni, nel periodo che va dal 16 febbraio al 5 Marzo contenenti gli hashtag più gettonati: #Elezioni, #Elezioni2018 e #ItalyElection2018 e la speciale Emoji con l’urna elettorale avvolta dalla bandiera italiana.

Nella top ten dei partiti e dei politici più menzionati su Twitter per le elezioni configurano in ordine il Movimento 5 Stelle, seguito da PD, Casapound, Lega, Liberi e Uguali, Forza Italia, Più Europa, Potere al Popolo, Fratelli d’Italia, Insieme. In cima alla lista dei politici più menzionati c’è invece Matteo Salvini seguito da Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Luigi di Maio, Emma Bonino, Giorgia Meloni, Simone di Stefano, Pietro Grasso, Beatrice Lorenzin, Viola Carofalo.

L’8 Marzo è sui social

Se le Elezioni sono ormai già un vecchio ricordo, sulla festa della Donna, lo scorso 8 Marzo, i social si sono impegnati sul serio. Facebook ha esordito con uno strumento per connettere le donne imprenditrici, una campagna che mette in luce le donne del passato e del presente, cornici e sfondi a tema. Ma non è finita qui. L’8 Marzo è anche l’occasione per Twitter di rivelare che le discussioni sui diritti delle donne sono aumentate del 50% negli ultimi sei mesi rispetto ai sei precedenti.

week in social

Instagram: chiamate, videochiamate e modalità ritratto

Grandi novità in casa Zuckerberg. Questa volta a stupire è il social delle immagini per eccellenza. Una delle nuove funzioni che Facebook potrebbe decidere di introdurre in Instagram, è infatti la modalità Portrait nelle storie. Se vi state chiedendo di cosa si tratta, non ci è ancora dato saperlo con esattezza ma dovrebbe riguardare la possibilità di inserire effetti senza dover elaborare la fotografia prima.

week in social

 

Altra storia le chiamate e videochiamate direttamente dal Social Network. Sono state scoperte, infatti, delle icone nascoste che permetterebbero agli utenti di comunicare in maniera più diretta tramite la stessa applicazione. Le icone per chiamare e videochiamare sarebbero state scoperte, per il momento, solo su Instagram per Android tramite l’estensione Android Application Packages. APKs conterrebbe tutte quelle funzioni che non sono ancora state lanciate ufficialmente dal social network. Curiosi? Staremo a vedere, ecco cosa ne pensa Luca La Mesa, top teacher di Ninja Academy:

Instagram vuole diventare il luogo centrale per le interazioni private tra gli utenti e queste ultime novità gli stanno permettendo di aumentare il vantaggio nei confronti di Snapchat. È bello vedere che, dopo aver copiato le storie, si sia concentrata a migliorare sempre di più le opportunità per gli utenti. Ciò gli permetterà di essere sicuramente uno dei social con maggior crescita nel 2018.

SocialMediaLiveProgram-NM_600x420

Facebook testa i post vocali

Foto, video, status, gif, emoji, sondaggi. Se niente è più sufficiente per soddisfare il nostro ego sul social network di Menlo Park ecco in arrivo i famosi post vocali. Di cosa parliamo? Della possibilità di aggiornare il proprio stato con un messaggio vocale. L’utente potrà registrare il messaggio, che graficamente sarà rappresentato dall’onda vocale, e riascoltarlo prima di decidere se pubblicarlo.

Luca La Mesa commenta così:

La voce sarà un importante trend dei prossimi anni. Al CES a Las Vegas a gennaio ho sperimentato molte nuove funzionalità guidate dalla voce ed è inevitabile che anche i social portino avanti questi test. L’importante sarà migliorare l’esperienza utente per rendere altrettanto semplice la lettura/ascolto di questi nuovi formati.

 

Facebook introduce per il Publisher la scritta Breaking News.

Facebook è sempre più impegnato a migliorare il modo in cui ci vengono mostrate le notizie sul social network. L’ultima novità in arrivo è la scritta Breaking News che dovrebbe comparire sulle pubblicazioni indicate come ultime notizie. Attirare l’attenzione sulle ultime notizie di Facebook aiuterà gli utenti ad ottenere informazioni importanti in brevissimo tempo. Il nostro top teacher:

La vera scarsità oggi è l’attenzione e il tempo per leggere. Ogni nuova “label” che attiri l’attenzione degli utenti permetterà, se il contenuto è valido, di aumentare tutte le principali metriche social. Saranno gli editori a doverla utilizzare al meglio senza abusarne. Scommettiamo che alcuni la utilizzeranno nel limite di una volta al giorno anche senza reali breaking news?

 

week in social

Facebook fa dietrofront sulla doppia bacheca

Si vi eravate già affezionati all’idea di mettere un po’ d’ordine nel vostro Facebook, rimarrete delusi. Facebook , infatti, fa dietrofront sull’idea di creare una doppia bacheca, una con i flussi di notizie dedicata ai post degli amici e l’altra per le Pagine di media, aziende e celebrities. Questa soluzione, chiamata Explore Feed e sperimentata in sei Paesi a partire dall’ottobre scorso, è infatti stata ufficialmente abbandonata.

Luca La Mesa, aggiunge:

È sempre importante testare e leggere i numeri. Il test è stato un fallimento e Facebook ha correttamente deciso di abbandonare il newsfeed parallelo. Ciò potrebbe riportare un piccolo aumento di visibilità organica ad eventuali pagine che erano state spostate dal newsfeed principale.

Per questa settimana è tutto. Week in Social torna il prossimo weekend!