Facebook

Facebook sceglie Humans of New York per lanciare la prima docu-serie della piattaforma

Si chiama “Humans of New York: the Series” e i primi 3 episodi hanno già superato 10 milioni di views

Daniela Chiorboli
Daniela Chiorboli

Social Media Strategist @ DigitasLBi

Per raccontare questa storia bisogna tornare indietro nel tempo, esattamente nel 2010, quando il fotografo Brandon Stanton decide di lanciare un nuovo progetto: fotografare 10.000 abitanti di New York per creare una specie di “catalogo” della città e delle persone che ci vivono.

HONY

Sono passati 7 anni da quel giorno, e senza poterlo minimamente immaginare, con il suo progetto Brandon ha raggiunto record e numeri pazzeschi: il blog “Humans of New York” è uno tra i più visitati al mondo e contiene quasi 10 mila ritratti e interviste per la città, la pagina Facebook ufficiale conta più di 18 milioni di followers mentre su Instagram la fan base supera i 7 milioni di utenti, e sono stati addirittura pubblicati due libri dedicati a HONY – venduti in diversi Paesi del mondo in milioni di copie.

LEGGI ANCHE: Netflix lancia la terza stagione di Narcos, i social network rispondono “presente”

Ovviamente questo successone non è passato inosservato agli occhi del nostro caro amico Mark Zuckerberg, che ha scelto proprio Humans of New York come soggetto della prima serie prodotta e trasmessa da Facebook: un mini-documentario composto da 12 video pubblicati settimanalmente sulla nuova pagina interamente dedicata “Humans of New York: the Series”.

Il trailer della docu-serie, pubblicato giovedì 24 Agosto sulla pagina ufficiale del blog, ha superato le 6 milioni di views e raccolto più di 400.000 interazioni da parte degli utenti – tra commenti, condivisioni e reazioni.

E sono proprio le parole del fondatore di HONY ad introdurre il nuovo progetto video:

“[…] Faccio sempre del mio meglio per ricreare l’esperienza attraverso le foto e le parole, ma ho sempre saputo che il video avrebbe trasmesso una maggiore sensazione di vicinanza. Perciò negli ultimi quattro anni ho filmato 1200 interviste per le strade di New York (con l’aiuto di un grande direttore cinematografico di nome Michael Crommett). Invece di pubblicare questi video un giorno alla volta, li ho tenuti da parte in modo che un giorno avrei potuto creare qualcosa di speciale.”

Gli utenti sembrano davvero entusiasti di questa novità e i primi 3 episodi pubblicati hanno già superato le 10 milioni di views.

E voi state già seguendo la serie, o avete intenzione di iniziare proprio ora? Condividete con noi i vostri pareri sulla nostra pagina Facebook o sul gruppo LinkedIn, oppure mandateci un cinguettio su Twitter!