Tech

Dai Cat Cafè all’Opera di Firenze: a luglio su Kickstarter, progetti per tutti i gusti

Kickstarter a luglio? Lo smartwatch per i bambini, la smart home, la family bike, gli accessori per i musica-dipendenti e altri progetti da non perdere

Daniele Sghedoni

Digital Transformation, Marketing Automation, Ecommerce

Eccomi con il nuovo appuntamento dedicato alle 5 campagne più cool su Kickstarter in scadenza nel mese di luglio!

LEGGI ANCHE: Dai nuovi Pebble alla stampante 3D per i bambini: i 5 progetti tech su Kickstarter da supportare a Giugno

Ricorda che puoi segnalarmi via Twitter (@sghedo / @NinjaTechStyle) le campagne più interessanti nelle quali ti imbatti: il tuo contributo è fondamentale per dare ad altri ninja la possibilità di scoprire per primi the next big thing.

Ma ora via alla Top 5 del mese di Luglio!

Octopus, lo smartwatch per bambini

Puntuale come ogni mese ecco un progetto dedicato ai più piccoli e, come successo qualche mese fa con Cubetto, anche stavolta si rivela essere il mio preferito.

Octopus è uno smartwatch dal design minimale ma estremamente accattivante che si pone l’obiettivo di insegnare ai bambini come gestire il loro tempo quotidiano in maniera responsabile, ricordando loro di svolgere determinate attività (lavarsi i denti, fare i compiti, fare colazione, dare da mangiare al proprio animale dimestico, ecc..) tramite notifiche dalla grafica semplice e immediata e alle quali il bambino potrà rispondere segnalando la fine del proprio compito. Esse saranno ovviamente controllate dai genitori, che potranno impostarle utilizzando l’app dedicata scegliendo tra le oltre 600 icone disponibili.

Ad oggi il progetto è vicino ai 600.000$ (contro i 50.000$ richiesti) ma, se vuoi contribuire, hai tempo fino al 22 Luglio per comprare un Octopus a soli 59$. Esiste anche uno “School Pack” fatto di 20 Octopus a 999$: il tempo per organizzare un gruppo di acquisto c’è, avanti tutta!

A proposito di progetti per le famiglie colgo l’occasione per segnalarti anche Taga, la bicicletta pensata per mamme e papà ciclisti. Un triciclo a pedali che si trasforma in passeggino ma che, in base al seggiolino montato sull’avantreno, può essere utilizzato anche per altre finalità.

Con quasi 2 milioni di dollari raccolti Taga è sicuramente il progetto del momento: hai tempo fino al 17 Luglio per acquistare una bicicletta nella versione standard a 649$ (anzichè a 999$, prezzo previsto per il lancio nei negozi) o, se la preferisci nella versione elettrica, a 1199$ (anzichè 1799$).

Nura, le cuffie per un’esperienza di ascolto personalizzata

Un altro progetto di cui si sta parlando moltissimo in queste settimane è Nura, cuffie in grado di analizzare le capacità uditive dell’orecchio e di conseguenza equalizzare la musica riprodotta, ottimizzando così l’esperienza di ascolto per il singolo utente.

Cuffie apparentemente normali ma che in realtà rappresentano un mix tra l’architettura over-ear (ovvero quel tipo di cuffie che si appoggiano sopra all’orecchio), che si occupa di riprodurre esclusivamente i bassi, e l’architettura on-ear (i classici auricolari che si inseriscono all’interno dell’orecchio), che si occupa invece di riprodurre le note medie e alte. Dopo una calibrazione iniziale che dura circa 30 secondi Nura è in grado di riconoscere l’utente e di conseguenza adattare l’equalizzazione dei suoni sulla base del profilo precedentemente salvato.

Il progetto ha raccolto quasi 900.000$ contro i 100.000$ richiesti: hai tempo fino al 15 Luglio per supportare la campagna acquistando le cuffie a 219$, contro i 399$ previsti per il lancio nei negozi.

Dimenticavo! Se sei un maniaco della musica (o dei videogame, o della realtà virtuale) ti segnalo anche The Basslet, un subwoofer da polso in grado di trasmettere i toni bassi delle canzoni al corpo. Decisamente curioso, ma i 130€ che servono per finanziare la campagna sono una barriera all’entrata difficile da superare anche per un music-addicted come me.

L’inarrestabile (?) business dei bar a misura di gatto

Con ben quattro progetti in scadenza nei prossimi 30 giorni (in Arizona, Ohio, Kansas e Colorado) e oltre cinquanta lanciati negli ultimi due anni, a quanto pare la lobby dei gattini dopo aver inondato le nostre bacheche sta provando a conquistare anche i locali pubblici del Nord America, dove stanno prendendo piede bar in cui poter coccolare e accarezzare i gatti che possono girovagare liberi tra le gambe dei clienti.

I progetti ad aver passato la prova del crowdfunding sono pochi (meno di 1 su 3) ma c’è anche chi dopo un primo fallimento ci riprova: nonostante la loro prima campagna non abbia raggiunto i 25.000$ richiesti, Mike e Melissa ci riprovano a distanza di un mese con una nuova campagna da 18.000$, che pare promettere meglio. È possibile contribuire fino al 26 Luglio e, anche se andare a trovarli in Arizona sarà complicato per molti di noi, con 25$ è possibile acquistare una tazza brandizzata de La Gattara Cat Cafe & Wine Bar.

L’Opera di Firenze e il crowdfunding culturale

Su Kickstarter non si trovano solo tecnologie di frontiera o disruptive startup ma anzi, vi sono numerose categorie dedicate a progetti artistici e culturali. Ad affrontare la sfida del crowdfunding ora ci prova anche l’Opera di Firenze, non propriamente una startup, che ha lanciato “Opera for Everybody“, campagna che ha come obiettivo quello di rendere l’opera “accessibile a tutti e ad assicurare che continui ad avere voce attraverso le generazioni future”.

Un progetto che, se finanziato, si svolgerà sul fronte digitale (prevedendo lo streaming di ogni evento musicale), su quello della produzione (“allargando i confini di quel che l’opera può essere e che un teatro d’opera può ospitare”) e su quello educativo (con l’obiettivo di coinvolgere nuovi talenti).

Con circa 80.000€ raccolti e pochi giorni alla scadenza il progetto è ancora lontano dall’ambizioso obiettivo di 300.000€, forse a causa anche di una strategia non ottimale e che nonostante alcuni reward di grande spessore non è esattamente for everybody.

Last but not least, Pubblicitary e Knocki

Pubblicitary: l’agenzia pubblicitaria diventa un gioco da tavolo

Due parole infine anche per Pubblicitary, progetto Made in Italy presentato già qualche giorno fa con un articolo nella nostra sezione Design, e Knocki, la cui campagna si è chiusa il 2 Luglio.

Ideato dagli amministratori della pagina Facebook L’Agenzia PubblicitariaPubblicitary è un gioco da tavolo che ti permette di creare la tua agenzia pubblicitaria, assumere o licenziare creativi e stagisti, partecipare alle gare e schivare le mail delle 18:00 di venerdì. “Resterà una sola Agenzia”, questa la sfida. Come vincere? “Basterà acquisire tutti i Clienti presenti nel tabellone tramite le carte GARA che determineranno il vincitore in base al team costruito, gli immobili acquistati o pensieri del tutto irrazionali del Cliente.”

Se anche tu sei d’accordo sul fatto che sia finalmente giunto il momento di far provare anche agli amici il brivido di lavorare in un’agenzia pubblicitaria hai tempo fino al 29 Luglio per acquistare Pubblicitary a 25€ o, come ho fatto io, acquistare il kit contenente anche la simpatica maglietta “Ho un futuro da stagista senior” a 35€.

Knocki invece è un dispositivo wireless che permette di rendere touch qualunque superficie. Un primo passo per chi vuole fare della propria casa una smart home poichè, configurandolo adeguatamente, sarà possibile accendere un televisore, spegnere la luce, modificare l’impostazione del termostato, attivare l’allarme (e ancora tante altre cose) semplicemente al tocco del tavolino in salotto, della porta d’ingresso o qualsiasi altra superficie desideriate. Progetto interessantissimo ma ahimè, la campagna si è chiusa il 2 Luglio.