Advertising

Tutte le volte che Game of Thrones è stato utilizzato in pubblicità

KFC, SodaStream, Apple TV, BBC: tutti i brand che hanno scelto un protagonista della serie dei record targata HBO

Roberta Leone
Roberta Leone

Copywriter & Content Manager

Per questo articolo non sono stati maltrattati né lettori né spettatori della serie tv. Ma se non sei in pari con la programmazione può nuocere a te, contiene tanti, ma tanti SPOILER!

L’hanno ribattezzata “la serie dei record” e a tutti gli effetti Game of Thrones si è trasformata in una serie di culto. Tratta (i lettori più ortodossi preferiranno la dicitura “liberamente ispirata a”) della celeberrima saga fantasy A song of Ice and Fire, giunta alla sua settima stagione Game of Thrones si è trasformata in un fenomeno di massa, non più circoscritta agli amanti del fantasy. I suoi protagonisti sono ormai delle vere potenze dello star system internazionale e i brand non si sono certo fatti scappare l’opportunità di avere uno dei volti del Trono di Spade come loro testimonial.

Se vi siete persi queste campagne, ne abbiamo raccolti per voi alcuni imperdibili esempi.

SodaStream – “Who are the Homoschlepiens?”

I gasatori d’acqua domestici più famosi del mondo hanno dimostrato amore per i personaggi della saga fantasy già da tempo: in questo ultimo spot SodaStream ha toccato l’apice offrendo agli spettatori un crossover tra uno dei (fu) personaggi più amati della serie targata HBO – Kristian Nairn aka Hodor – e la paziente neuroscienziata, eterna fidanzata del Dottor Sheldon Cooper di Big Bang Theory, Mayim Bialik aka Amy Farrah Fowler.

I personaggi interpretati in “Who are the Homoschlepiens?” non si discostano molto da quelli portati sul piccolo schermo: lei è sempre una scienziata che intraprende un safari alla scoperta delle strane abitudini di una tribù, del quale Nairn fa parte, di uomini che usano le bottiglie di plastica per trasportare le bevande e ne parla compiaciuta ad una classe di bambini, totalmente increduli del fatto che esistano persone che usino bottiglie di plastica.

SodaStream – “Shame or Glory”

Cersei, l’ami, la odi, la detesti al punto di preferirle Sansa, ma che tu sia lettore o spettatore quando sei arrivato alla “Walk of Shame”, non puoi essere rimasto indifferente. La leonessa di Lannister viene rasata, spogliata, cade, si rialza e tutto questo scandito dal campanaccio di Septa Unella che la accompagna al grido di “Vergogna!”.

SodaStream non se l’è fatto dire due volte e – basandosi sul suo insight principale, quello del green e del minor spreco di plastica – ha deciso di accompagnare un insolito acquirente di acqua in bottiglia riproponendo il cammino dell’espiazione, dal supermercato a…

SodaStream – HeavyBubbles™

…A lui! Il piccolo Hafþór Júlíus “Thor” Björnsson (sì piccolo, non ha ancora trent’anni!) testimonial già – sempre per SodaStream – di “Heavy Bubbles™”, nel quale evidenzia in modo sarcastico i benefici del trasportare bottiglie di plastica, che diventano dei veri e propri bilancieri.

LEGGI ANCHE: L’importanza dei colori nella progettazione del web design

HBO – The Funniest Game of Thrones

La stessa HBO si affida alla sua serie di punta per comunicare il suo brand. Ed ecco subito la fantastica avventura della visione di un fantasy tutto sesso, draghi e violenza insieme a mamma e papà.

Caterpillar – “Tug of war”

Gregor Cleagane, “La Montagna” di Game of Thrones, è stato scelto come testimonial anche da Caterpillar, che in questo adv non vuole sottolineare solo la sua forza, ma quella delle sue macchine, che in fondo però hanno un’anima buona e lavorano solo a favore della comunità.

Iceland Mountain Vodka – “A day with Hafthor”

Nessuno è uscito indenne da questa scena. Che tu sia lettore o spettatore, la morte di Oberyn Martell rimarrà un brutto segno indelebile nel tuo cuore di amante del fantasy, sia per la sua snervante e petulante procrastinazione, che per come la Montagna ha ripreso il sopravvento su di lui e lo ha ucciso.

Iceland Mountain Vodka ha scelto di cavalcare quel turpe momento sdrammatizzandolo e presentandoci un lato sempre più divertente di questo gigantone simpatico.

KFC – “Lunchtime is coming”

Nel remoto caso in cui il vostro cuore non abbia avuto un fremito davanti alla scena precedente, sono sicura che almeno una lacrima per la fine del buon Hodor vi sia scappata. Incurante dello spoiler, KFC ha fatto parlare recentemente di sé per “Lunchtime is coming” (che riprende il celeberrimo motto di casa Stark Winter is Coming) il nuovo spot dove Kristian Nairn, invece dei non morti viene inseguito da centinaia di persone affamate. Ma poi si ricorda di essere da KFC e che tutto può essere risolto con un bel pollo fritto!

Apple TV – “Kiss me”

Anche Apple sceglie di affidarsi ad un crossover: Nicolaj Coster-Waldau, il biondo e prestante Jamie Lannister, insieme ad Alison Brie, la morigerata, viziata ragazza borghese Trudy Campbell di Mad Men (altra serie amata da noi Ninja, di cui ricorreva il decimo aniversario qualche giorno fa).

I due devono provare una scena romantica, Nikolaj-Jamie fa ricorso a tutta la sua esperienza di seduttore ma è lei, la Apple TV, la TV del futuro, la vera protagonista.

Bank of Scotland – “Decision well made (Parents)”

Jeor Mormont, conosciuto anche come Vecchio Orso o James Cosmo, è il 997 Lord Comandante dei Guardiani della Notte, che meglio di un confratello giurato per sostenere le decisioni importanti che ti suggerisce la Banca di Scozia?

BBC Winter Olimpics – Trailer – BBC Sport

Il canale tematico firmato BBC ci ha già abituati a spot di un certo spessore, a storytelling elaborati ed emozionanti come per le Olimpiadi di Rio.

Per le Olimpiadi invernali 2014 ha optato per uno scenario ispirato alla patria del Popolo Libero, le lande ghiacciate che si trovano oltre la Barriera raccontate da una voce d’eccezione: Charles Dance aka Tywin Lannister, il dorato capostipite di Castel Granito.

International Rescue Commitee – “Rescue has no boundaries”

Una Lena Headey che, abbandonati i panni della leonessa alcolica, ricorda in maniera quasi mistica il furore della regina Gorgo di 300 e si fa portavoce insieme a tanti compagni della serie HBO (tra cui Ramsey, Davos, Sansa, Sam, Arya, Daario) per raccogliere fondi destinati ai rifugiati nella campagna #RealmToTheRescue.

Infinity Q60 e Jimmy Choo MAN Fragrance

Ed eccoci arrivati a lui, quello che non sa mai niente. Sarà, ma Kit Harrington con il suo Jon Snow ha conquistato il cuore di buona parte del fanbase e con il suo sguardo malinconico e il broncio perenne è diventato testimonial di Jimmy Choo e Infinity Q60.

Scotts Porridge – “Ice Swim”

E se fino ad ora abbiamo visto spot interpretati dagli attori della saga, con questa adv dal sapore così vintage risaliamo invece a prima che l’avventura scritta da George R. R. Martin prendesse vita on screen.

Lui è “The Hound”, il mastino di casa Clegane che, prima di diventare un eroe agrodolce dal passato triste, era “solo” uno scozzese prestante amante del porridge e dei bagni ghiacciati d’inverno.

Samsung Galaxy Note

Nessun chiaro riferimento alla sacerdotessa rossa di Asshai delle Ombre in questo spot di Samsung Galaxy Note, se non un outfit total red per la bellissima (e in questo caso dolcissima) Carice Van Houten, la temibile Melisandre di Game of Thrones.

E se ancora non sappiamo se riuscirà a trovare Il Principe che fu promesso nella saga o chi altro sacrificherà al Signore della Luce, godiamocela in questo spot olandese per il colosso di Seul.

Wyndham Rewards Wizard – Cristal Ball

Se per i lettori Tormund Veleno dei Giganti è ancora un bruto, un combattente senza paura che si vanta d’esser stato allevato da un’orsa, nella serie abbiamo già potuto apprezzare anche il lato comico della sua mimica, che l’attore norvegese Kristofer Hivju mostra anche in Cristal Ball della Wyndham Rewards Wizard.

Hydro – “A new norwegian star in the spotlight”

Anche in “A New Norwegian star in the spotlight” il protagonista di Game of Thrones non rinuncia a far ridere. Con il suo passo incalzante si presenta sul set ma la vera star è Hydro, una delle aziende più importanti al mondo nel settore dell’alluminio.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?