Social media

Come conciliare blog e lavoro a tempo pieno

Alcuni consigli da veri ninja per tenere insieme blog e full time job senza rinunciare ad uno dei due

Giuseppe Colaneri

Copywriter, Social Media Marketer, Editor

L’attività da blogger richiede impegno, tempo e dedizione. Tanto tempo e dedizione. Ci sono sempre mille cose da fare e altrettante da migliorare per avere successo o, semplicemente, garantire una qualità tale da essere soddisfatti del proprio operato.

Non è semplice dedicarsi, con costanza, a questi compiti; ciò è ancor più vero quando, per esempio, quella del blogging è una seconda attività coltivata a fianco di un lavoro a tempo pieno. Le ventiquattro ore che compongono una giornata sono infatti tremendamente tiranne ma, con piccoli accorgimenti e un pizzico di pratica, è possibile riuscire a coniugare due mondi all’apparenza inconciliabili. Come? Provando a seguire questi semplici ma efficaci consigli.

Desideralo davvero

Sembra banale, ma la prima domanda che bisogna porsi è: quanto vuoi davvero fare anche il blogger? La risposta non è sempre positiva e non c’è nulla di male a voler dedicare il tempo lontano dall’ufficio ad attività puramente ricreative e distensive. Se però c’è l’intenzione, allora è giunta l’ora di salutare le tante scuse che la pigrizia sembra subito voler suggerire alla tua mente per allontanarti dal tuo blog.

Stabilisci una quantità di tempo realistica

Ogni blog deve avere un obiettivo ed è inutile imporsi un traguardo irrealistico. Valuta bene le risorse a tua disposizione. Quanto tempo a settimana credi di poter dedicare al tuo blog? Mentire a te stesso non ti aiuterà e, anzi, non farà altro che portare ulteriore stress alla tua vita.

Ma essere onesti vuol dire anche saper individuare quanto tempo si spreca ogni giorno tra distrazioni e ozio per poi, ci si augura, sfruttare quei preziosi minuti in attività più fruttuose e stimolanti.

blog1

Alzati dal letto più presto

Svegliarsi presto al mattino è traumatico per tutti, ma aumentare il tempo a disposizione tra il letto e la scrivania dell’ufficio può solo far bene alla tua attività da blogger. Evita di fare sempre le ore piccole, gustati un buon caffé e dedica quaranta o sessanta minuti ogni mattina al tuo blog. Rispondi alle mail, programma articoli e post sui social network, butta giù qualche riga indicativa per il tuo prossimo pezzo, raccogli contenuti da sfruttare.

E se non sei una persona molto mattutina, prova l’opposto: dedica qualche ora notturna al tuo blog prima di andare a dormire. Occhio a non abusare di caffeina per restare sveglio, però: l’obiettivo è quello di rendere migliore la tua vita da blogger, non peggiorare il tuo rendimento sul lavoro a tempo pieno.

Elimina le perdite di tempo

Siamo onesti: ogni giorno perdiamo tantissimo tempo dietro attività futili se non dannose. Quanti minuti abbiamo sprecato in discussioni sterili su Facebook? Quante altre volte abbiamo rivolto la nostra attenzione alla allo scovare un po’ di gossip tra i nostri contatti social? E ammettetelo, spesso siete rimasti davanti alla tv a vedere film e programmi che nemmeno vi interessavano.

Secondo alcune ricerche gli adulti spendono almeno dieci ore a settimana scrutando ciò che accade sui social network che utilizzano. Quanto di questo tempo è effettivamente necessario e quanto invece potrebbe essere dedicato ad altro senza rinunciare ai piaceri di Facebook e simili? Se, ipotizziamo, un adulto dedicasse metà del tempo che impiega sui social network rispetto alla media avrebbe ben quaranta ore mensili da sfruttare per altre attività. Non poco, insomma.

Organizzati

L’organizzazione è la chiave per il successo e l’efficienza. Mantieni sempre una lista di attività, quotidiane e occasionali, utili per la tua attività da blogger da tenere sempre a mente. Post-it, note vocali o app come Wunderlist: non importa lo strumento, l’importante è sapere cosa fare per poter sfruttare meglio il tempo libero a disposizione. A proposito, lo sapevi che in media le persone sprecano circa dodici giorni l’anno perché male organizzati?

blog2Sfrutta le pause pranzo

Le pause pranzo sono un’ancora di salvezza e di relax durante la vita lavorativa. Non solo rifocillano il corpo, ma anche la mente e sono un’ottima occasione per socializzare con colleghi e compagni di lavoro. Se hai la fortuna di avere una pausa pranzo particolarmente generosa in termini di minutaggio, prova a dedicare un po’ di tempo al tuo blog. Magari raffinando le idee raccolte al mattino, facendoti ispirare da articoli interessanti raccolti su Feedly o monitorando l’attività social dei tuoi post programmati. E se riesci a buttare giù il tuo articolo dopo un panino… complimenti!

Monetizza il tuo blog

Arriverà il momento in cui tu vuoi ricavare non solo piacere personale dal tempo che dedichi al tuo blog. È fisiologico ed è giusto così: devi essere soddisfatto di ciò che fai. Ci sono diversi strumenti “passivi” in grado di far generare al tuo blog qualche soldino. Oltre al conosciutissimo display advertising, puoi provare la strada dell’affiliate marketing. Se fari recensioni di libri, dischi musicali, film o videogame puoi provare il programma di Amazon, sperimentato con successo da molti portali. E chissà, magari un giorno potrai promuovere promoted content e articoli sponsorizzati!

Sii costante

Lo abbiamo già detto all’inizio e anche in altri articoli, ma il vero cardine di tutto è la costanza. Tutti i consigli di sopra non avranno senso alcuno se applicati “una tantum”. Sia un modesto box auto che il più imponente dei grattacieli nascono allo stesso modo: mattone dopo mattone. Con la perseveranza che funge da malta a tenere unito il tutto.