Life

L’utilizzo di internet che provoca l’isolamento

Ecco cosa succede quando l'interazione umana viene sostituita dai social network

I social media aiutano a connettere le persone.

Come fareste senza di loro ad essere in contatto con i compagni delle elementari ed augurare buon compleanno al cugino di terzo grado? Oppure come fareste a sapere dove sono e cosa fanno tutti i vostri amici?

In realtà l’effetto provocato dal loro utilizzo eccessivo è proprio l’esatto contrario: ci isoliamo ogni volta che passiamo del tempo sui social media, piuttosto che uscire e goderci la compagnia degli amici.

Parliamo di social media perché sono sicuramente i siti più utilizzati, ma in generale trascorrere troppo tempo online ha gli stessi risultati negativi.

loneliness-online

Anche qui avevamo già detto quanto sia facile diventare dipendenti dallo smartphone e da internet.

Adesso abbiamo approfondito l’argomento riportando uno studio effettuato dal Professor Brian Primack dell’Università di Medicina di Pittsburgs su 1.787 adulti tra i 19 e i 32 anni: ne è risultato che chi utilizza i social media per più di due ore al giorno raddoppia la possibilità di soffrire di isolamento sociale e solitudine.

Ma spieghiamo più nel dettaglio su cosa sia basata questa ricerca: ad ogni persona è stato chiesto di definire il proprio livello di isolamento utilizzando la tecnica del Promis (Patient-Reported Outcomes Measurement Information System). Ne è risultata una connessione tra l’isolamento provato dai soggetti e l’utilizzo dei social media, pur avendo eliminando i vari fattori sociali e demografici che potevano influenzarne il risultato.

Il Professor Primark afferma che siamo “creature sociali“, ma è la società e lo stile di vita moderno che tende a farci isolare.
Quindi il dubbio è che non sia stato l’uso dei nuovi mezzi di comunicazione a provocare l’isolamento, ma sono le persone che si sentono più isolate ad avere la necessità di utilizzare i social media per uscirne. In ogni caso, il Professor Primack afferma che né i social media né il trascorrere troppo tempo online riescano ad aiutare i soggetti che soffrono di questo isolamento.

Siamo davvero arrivati al punto indicato da Einstein?

einstein_feared-technology