Ricoh

Il ‘paese ritrovato’ e l’impegno di Ricoh Italia contro l’Alzheimer

Le soluzioni per la visual communication donate dall'azienda verranno utilizzate nei laboratori multisensoriali e saranno alla base delle attività di stimolazione

Company News

Gli aggiornamenti (direttamente) dalle aziende

    Ricoh Italia ha deciso di prendere parte alla lotta di una delle malattie che colpiscono milioni di persone in tutto il mondo e per la quale al momento non esistono rimedi in grado di rallentarne o contrastarne la progressione: l’Alzheimer. In particolare, Ricoh Italia dà il proprio contributo supportando ‘il paese ritrovato’, il primo villaggio in Italia dedicato alla cura di persone con forme di demenza e affette dalla sindrome di Alzheimer. Situato a Monza, il centro è stato realizzato dalla cooperativa La Meridiana.

    Ricoh Italia

    L’inaugurazione di “il paese ritrovato” a Monza

    Piccolo borgo

    Il paese ritrovato è organizzato come un piccolo borgo, così da permettere ai pazienti di condurre una vita quasi normale e di sentirsi a casa ricevendo nel contempo le cure necessarie. Oltre ad appartamenti, sono presenti negozi, una chiesa, una banca e un ristorante, affinché le persone possano mantenere il più a lungo possibile la propria quotidianità e quindi le abilità residue.

    Soluzioni per la visual communication

    Tra le sperimentazioni all’interno del centro (la cui inaugurazione si è svolta il 24 febbraio) ci sono attività di stimolazione cognitiva multisensoriale supportate da sistemi tecnologici che, favorendo l’interazione e la fruizione immersiva di contenuti, offrono nuove possibilità di mantenimento e miglioramento delle capacità. Ed è qui che entra in gioco Ricoh Italia. Le soluzioni per la visual communication donate da Ricoh (tra cui lavagne interattive e proiettori verticali) verranno utilizzate nei laboratori multisensoriali e saranno alla base delle attività di stimolazione. Il valore terapeutico del progetto monzese sarà monitorato a livello scientifico da tre realtà italiane d’eccellenza: il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), il Politecnico di Milano e la Fondazione Golgi Cenci (uno dei più importanti enti italiani per la ricerca sulle degenerazioni cerebrali).