Call

TIM WCAP lancia la nuova Call for Partners per startup e PMI

C'è tempo fino al 12 febbraio per candidarsi con una soluzione digitale già commercializzata o a un livello avanzato di sviluppo

È partita lo scorso 12 dicembre e si chiuderà il 12 febbraio la Call for Partners #2 di TIM WCAP, alla ricerca di startup già costituite e PMI nei settori con le maggiori prospettive di sviluppo nel futuro: IoT, Augmented Reality, Robotic, Big Data, Artificial Intelligence, Machine Learning, Deep Learning e Blockchain.

Un contributo economico e l’accesso al Co-Creation Program nelle sedi TIM WCAP di Roma e Milano, saranno attribuiti alle startup e alle PMI selezionate (fino a un massimo di 10), con particolare interesse per applicazioni e servizi di: Industrial Automation, Customer Journey, Efficiency & Customer Centricity, Smart Working, Offerta convergente video- musica- multimedia-ICT, Security.

tim wcap call for partners #2

Il Co-Creation Program e le fasi della partnership

La call offre a tutte le startup che saranno selezionate la partecipazione a un percorso strutturato in due fasi: la fase di Co-Design, finalizzata alla produzione di uno studio di fattibilità che analizza l’integrabilità della soluzione nell’offerta e/o nei processi di TIM e la fase di Pilot, dedicata a testare l’implementazione della soluzione, a cui accedono solo una parte delle startup sulla base dell’interesse espresso dalle business unit di TIM.

10.000 euro saranno assegnati a tutti i progetti selezionati per la fase di Co-Design e ulteriori 30.000 euro andranno, invece, ai progetti che accederanno anche alla fase di Pilot.

La novità è che l’accordo per l’erogazione del contributo della Call for Partners #2 non prevederà alcun diritto legato ad eventuali investimenti nel capitale della Startup o PMI selezionata.

tim wcap call for partners #2

Su quali ambiti punta TIM WCAP con la Call for Partners #2?

La call è mirata soprattutto alla velocità di integrazione della soluzione digitale nell’offerta o nella tecnologia TIM, per questo le Startup già costituite e le PMI dovranno operare nei seguenti ambiti:

  • Customer Journey, Efficency and Centricity, con soluzioni che migliorino il ciclo di relazioni del cliente con le aziende (esplorazione, acquisto, consegna di prodotti e attivazione di servizi, esperienza d’uso e assistenza). Ad esempio: trasformazione dell’esperienza cliente attraverso nuove interfacce (chatbot, virtual personal assistant, etc.); nuove esperienze di servizi multi-canale e multi-device garantendo continuità di servizio in ogni contesto; soluzioni di advanced analytics e CRM (AI, big data, etc.); soluzioni per l’ottimizzazione della esperienza d’acquisto (digital touch point, smart retail, etc.) e monitoraggio della customer satisfaction & quality.
  • Smart Working, per soluzioni di collaborazione per lo Smart Working come strumenti per la verticalizzazione di soluzioni di UCC (Unified  Communication and Collaboration) e Virtual Work Spaces; strumenti per il monitoraggio dello Smart Working (col supporto di AI, Machine learning, etc.) e tool di servizi per aziende interessate ad attivare progetti di smart working.
  • Industrial Automation, con soluzioni innovative per realizzare un salto qualitativo e/o quantitativo nei processi produttivi. In particolare: produzione e processi (soluzioni per la gestione e l’incremento della qualità di prodotti o servizi, soluzioni per la sicurezza di persone, impianti e sistemi, etc.); inventory e logistica (soluzioni per il tracking di prodotti indoor e outdoor); macchinari (soluzioni per il 3D Printing di pezzi di ricambio on-site, soluzioni per il predictive maintenance, soluzioni per l’assistenza remota)
  • Offerta convergente, per soluzioni e servizi che consentano l’iper convergenza tra utente, nuovi media e IoT. Ad esempio: sistemi per la gestione di Video ADV Injection; nuove esperienze di gioco (es. Robotic Games, Virtual Reality, Augmented Reality); sistemi di gestione del multiuser profile e parental control; soluzioni di digital radio e linear TV per la fruizione in real-time, differita o catch-up della programmazione; soluzioni gaming and betting per interazioni con programmi TV sia for fun che for money (es. televoto Sanremo); enrichment della User Experience per acquisti da video, audio e IoT (es. da app, Dash button o car entertainment systems).
  • Security, per soluzioni che arricchiscano i servizi TIM di elementi di sicurezza digitale, sia per famiglie che per imprese, come protezione dei minori dal cyber bullismo o uso improprio della rete; controllo sicuro dell’ambiente domestico e degli apparati connessi; box di sicurezza CPE; AI per l’analisi dei rischi, delle minacce e degli attacchi di rete.

Se pensi che la tua startup sia proprio quella che sta cercando TIM WCAP, ricorda che hai ancora tempo fino al 12 febbraio per presentare l’application.

Per maggiori informazioni e per il Regolamento completo puoi consultare il sito web e seguire l’hashtag #Call4Partners su Facebook e Twitter.