Progetti

Vodafone Germania e Nokia vogliono portare il 4G sulla Luna

La soluzione sarà a supporto del piano Mission to the Moon della società tedesca PTScientists. Coinvolta anche Audi

Vodafone Germania e Nokia hanno annunciato un accordo di collaborazione per la prima missione sulla Luna per costruire una rete dati ad alta velocità fra il satellite e la Terra: un sistema di comunicazioni live interspaziale. La data di realizzazione è il 2019. Le due società (Nokia è partner tecnico) hanno presentato il progetto al Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera di settore dedicata al mercato del Mobile e degli smartphone.

moon

Rover testing in Qatar Credit: Kate Arkless Gray/PTScientists

Anche SpaceX e Audi

Nokia e Vodafone hanno annunciato anche che sarà il Falcon 9 di SpaceX di Elon Musk ad occuparsi del trasporto dei materiali. Insomma, anche la Luna avrà una copertura 4G il prossimo anno, 50 anni dopo che i primi astronauti della NASA hanno camminato sulla sua superficie. La soluzione sarà a supporto del piano Mission to the Moon della società tedesca PTScientists, che ha progettato una missione sul satellite, appunto per il 2019. In esplorazione ci saranno due rover sviluppati da Audi.

Mission to the Moon

La rete 4G consentirà ai rover Audi di comunicare e trasferire dati scientifici e video HD mentre si avvicinano al veicolo lunare della NASA Apollo 17 (utilizzato dagli ultimi astronauti per camminare sulla Luna).  I test Vodafone indicano che la stazione base dovrebbe essere in grado di trasmettere 4G utilizzando la banda di frequenza 1800 MHz e inviare il primo feed video HD in tempo reale della superficie della Luna, che verrà trasmesso a un pubblico di tutto il mondo tramite un collegamento spaziale profondo che interconnette il server PTScientists al Mission Control Center di Berlino.

Sviluppo di nuove tecnologie spaziali

“Siamo molto lieti di essere stati scelti da Vodafone come loro partner tecnologico – ha dichiarato Marcus Weldon, Chief Technology Officer di Nokia Bell Labs – di un’importante missione che supporta, tra le altre cose, lo sviluppo di nuove tecnologie spaziali per il futuro networking, elaborazione e archiviazione dei dati e contribuirà a far progredire l’infrastruttura di comunicazione necessaria per accademici, industria e istituzioni educative nella conduzione della ricerca lunare, che hanno implicazioni potenzialmente vaste per molte parti interessate e l’umanità nel suo insieme. Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con Vodafone e gli altri partner nei prossimi mesi, prima del lancio nel 2019″.

Per il CEO di Vodafone Germania, Hannes Ametsreiter “questo progetto implica un approccio radicalmente innovativo allo sviluppo dell’infrastruttura di rete Mobile ed è anche un grande esempio di una squadra indipendente e multi-specializzata che raggiunge un obiettivo di immenso significato”. Di “primo passo cruciale per l’esplorazione sostenibile del sistema solare” ha parlato Robert Böhme, CEO e fondatore di PTScientists. “Perché l’umanità lasci la Terra, c’è bisogno di sviluppare infrastrutture al di fuori del nostro pianeta. Sulla Luna stabiliremo e testeremo i primi elementi di una rete di comunicazioni dedicata”.