Fashion

Dolce & Gabbana rottama le modelle e in passerella fa sfilare i droni

Alla Milano Fashion Week per presentare le borse della nuova collezione gli ex enfant terrible del fashion hanno fatto volare dei droni

Dalle startup della moda ne avevamo viste di tutti i colori: i tessuti di arance realizzati da Orange Fiber, quelli di legno di Ligneah, di vino da Vegea. Per non parlare della tanta innovazione di processo (dagli ecommerce alle piattaforme per matchare stilisti e designer, fino ai marketplace con le proposte di noleggio più disparate). All’estero c’è pure Bolt Threads, un progetto innovativo che che produce fibre di seta ispirandosi ai ragni.

Già, ma i droni in passerella l’avevate mai visti? Ce li hanno portati Dolce e Gabbana, nel corso di una sfilata segretissima a Milano. La coppia di ex enfant terrible della moda italiana ha pensato bene di utilizzare gli aviogetti per portare borse in pelle e gioielli tempestati dall’ultima collezione Autunno Inverno 2018/19.

dolce e gabbana

credits https://twitter.com/dolcegabbana

Devotion e droni

“Devotion”, si chiamava la linea ed era caratterizzata da chiusure a forma di cuore. A dirci tutto è stato il fashion magazine Fashionista che racconta di una serata speciale con effetto suspence: al pubblico è stato chiesto di spegnere il Wi-Fi e di mettere a tacere tutti gli hotspot possibili e immaginabili. A creare ulteriore eccitazione, la sfilata, chiamiamola così, ha avuto 45 minuti di ritardo. Ma qualcosa è trapelato.

Alla fine sono stati sette i droni che hanno preso a veleggiare. Poi, con grande tranquillità dei presenti, sono tornati i modelli. Intanto una breccia si è aperta.