Mobile Marketing

Livestreamer: i nuovi influencer che stanno spopolando in Cina

Il futuro dei social media è il "livestreaming"

Se in Italia siamo abituati a sentir parlare di influencer e blogger che utilizzano i loro canali social per comunicare con i fan, in Cina sta spopolando un nuovo fenomeno, quello dei livestreamer.

Ogni giorno, milioni di utenti cinesi passano ore davanti le telecamere dei propri dispositivi, in diretta streaming, per raccontare la propria vita quotidiana, con l’obiettivo di diventare popolari e guadagnare.

In Cina, il trend del live streaming ha totalmente rivoluzionato il web dando vita ad una nuova generazione di Key Opinion leader. YY, Momo, Youku, queste solo alcune delle centinaia di applicazioni dedicate a quello che possiamo definire un nuovo strumento di marketing.

Nel 2016, circa 325 milioni di persone hanno utilizzato un’applicazione di live streaming e 1/3 della popolazione cinese ha guardato almeno una volta un video.

Secondo le previsioni, il mercato del live streaming è destinato a crescere, si suppone che nel 2017 raggiungerà i 5 miliardi di fatturato.

Chi sono i livestreamer?

Molti utenti utilizzano lo streaming per raccontare la propria vita, condividere attività svolte nella quotidianità, dispensare consigli per il make up o per la scelta dell’abbigliamento e così via. Non importa quale sia il contenuto del video, l’obiettivo principale dei livestreamer è diventare famosi e guadagnare.

La forte crescita di questo trend sembra essere strettamente legata al processo di monetizzazione: per molti utenti, il live streaming è diventato un vera e propria attività a tempo pieno, che in molti casi si traduce in un lavoro milionario.

Le stelle cinesi del live streaming, non solo guadagno mediante i contratti pubblicitari con le aziende, ma anche con i regali virtuali ricevuti dai propri follower, doni che possono essere convertiti in denaro attraverso la piattaforma utilizzata.

Perché le persone spendono soldi per qualcosa che potrebbero guardare gratuitamente? I motivi che spingono gli utenti a pagare sono diversi: per vedere maggiori dettagli del video, per ricevere le informazioni di contatto del livestreamer, per omaggiare le relazioni d’amore virtuali che si instaurano.

La maggior parte delle persone che si dedica full time allo streaming, grazie ai regali virtuali guadagna circa 500 dollari al mese.

Wey Liuyan, una delle celebrity livestreamer più popolari in Cina, lo scorso anno è riuscita ad incassare 380 mila dollari.

La giovane donna, trasmette i suoi video su Momo, una delle tante piattaforme esistenti, per circa otto ore al giorno, mettendo in mostra le sue doti artistiche di ballerina. Ogni volta che la giovane compie un passo difficile, i suoi follower esprimono il loro stupore con una miriade di regali virtuali.

momo-app-livestreaming

L’app Momo, una delle applicazioni per livestreaming che sta spopolando in Cina

Il fenomeno del live streaming non lascia indifferente neanche il mondo dell’eCommerce, sono numerosi gli shop online che si rivolgono alle star dello streming per attirare numerosi visitatori, e ricevere migliaia di ordini  nel giro di poche ore.

Il fenomeno prenderà piede oltre i confini del mondo cinese?

Il fenomeno al momento sembra essere un boom prettamente cinese, ma qualcosa inizia a muoversi per espandere la tendenza.

A Pechino è stata sviluppata un applicazione Live.me con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico esterno alla cina, app che ha riscosso un buon successo registrando attualmente 30 milioni di utenti.

La direttrice Marketing di Live.me afferma:

La nostra applicazione non è paragonabile a Facebook o a Snapchat, ma vuole essere un social network in grado di offrire agli utenti un’esperienza totalmente diversa.

Live.me, al momento ha ottenuto esiti positivi soprattutto negli Stati Uniti.

In Italia ci lasceremo travolgere dal fenomeno del live streaming?