Iger of the Week

Instagramer of the Week: intervista a Giulio Tolli

Alla scoperta del mondo degli Instagramers. Questa settimana con l’intervista a Giulio Tolli: abruzzese doc che con i suoi foto racconti ha fatto innamorare quasi 100k follower

Emanuele Loiacono
Emanuele Loiacono

Digital strategist & Social Media Manager @TBI Marketing

Innamorarsi dei suoi scatti è davvero facile. Colori neutri, panorami incredibili e una buona dose di follia e creatività. Se non fate parte dei 100k che seguono ogni giorno le sue storie, ecco a voi Giulio Tolli: 27 anni, abruzzese doc, fotografo professionista e ingegnere mancato che ha deciso di inseguire la sua grande passione per la fotografia. Nel suo feed di Instagram condivide racconti e scatti di vita quotidiana che hanno conquistato follower e  brand.

Oggi Giulio è un Iger affermato, manager della community degli @IgersPescara e inviato speciale per tantissimi brand come Ferrarelle.

Ciao Giulio. Iniziamo con la prima domanda di rito. Descriviti con tre hashtag

#Discovery:  che è differente dal semplice #travel. Io adoro scoprire nuovi posti e non semplicemente visitarli.

#Mare: perché per me è il tutto e il niente, indispensabile.

#Abruzzo: perché è la mia terra e pur viaggiando ovunque non riuscirò mai a togliermela dagli occhi.

Nelle tue foto sono presenti spesso scatti che immortalano luoghi meravigliosi dell’Abruzzo. Qual è lo scatto che secondo te racchiude l’essenza della tua regione?

L’Abruzzo per me è la mia più grande casa. Quel luogo dove mi trovo perfettamente a mio agio che sia in montagna, al mare o in uno degli infiniti vicoli dei paesini.

Se dovessi scegliere una delle mie foto che rappresenta la mia terra nella sua totalità probabilmente non riuscirei a racchiudere la sua vera essenza. Però questo scatto realizzato a Punta Aderci, per me è incredibilmente significativa, perché a mio avviso esprime tutte quelle volte in cui  la mia regione è caduta frantumandosi ma nonostante ciò ha continuato a rialzarsi senza paura per riprendere a volare.

[#LearnToFly] "Non esistono posti irraggiungibili se si ha il coraggio di lasciarsi andare."

A post shared by Giulio Tolli (@giuliotolli) on

La tua popolarità su Instagram ti ha permesso di far parte di diversi progetti in giro per il mondo. Qual è stato il luogo che ti ha più emozionato fotografare ?

La mia fortuna è stata quella di riuscire a diventare “popolare” su Instagram immediatamente senza pensare ai vari BOT, likes, followers fake o fantasma. Ho potuto descrivere la mia vita attraverso le foto, senza badare ai vari paradigmi che ora si studiano per diventare influencer. Grazie a questo sono stato notato da molti operatori e agenzie che mi hanno invitato a girare l’Italia in lungo e largo e a volte anche il mondo. Sicuramente non dimenticherò mai i dieci giorni nel deserto australiano quando ho collaborato con Land Rover, una delle esperienze più belle. Dormire in tenda, silenzio assoluto e circondato solo dalla natura incontaminata. Ho realizzato uno dei sogni della mia vita.

Il Mare è uno dei tuoi soggetti preferiti delle tue foto. Hai un legame particolare?

Per me il mare è indispensabile. Il mio tutto e il mio niente. Quel luogo dove mi sento fuori dal mondo e fuori dal tempo. Quel posto speciale chiuso a chiave prima nei miei occhi e dopo nel cuore. Può accedervi solo chi decido io. Proprio lì, in riva al mare, osservando l’orizzonte correre veloce, adoro condividere i momenti più belli, i ricordi, i pensieri e le parole. Le dono a lui per custodire ciò che mi è più caro perchè sono sicuro che ovunque mi troverò potrò tornare da lui e sarà pronto ad abbracciarmi, in silenzio, come piace a me. La mia isola al di fuori dal mondo.

I tuoi scatti sono fonte di ispirazione per coloro che cercano luoghi suggestivi da visitare. Come secondo te Instagram favorisce la promozione turistica?

Con le mie foto amo raccontare prima ancora che ispirare. Amo descrivere ciò che una terra, un luogo o una persona sono nella maniera più schietta e contemporaneamente emotiva possibile. Instagram è un motore sempre attivo in questa direzione, mi permette di condividere tutto ciò che voglio con il mondo intero e per questo motivo si trasforma in un canale dalla portata e forza incredibile per promuovere il turismo in una determinata zona.

Hai lanciato alcune tendenze su instagram come quella del tuo progetto @Gtjumps, dove condividi foto incentrate sui salti. Quali saranno secondo te le tendenze future da seguire con attenzione?

Qui mi scappa una risata. Purtroppo io non sono abbastanza “forte” da lanciare tendenze, ma sicuramente quella dei salti è stata una bella intuizione che ha funzionato da subito perchè riusciva a descrivere un luogo in maniera molto più simpatica e dinamica catturando immediatamente l’attenzione. Instagram ormai è un libro conosciuto a chiunque ci entra un minimo dentro e trovare una tendenza che può diventare virale è difficile. Più che tendenza io credo che con il passare del tempo vedremo account e profili sempre più mirati su un determinato stile o tipo di fotografia.

Kick jump!

A post shared by Giulio (@gtjumps) on

Segui @giuliotolli su Instagram!

>>> Scopri la Rubrica “Iger della settimana” ed entra nella Community Instagramers Italia, la più grande Community italiana legata al mondo della comunicazione visiva.

instagramers-italia-logo