Tech

Grazie al Data Dress progettato da Google e H&M, mai più “Non ho niente da mettermi”

Quante ore della nostra vita sprechiamo a cercare di capire cosa indossare? Da oggi grazie a Google e H&M saremo liberi anche da questo pensiero: arriva il Data_Dress!

Diciamoci la verità: la mattina al risveglio l’idea di aprire l’armadio e decidere cosa indossare ci sembra sempre un’ingiusta punizione. A breve potremo smettere di lamentarci anche di questo, grazie all’arrivo di Data_Dress, il progetto sviluppato da Google e H&M.

Com’è il tempo fuori? E se poi ho caldo? Vado in auto, posso mettere i tacchi? È mercoledì, devo passare in tre uffici diversi in due ore, vado di scarpe da ginnastica?

La digital fashion house del gruppo H&M, Ivyrevel, ha pensato proprio ai dubbi che ogni giorno ci assalgono, e ha realizzato il progetto Coded Couture, grazie al quale è nata un’app, per il sistema operativo Android, che aiuta ogni utente a trovare un outfit studiato ad hoc.

Che cos’è il Data_Dress?

Google e H&M presentano Data_Dress: mai più "Non ho niente da mettermi"

Cambieremo l’industria della moda portando la personalità dei clienti all’interno del processo di design, grazie alla tecnologia e all’utilizzo dei big data.

Ha detto Aleksandar Subosic, co-founder di Ivyrevel, in conferenza stampa.

Data_Dress dà il potere alle donne di tutto il mondo di ordinare un abito costruito interamente sulle loro abitudini e il modo in cui vivono le loro giornate.

Insomma, Data_Dress sarebbe in grado di elaborare le informazioni su ogni singolo utente per costruire l’outfit perfetto per ognuno di noi. Ma come fa?

LEGGI ANCHE: H&M festeggia il Natale con lo spot diretto da Wes Anderson

Come funziona Data_Dress?

Google e H&M presentano Data_Dress: mai più "Non ho niente da mettermi"

Il funzionamento è molto semplice, se sai cosa sono le Snapshot API di Google. Ognuno di noi compie diverse azioni quotidianamente, ma quasi sempre lo facciamo portando con noi lo smartphone, che funge da antenna per la registrazione di queste azioni.

Andiamo in ufficio, in palestra, a cena fuori, utilizziamo la metropolitana, oppure l’auto. Ci spostiamo a piedi, e se piove preferiamo non prendere la bicicletta, se invece c’è il sole ci piace passare la domenica mattina al parco. Ascoltiamo musica per un certo numero di minuti al giorno, con gli auricolari, e nel weekend ci piace provare posti nuovi dove mangiare, assistere a un concerto, guardare un film o goderci una mostra, oppure siamo molto abitudinari e frequentiamo bene o male sempre gli stessi posti.

Insomma, grazie a queste preziosissime API, Google sa tantissime cose di noi. Sa anche se abbiamo bisogno di coprirci da pioggia e vento, se il tacco 12 sia una scelta opportuna per la nostra giornata perché ci spostiamo in auto, oppure se sia preferibile indossare un jeans comodo per pedalare.

Basterà insomma portare con noi lo smartphone per una settimana, per registrare la nostra intera routine, e l’app imparerà a conoscere le nostre abitudini e sarà in grado di disegnare un unico abito, a firma Ivyrevel, grazie alle API.

Una volta confezionato il progetto dell’abito, il Data_Dress sarà disponibile per l’acquisto.

LEGGI ANCHE: Blockchain, Robo Advisors, P2P, Open API e molto ancora: ecco le principali innovazioni del settore banking

Al momento l’app è in stage alfa, ma è stata provata da diversi influencer in tutto il mondo, incluso il blogger Kenza Zouiten, come abbiamo visto nel video.

E tu? Scommetto che non vedi l’ora di farti confezionare l’abito perfetto per la tua giornata :)