Copyright

Blackberry porta Facebook in tribunale: “ha copiato i servizi di messaggistica”

L'ex big dei telefonini accusa Zuckerberg di aver portato le sue soluzioni in fatto di crittografia e notifiche su Instagram, WhatsApp e sul social blu

“Dopo aver abbandonato i suoi sforzi per innovare, BlackBerry ora sta cercando di tassare l’innovazione degli altri. Abbiamo intenzione di combattere”, con queste parole il vice consigliere generale di Facebook, Paul Grewal,  risponde alle accuse di Blackberry, ex azienda storica di smartphone (ora concentrata su software per la sicurezza).

Ma non si tratta di una schermaglia, ma di una citazione in giudizio. Blackberry ha accusato Facebook di violazione del copyright dei suoi servizi di messaggistica. Il tribunale che dovrà decidere è quello di Los Angeles, ma l’ammontare della causa non è stato reso noto. In particolare BlackBerry sostiene che Facebook “ha sviluppato applicazioni che cooptano le innovazioni di BlackBerry”, cita una serie di di brevetti che coprono la crittografia e le notifiche. In particolare i servizi copiati sono quelli utilizzati dal social blu, da Instagram e WhatsApp.

facebook

Copioni

Va detto che Facebook in passato ha già copiato numerosi prodotti della concorrenza, dai check-in di Foursquare alle storie di Snapchat. Ma l’industria tecnologica si evolve così rapidamente e le aziende prendono in prestito così tante idee l’una dall’altra che spesso questi prodotti “copiati” non meritano battaglie legali, lunghe e costose.

Le battaglie di BB

Anche BlackBerry non è nuova a queste battaglie legali. Lo scorso anno ha citato in giudizio Nokia per violazione di brevetto e ha raccolto oltre 800 milioni di dollari da un accordo con Qualcomm. Ha inoltre citato in giudizio la società di comunicazioni aziendali Avaya a metà 2016.

Nobile decaduta

BlackBerry è stato uno dei primi pionieri nella messaggistica. Il suo servizio proprietario BBM ha attirato milioni di dollari sui suoi telefoni a metà degli anni 2000, quando la società era però leader di mercato. Ma la compagnia ha atteso anni prima di portare BBM su telefoni con altri sistemi operativi e quando le big del tech hanno conquistato il mercato degli smartphone, la popolarità di BBM si è sbiadita insieme ai suoi dispositivi. Sotto l’amministratore delegato John Chen, BlackBerry ha smesso di sviluppare i propri telefoni e si è concentrata sul software orientato alla sicurezza.