Design

Il giro del mondo in 80…studi di architettura!

Un mix di scatti degli uffici più belli e creativi del mondo, da Pechino a Copenaghen, firmato Marc Goodwin.

Mariagrazia Repola

contributor

    Quando pensiamo agli architetti e ai designer, ci vengono sempre in mente persone estrose, intente a lavorare sui propri piani di lavoro, con matite, penne e fogli volanti ovunque. L’esperimento di Marc Goodwin è proprio quello di documentare queste persone creative e talentuose, immerse nei propri uffici colorati o del tutto ordinari, ma mai banali.

    Il giro del mondo in 80...studi di architettura!

    Tanya Klyne (Parigi)

    Il fotografo londinese sta facendo il giro del mondo, il suo esperimento va avanti da un anno, partendo da Pechino fino a Copenhagen, la tappa più recente è stata Parigi, al Renzo Piano Building Workshop. Il suo scopo è quello di evidenziare le differenze sussistenti tra i vari studi, come sono stati progettati, come sono organizzati internamente, quali sono le differenze e le uguaglianze, certamente ciò che li accomuna tutti, è la particolarità dell’arredo, in tutte le foto si avverte la voglia di rendere più familiare gli interni, mantenendo sempre l’aspetto professionale.

    Renzo Piano Building Workshop (Parigi)

    Fotografando ogni angolo degli studi, a qualunque ora del giorno e della sera, soddisfacendo ogni nostra piccola curiosità, Goodwin sostiene che gli studi più “aziendali” sono quelli londinesi, Foster + Partners e Zaha Hadid Associates, mentre gli uffici del nord Europa sono quelli che si presentano più organizzati, funzionali e minimalisti.

    Zaha Hadid Associates (Londra)

    Quelli che hanno colpito il suo interesse e lo hanno davvero colto di sorpresa, sono stati gli studi di Pechino, li ha definiti molto particolari, inaspettati, davvero belli.

    Nel suo ultimo viaggio, Parigi appunto, ha constato l’eclettismo e la personalizzazione degli uffici, tutto ciò li rende unici rispetto agli altri. Quello che accomuna gli studi fotografati, sono la luminosità degli interni, la presenza di spazi bianchi, puri, l’efficienza e l’organizzazione, la precisione. Gli interni sono più standardizzati, mentre gli esterni sono diversificati, l’idea della diversità è più pronunciata; si passa da grattaceli infiniti ad enormi capannoni, si arriva ad edifici industriali messi a nuovo, e infine anche  degli uffici-birreria. Volete saperne di più? Il viaggio di Goodwin non è ancora terminato, intanto date un’occhiata a questi scatti.

    Lispace Design (Pechino)

     

     

     

     

    Snohetta office (Oslo)

    Il giro del mondo in 80...studi di architettura!

    Jägnefält Milton (Stoccolma)

    Il giro del mondo in 80...studi di architettura!

    Superunion (Nordic offices)

    Il giro del mondo in 80...studi di architettura!

    JKMM offices

    Il giro del mondo in 80...studi di architettura!

    Il giro del mondo in 80...studi di architettura!

    Hawkins Brown (Londra)

    VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

    Scritto da

    Mariagrazia Repola

    contributor

    Laureata in Comunicazione Digitale e in Lettere, amante dell'arte, la fotografia, il cinema e le serie tv. Lettrice incallita. Animo rock'n'roll. Appassionata di marketing, ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Mariagrazia Repola .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it