Life

Lavoro e produttività: le 8 domande che devi porti

C'è una netta differenza tra essere "occupati" ed essere "produttivi": ecco le 8 domande che ti aiuteranno a costruire il tuo successo

Jessica Simonetti
Jessica Simonetti

Copywriter & Social Media Manager

Essere sempre concentrati sul lavoro non è facile: durante il giorno possono esserci dei momenti in cui il livello di attenzione cala al minimo storico e la creatività scende a picco.

Ci sono persone che riescono ad organizzare la loro attività professionale in modo semplice ed ordinato. Persone che, per combattere le distrazioni, si focalizzano ogni giorno sui propri obiettivi e lavorano sodo per raggiungerli.

La differenza tra l’essere “occupati” e l’essere “produttivi” sul posto di lavoro risiede proprio nella capacità di ottimizzare il proprio tempo per ottenere i migliori risultati.

Ti sei mai chiesto se sei produttivo sul lavoro o semplicemente “occupato”? Per rispondere a questa domanda e massimizzare il tuo successo sul lavoro dovresti porti otto quesiti. Vediamoli insieme.

Young female student working at home.She sitting in her working room and typing something on laptop.

1 – “Lavoro fissandomi un obiettivo?”

La prima domanda che devi porti (la più importante) riguarda proprio i tuoi obiettivi. Il lavoro senza uno scopo vero e proprio è solo fatica.

Le persone produttive sanno sempre quello che fanno e lavorano per raggiungere una meta. Per favorire questo processo, le persone produttive fissano obiettivi a breve e a lungo termine e determinano, step dopo step, la soluzione migliore per perseguirli.

Non pensare che l’essere preciso ed organizzato ti renda schiavo della routine. Al contrario, la pianificazione ti aiuterà ad eliminare tutti gli ostacoli che incontrerai sul tuo cammino e a mettere da parte tutte le distrazioni.

lavoro-e-produttività-1

2 – “Creo un sistema a supporto dei miei obiettivi?”

Per far sì che i tuoi obiettivi ti conducano ai risultati sperati, hai bisogno di collocarli nella giusta cornice. Se sei un imprenditore, il tuo desiderio più grande sarà quello di costruire un business che funzioni. Ciò comporterà la messa a punto di un sistema costituito da processi di vendita, marketing, realizzazione, gestione delle risorse.

Le persone produttive si impegnano nella costruzione di un sistema che li aiuti a dare la giusta direzione ai loro progetti e a raccogliere i primi frutti anche nel breve periodo.

3 – “Credo in me stesso?”

Lavorare sodo è difficile. Non raggiungere i risultati sperati nei tempi che ti sei prefissato può portarti a perdere l’ottimismo e a non credere nelle tue capacità. Beh, non c’è nulla di più sbagliato.

Le persone “occupate” sono predisposte alla rinuncia, ma le persone produttive no.

Non bisogna mai mettersi in dubbio per un insuccesso. Quello può capitare. L’importante è che tieni a mente che l’unico modo per realizzare i tuoi progetti non è semplicemente provarci, ma continuare a provarci per riuscirci. Credendoci e credendo nelle tue potenzialità. If you dream it, you can do it.

4 – “Credo di avere il controllo della mia vita?”

Molte persone credono che i successi o gli insuccessi con cui si scontrano nella loro vita dipendano da fattori esterni, come la fortuna.

La fortuna può sicuramente fare la sua parte, ma le persone produttive non se ne preoccupano, perché hanno il pieno controllo della propria vita.

Non si può controllare la fortuna ma, sicuramente, si può avere il controllo delle proprie azioni. Se desideri che qualcosa, impegnati per far sì che quel qualcosa accada, senza preoccuparti di condizionamenti esterni. Ricorda che dipende solo da te.

5 – “Riesco a cogliere le opportunità al volo?”

Le persone produttive hanno un’ampia visione del mondo e sanno cogliere al volo le nuove opportunità.

Se avvisti un modello che funziona e che porta innovazione al tuo sistema, fallo tuo ed inglobalo. Non avere paura di provare cose nuove, di sperimentare e di metterti in gioco. Non percepire il cambiamento come tuo nemico: potrebbe essere il tuo miglior alleato.

6 – “Posso usare i miei obiettivi per prendere decisioni?”

La capacità di prendere decisioni è fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi. Usa i tuoi obiettivi come una guida, perché ti aiuteranno ad essere più determinato e a fare le scelte migliori per te. “Sarà questo ad aiutarmi a raggiungere il mio obiettivo? Se no, non lo farò”.

L’indecisione nasce dalla mancanza di uno scopo. Se ti senti in balìa dei tuoi dubbi, fermati e fai un passo indietro. Quando sai di voler qualcosa veramente, la maggior parte delle decisioni dovrebbero essere quasi automatiche.

7 – “Sono multitasking?”

Secondo alcuni studi, essere multitasking non rende affatto più produttivi. Al contrario, fare più cose contemporaneamente agisce negativamente sulla qualità del lavoro, rendendolo inefficiente.

Puoi essere d’accordo o meno, ma le persone produttive si concentrano su una cosa alla volta, la portano a termine e poi si concentrano su altro. E lo fanno in maniera impeccabile.

lavoro-e-produttività-2

8 – “Posso chiedere aiuto subito?”

Le persone produttive sanno chiedere aiuto se non riescono ad ottenere qualcosa. Chiedere aiuto non è un segno di debolezza, anzi: dare fiducia ad un’altra persona significa apprezzare la sua esperienza, le sue competenze, il suo intuito.

Il rispetto reciproco è alla base di ogni rapporto e il modo migliore per costruirlo è quello di essere il primo a mostrarlo.

Ascolta i consigli degli altri e circondati di persone ottimiste capaci di creare un clima di rispetto e fiducia. Anche se non riuscirai a raggiungere i tuoi obiettivi, la tua vita sarà sicuramente più ricca.