Iger of the Week

Instagramer of the Week: intervista a Gnambox

Il viaggio nel mondo degli Igers continua: in questa puntata si raccontano Riccardo e Stefano, due ragazzi che esplorano il mondo della gastronomia mediante i loro scatti fotografici

Michele e Stefano sono due ragazzi di Milano che coltivano insieme una passione, capaci di averla fatta diventare qualcosa di concreto: Gnambox.

Gnambox è un blog volto alla condivisione di contenuti riguardanti il mondo della gastronomia. Ricette, filosofie e tecniche di cucina differenti, trovano tutte casa in questo progetto fresco, giovane, pieno di vitalità. Condividendo una passione comune, Michele e Stefano sono anche arrivati a soddisfazioni importanti, come la pubblicazione del loro primo libro di ricette, In Food We Trust, l’arricchimento del loro blog mediante una curiosa sezione di city guide, le collaborazioni con importanti brand online e offline, la pubblicazione della loro prima city guide su Milano, WOW MILANO.

Vi invitiamo a perdervi tra le pagine del loro blog, ma nel frattempo gli abbiamo fatto qualche domanda sul loro rapporto con Instagram, sicuramente il social in cui hanno più seguaci (quasi 120k), dove condividono quotidianamente i deliziosi piatti che cucinano o che incontrano tra ristoranti, baracchini, spiagge e mercati.

Per cominciare, come di consueto, potete raccontarvi con tre hashtag?

STEFANO: #goodvibes #workaholic #innamorati RICCARDO: #curiosi #spontanei #foodlovers

Cosa porta Instagram al vostro progetto, GNAMBOX?

STEFANO: Instagram per noi è un canale fondamentale. Ci permette di far capire ai nostri follower qual è la nostra quotidianità, quello che amiamo e il backstage del nostro lavoro. Instagram sin dall’inizio è stato fondamentale per riuscire a delineare il nostro stile. Grazie anche alle IG STORIES è uno strumento che ci permette di entrare sempre di più in contatto con le persone che ci seguono. 

RICCARDO: Instagram per noi è meglio di Google. Riusciamo a fare tantissima ricerca attraverso questo social, scopriamo luoghi, mode, tendenze e persone che ci possono ispirare.

Le vostre foto sono molto particolari e attraenti, avete addirittura stilato i “10 comandamenti Instagram” by GNAMBOX. Riuscite a riassumerli in qualche riga? Come rendere una foto efficace su Instagram?

STEFANO: La prima cosa che diciamo è che se non ci sono le giuste condizioni di luce e styling è inutile provarci. Siamo dell’idea che Instagram sia il social della bellezza. Per noi è importante mettere sempre immagini curate ma non maniacalmente, non vogliamo confondere i nostri scatti di food con esercizi di foodstyling RICCARDO: Una foto è efficace quando racconta qualche cosa. Che sia un viaggio o semplicemente un’emozione. L’importante è comunicare.

  La Puglia in un piatto 💚 Orecchiette con cime di rapa state of mind #gnamboxinpuglia #🌵🙌🏻🌵 #puglia #orecchiette   Un post condiviso da GNAMBOX (@gnambox) in data:

Protagonista delle vostre foto è, naturalmente, la gastronomia. Ma voi, quanto cucinate per le vostre foto? 

STEFANO: Non cuciniamo quanto vorremmo. Da quando GNAMBOX è diventato un lavoro e abbiamo un piano editoriale da seguire capita che ci chiudiamo in casa per 2/3 giorni e scattiamo tutte le ricette del mese. Il bello è che poi invitiamo amici e genitori a mangiare tutto quello che abbiamo cucinato. Amiamo anche fotografare il cibo quando siamo in viaggio per raccontare quali sono i piatti più belli che assaggiamo. 

RICCARDO: Dato che viaggiamo spesso, nel nostro quotidiano, tendiamo a mangiare super healthy, quindi vogliamo anche far capire alle persone che ci seguono che non ci concediamo sempre tutto quello che vogliamo ma che è importante seguire un’alimentazione sana e bilanciata.

Work in progress ⚠️ 📳 ⚠️ #breakfast #wowmilano #tommyhilfiger 📸 @lammaigal

Un post condiviso da GNAMBOX (@gnambox) in data:

Siete di Milano ma molte vostre foto vengono dalla Puglia, da Parigi, da NY, dal mondo. Quanto è importante “scattare” quando si è in viaggio?

STEFANO: Fondamentale. Per noi il cibo è il filo conduttore del nostro racconto. Partendo dalla foto di un piatto puoi raccontare una persona, un territorio, una città! RICCARDO: Abbiamo iniziato a scrivere le nostre city guide perché le persone, conoscendo ormai il nostro stile, hanno iniziato a chiederci consiglio su dove andare a mangiare nelle varie città che visitiamo. È per noi fondamentale scattare e provare tutti i posti che riteniamo “inspirational”.

Uno sguardo al futuro: dove vorreste arrivare con le vostre foto?

STEFANO: Grazie ai social siamo già riusciti ad arrivare a persone che non avremmo mai pensato di poter incontrare. Ogni volta che viaggiamo incontriamo sempre le persone “conosciute” via Instagram. Sono loro che rendono sempre speciali i nostri viaggi e le nostre esperienze. 

RICCARDO: In ogni angolo del mondo. A volte ci sentiamo ancora all’inizio, come se dovesse succedere ancora tutto, vorremmo che le nostre foto siano viste e di ispirazione ovunque, senza confini.

Segui @gnambox su Instagram!

>> Scopri la Rubrica“Iger della settimana” ed entra nella Community Instagramers Italia, la più grande Community italiana legata al mondo della comunicazione visiva.