Life

5 idee che stanno cambiando il modo di vivere lo street food in Italia

Semplice ma mai banale: è lo street food. Ecco 5 realtà che stanno lavorando bene per proporre soluzioni gourmet!

Italia: popolo di santi, poeti, viaggiatori e… mangiatori!

In effetti, sempre più la componente edonistica pervade i nostri momenti culinari. Format che coinvolgono cuochi diventati vere e proprie star come Cannavacciuolo, Barbieri e Bastianich, nonché opere come “Food Porn. L’Ossessione per il Cibo in TV e nei Social Media” (il libro recentemente pubblicato dall’Editore EGEA sull’argomento) lo testimoniano.

Complice anche l’estate e insieme agli amici Francesca, Michela e Valentino, ho avuto il piacere di testare alcuni format che sono riusciti a mio avviso a innovare l’idea di street food, combinando con sapienza l’arte del made in Italy con le ultime tendenze cul…turali, e non solo culinarie 😀

Buona lettura, dunque!

Pescaria: il mare a Milano, in un panino

Da ormai un anno a Milano (vicino a Corso Como) ha aperto un angolo di Puglia grazie a Pescaria, fishbar che offre agli amanti del pesce – soprattutto crudo – piatti di street food in versione rigorosamente gourmet.

#NiceToFishYou è l’hashtag ufficiale scelto da Pescaria per accogliere online, ma non solo, tutti gli appassionati – o meglio ‘food lover’ –  dei gustosi piatti preparati dallo chef Lucio Mele. Primi fra tutti i panini di mare grazie ai quali questo fishbar è diventato famoso in tutta Italia, dopo l’apertura del primo punto vendita a Polignano a Mare nel 2015.

Un format  ‘saporito’ (e replicabile) che è stato portato a Milano generando una forte attesa sui social, grazie a un’attività di teasing svolta attraverso pagina Facebook del brand che ha fatto venire fin da subito l’acquolina in bocca a molti milanesi. Il risultato? Oggi Pescaria costituisce una tappa fissa per chi ha voglia mangiare ottimo pesce, assaggiando ricette della tradizione pugliese remixate per stupire anche i palati più esigenti. Unico alert: abbiate pazienza!

Bella&Brava, la Pizza italiana che unisce tradizione e innovazione

Avete mai provato ad immaginare una pizza buona, sana e con materie prime di assoluta qualità?

E’ quello che propone Bella&Brava con la sua pizza naturale italiana. L’idea segue un’etica di sana sobrietà, un percorso che porta i visitatori della magnifica Venezia a vivere un’esperienza innovativa, in uno store che propone un mix di tradizione e innovazione interamente Made in Italy.

Bella&Brava offre un alimento completo ottenuto con una preparazione virtuosa, confezionato in packaging riciclabile e promosso con onestà. Nel menu, infatti, è possibile gustare cinque tipi di pizze: Marinara, Margherita, Vegetariana, Capricciosa e Tonno e Cipolle. La specialità della casa, però, ha un solo nome: si chiama Venexiana. Pomodoro, polpa di granchio, rucola fresca, olio di oliva al limone e pepe verde sono gli ingredienti di una ricetta unica e saporita. Una scelta di bevande solo semplici e sane va a completare il concept naturale Made in Venice.

Curioso di scoprire di più? Domenica 3 Settembre nello store di Venezia dalle 12.30 alle 14.30 ci saranno assaggi gratuiti per tutti in occasione dell’evento “Come ti Viene Naturale”.

Squisini, gustose bolle italiane

Prova ad immaginare delle bolle ripiene di gusto e tradizione italiana. Ecco Squisini.

Il progetto di Sergio, Fabrizio e Gianmarco, tre giovani sognatori che hanno deciso di unire il Made in Italy all’interno di piccole bolle ripiene di sapori e gusti provenienti da tutta la penisola.

Roma, Verona, Bari o Napoli, la città di provenienza ha poca importanza. La vera ricchezza si trova nell’italianità e nel concept “squisito” che nasce nel laboratorio di viale Col di Lana, 12 a Milano.

Un prodotto biologico e sano, pronto per il take away da condividere con colleghi e amici o per un pranzo veloce da gustare direttamente in ufficio.

Fancy Toast, il toast che ha fatto impazzire Instagram (e non solo!)

Molti storcono il naso quando si parla di cibo che richiama il mondo USA, perché nell’immaginario collettivo il cibo a stelle e strisce fa necessariamente rima con junk food. È proprio a queste persone che ‘Fancy Toast’ si rivolge con un’alternativa 100% healthy.

Per chi non lo conoscesse, ‘Fancy Toast’ è nato da un’idea di Federica – ragazza italiana in vacanza a San Francisco – che ha portato a Milano il re della ‘west coast’: il toast open bread.

Si tratta di un toast che, come si legge sul sito web ufficiale del brand, è costituito da una sola fetta di pane “one inch thick”, riempita da coloratissimi e saporitissimi ingredienti. Ce ne sono per tutti i gusti, da quelli dolci che richiamano gusti d’infanzia come pane, burro e marmellata, a quelli più innovativi dove il salmone è accompagnato al gelato di passion fruit.

Cosa li accomuna? Tutti strizzano l’occhio alla cultura del “fast-good”: cibo veloce da mangiare e adatto a qualsiasi ora, senza dover rinunciare necessariamente alla salute. Inoltre, sono così belli da vedere e, di conseguenza, da fotografare che hanno già fatto impazzire molte e molti Instagram addicted :-)  

Panzarotti, dalla Puglia con furore!

Nasce a Milano nel 2013 da un’idea imprenditoriale dei fratelli Terenzio, Panzarotti porta in Lombardia un insieme di valori e di sapori provenienti dalla cucina pugliese, in particolare, un prodotto ricco di tradizione: il panzerotto.

Farciti ad hoc con ingredienti di qualità, dalla Mozzarella di Bufala agli Straccetti di Cavallo, i “panzarotti” possono essere insaporiti con vari tipi di creme e salse: crema di zucchine, salsa al basilico e, tra le altre, c’è anche la Bomba Pugliese. Una selezione finale di panzerotti gourmet completa la vastissima scelta di prodotti.

Dulcis in fundo troviamo un’ampia offerta di birre provenienti da 100 Paesi del mondo che danno un tocco internazionale alla food experience pugliese.

E tu, cosa scegli?

5 idee made in Italy che innovano cibi più tradizionali, 5 “punte” che mi è sembrato interessante segnalarti. Ma certamente, l’Italia è grande e le idee ancora di scoprire sono tante!

Una cosa è certa: il cibo italiano è capace di reinventarsi ed esportare non solo in altre città rispetto a quella di nascita, ma anche all’estero.

Non ci resta che assaggiare tutto e decretare un vincitore: se hai altre idee e proposte, come già anticipato, vediamoci in fanpage di Ninja Marketing!