Street Art by INWARD

A Dublino la street art incontra il green marketing

"The City Is My Garden" un progetto dei magazzini Arnotts firmato dall'artista irlandese Maser

di Silvia Scardapane

Questa settimana Streetness diventa green e vola a Dublino. La capitale irlandese è nota nel mondo per l’attenzione rivolta all’ambiente, all’eco-sostenibilità e alla biodiversità e da oggi anche la Street Art sarà portatrice di questo messaggio. I grandi magazzini Arnotts, infatti, hanno promosso un progetto intitolato “The City Is My Garden” collaborando con i Giardini Botanici Nazionali d’Irlanda e lo street artist Maser.

Maser ha realizzato i primi graffiti nel 1995 tra le strade di Dublino. Pochi anni dopo l’artista ha iniziato a ripensare lo spazio urbano studiando interventi site specific e divenendo uno dei più noti rappresentanti dell’arte urbana in Irlanda; inizialmente il suo lavoro era fortemente influenzato dalla tipografia e dalla pittura segnica ma successivamente ha abbracciato l’astrazione geometrica e la semplicità della forma. Attualmente Maser è molto noto nel campo dell’arte contemporanea e non ha solo ampliato la propria produzione includendo sculture in 3D ma ha anche esposto in alcune delle gallerie più note d’Europa, vantando collaborazioni con numerosi artisti tra cui JR, Connor Harrington e Fintan Magee.

18554452_1270227023074990_355659367_n

 

La sgargiante pallette dell’artista ricrea in pieno centro, tra le case di Liffey Street, un giardino contemporaneo urbano che vuole istruire, tramite l’arte, i passanti sui temi dei giardini botanici e la sostenibilità, senza rinunciare ad elementi floreali di moda. Il risultato è uno straordinario effetto visivo fatto di sagome leggere e pattern vivaci. Altri interventi saranno realizzati in città: l’idea è quella di elogiare certamente la bellezza di Dublino, ma anche di sottolineare l’importanza della natura e della vita all’aria aperta.

La Street Art di Maser sboccia anche nelle vetrine di Arnotts, il cui flagship store – cattedrale della moda irish, degli accessori e dell’homeware – è posizionato nel lato nord della città.

Pic: Marc O'Sullivan

Pic: Marc O’Sullivan

Migliaia i volantini informativi distribuiti ai clienti, agli abitanti e ai turisti, accompagnati da una piccola confezione di semi di girasole così tutti, indistintamente, potranno godere di “The City Is My Garden” anche nelle loro case.

“Quando abbiamo pensato ad un giardino simbolo della città di Dublino, il nostro pensiero è volato ai Giardini Botanici Nazionali e siamo stati lieti di congiungere quest’aspetto con l’arte di Maser per portare il giardino in un contesto urbano. Speriamo che i nostri clienti ritrovino il tempo per scoprire tutto ciò che afferisce alla botanica attraverso le nostre infografiche e installazioni educative” Damien Byrne, direttore creativo di Arnotts.

Anche il lavoro dell’artista si è basato su una lenta e precisa conoscenza del mondo botanico e sugli effetti di alcune piante sulla nostra salute; Maser, infatti, ha personalmente fotografato le più interessanti presenti nei Giardini Botanici Nazionali realizzandone poi gli schizzi su cui ha elaborato i motivi che contraddistinguono l’intera campagna.

the-city-is-my-garden-2

La scelta dei magazzini Arnotts valorizza, così, uno degli aspetti che da sempre riteniamo essere  tra i più importanti per la promozione di un brand o di un’azienda, rendendo alcuni simboli della tradizione, come il trifoglio, fortemente contemporanei. Una propaganda pubblicitaria che si inserisce perfettamente nelle dinamiche del green marketing intelligente senza tralasciare l’importanza di fortificare le proprie radici, optando per partner e artisti locali.

Se è vero che l’erba del vicino è sempre più verde, speriamo che dopo quest’esempio anche in Italia possano nascere interessanti campagne di sensibilizzazione puntando sul potere comunicativo della Street Art.