Lavoro

Tutti i tipi di colloqui di gruppo che ti possono capitare, spiegati da un recruiter

Business game, prova a ruoli liberi o a ruoli assegnati: conoscere i tipi di test può far aumentare le probabilità di ottenere il posto di lavoro

Livia Liberatore
Livia Liberatore

Giornalista professionista

Che sia per Esselunga, per Ikea o per le agenzie di lavoro, prima di un colloquio di gruppo ci si può sentire spaesati.

Per chi si chiede come sia meglio comportarsi, Randstad dà alcuni consigli per affrontare questo tipo di prova. In generale un atteggiamento di collaborazione, ascolto e rispetto delle opinioni degli altri è sempre apprezzato. Importante è anche esporre i propri argomenti in modo chiaro e diretto, ma i parametri di valutazione dei candidati variano a seconda della tipologia di colloquio di gruppo a cui ci si trova di fronte e della posizione per cui si compete.

Fabio Ciarapica, senior partner dell’agenzia di recruiting Aegis Human Consulting Group, ci ha spiegato i possibili tipi di colloquio di gruppo nella selezione per una posizione di lavoro. Sapendo a cosa si va incontro, si può essere più preparati e avere più possibilità di vincere la concorrenza.

Colloquio a ruoli liberi

I candidati non devono interpretare nessuna parte prefissata. Gli viene chiesto di ragionare su uno o più temi assegnati, come se fossero in un’azienda e dovessero gestire un problema. In questi casi è auspicabile raggiungere una conclusione unica, e possibilmente condivisa. In una prima fase viene chiesto a ognuno di esprimere il suo punto di vista e si procede poi a una discussione generale.

25 domande insolite per un colloquio di lavoro

Colloquio a ruoli assegnati

Come un vero gioco di ruolo: ogni partecipante interpreta una figura aziendale e ha a disposizione una serie di informazioni, in parte uguali agli altri, in parte relative alla carica che gli è stata assegnata. Ognuno deve convincere gli altri che la sua soluzione è la migliore. Rispetto al colloquio a ruoli liberi, è caratterizzato da una maggiore conflittualità.

LEGGI ANCHE: Come affrontare un colloquio di lavoro nel Digital Marketing: segui il Ninja Talk

Business game

I candidati sono chiamati a lavorare su una situazione professionale verosimile. Gli vengono forniti dati e statistiche e devono mostrare capacità di ragionamento gestionale e imprenditoriale, per esempio su come fare un piano marketing per un prodotto. Questa prova viene usata di solito per chi ha già uno o due anni di esperienza lavorativa.

Discussione di un caso

Teenage college friends browsing in laptop at lesson

In questa prova non vengono analizzate tanto le competenze tecniche necessarie per un ruolo ma l’attenzione è più sulle soft skills del candidato. L’esempio classico di un test di questo tipo è il caso di sopravvivenza, del tipo: un’alluvione ha colpito un paese e bisogna decidere quali generi di prima necessità far arrivare per primi in elicottero alla popolazione.

Prova in basket

La prova in basket è invece un test che si svolge da soli, rivolto a profili manageriali, che consiste nel gestire una situazione e del personale immaginario proprio come farebbe un manager. Al candidato viene chiesto di esaminare la corrispondenza di un proprio superiore di fantasia: email in arrivo, memo, messaggi sul telefono. Importante, in questo caso, è saper scegliere le priorità e delegare i compiti.