Inviato speciale

LIVE from Las Vegas, tutte le novità più interessanti dal CES 2018

Dai droni alle scansioni 3D, Luca La Mesa ci porta insieme a lui per un'anteprima delle innovazioni e dei trend più importanti dall'evento del momento

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Il primo imperdibile evento dell’anno a tema innovazione porta sempre con sé interessanti anticipazioni su quelli che saranno i trend del settore Tech nei prossimi mesi. Se fino allo scorso anno l’attenzione era tutta rivolta all’IoT, quest’anno robotica, droni e tecnologia 3D sembrano farla da padrone, mostrando una realtà futuristica sempre più attuale.

Il CES è il luogo di ritrovo a livello mondiale per le tecnologie consumer, terreno di prova per le innovazioni di prossima generazione che qui vengono presentate al mercato. Prodotta dalla Consumer Technology Association (CTA), attrae leader aziendali e innovatori da tutto il mondo.

Luca La Mesa, Ambassador della Singularity University e Top Teacher della Ninja Academy, ci porta quest’anno insieme a lui con una serie di video alla scoperta dei prodotti più interessanti dal CES 2018. Guardiamoli insieme.

LEGGI ANCHE: Ces 2018: cosa vedremo all’evento tech più grande del mondo

L’uomo sogna ancora di volare: dal JetPack alle novità dal mondo dei droni

7 miglia orarie con un’autonomia dai 7 ai 12 minuti. Al CES 2018 presentato il JetPack, sogno di tanti adolescenti negli anni Ottanta ormai diventati adulti, che potrebbero finalmente vedere realizzato la propria ambizione di sollevarsi da terra grazie ad una imbracatura semplicissima da pilotare.

Ma le novità legate al volo non si limitano a quello umano. Sono infatti i droni ancora al centro di interessantissime novità, dall’elicottero per il soccorso Robotics, in grado di rilevare battito cardiaco e frequenza respiratoria dei soggetti che incontra attraverso la sua videocamera, fino alle novità in ambito militare, come l’abbatti-droni della Hensoldt.

Localizzazione, tracciamento dei segni vitali e possibilità di ricarica con le innovazioni wearable

Pensato per un uso militare, per identificare la posizione dei militari impegnati in operazioni su campo, ma adattato anche all’uso ospedaliero, il giubbotto antiproiettili Tech e il camice per il monitoraggio dei pazienti di MoTeBo mirano alla fusione tra Internet of Things e Wearable Technology.

Una nuova tuta pensata per supportare il lavoro dei vigili del fuoco, permette di integrare il respiratore ad ossigeno con una serie di sensori per il rilevamento dei segni vitali degli operatori.

Infine, per un uso decisamente più comune, ma molto interessante per la possibilità di unire finalmente fashion, tecnologia e funzionalità, BatteryBelt, una cintura (disponibile in varie versioni fino allo zainetto) in grado di rilevare il livello di batteria dei nostri device e consentirne il caricamento, senza la necessità di essere sempre accompagnati da mille power bank per supportare le esigenze energetiche delle nostre giornate.

Una scansione in tempo reale e in pochi istanti per vedersi riprodotti in 3D

Kodak continua ad innovare i propri prodotti e presenta il futuro della fotografia: la scansione a grandezza reale in pochi istanti per poter poi realizzare i propri prototipi in stampa 3D. Una soluzione ideale anche per gli eventi, grazie all’integrazione nello stand fieristico.

Il controllo della guida passa per una videocamera

La novità presentata da Horizon Robotics riguarda la sicurezza alla guida: una telecamera, applicabile a qualsiasi veicolo, in grado di rilevare i movimenti del viso per segnalare comportamenti pericolosi come l’uso del cellulare o l’eventuale colpo di sonno, segnalando in modo immediato il pericolo al conducente.

Il futuro dei Robot al CES 2018 è nella cura dei più piccoli e nell’interazione umana

Come interagiremo nel prossimo futuro con i nostri amici e collaboratori robotici? Probabilmente attraverso schermi e sensori in grado di rilevare alcuni movimenti chiave. Le prime applicazioni immaginate per IPAL, il robot intelligente, riguardano assistenza ai bambini e primo soccorso agli anziani.