Design

Arts of Italy, il progetto OVS dove la moda incontra il patrimonio artistico italiano

Tessere di mosaico, fregi e decori sono i protagonisti della capsule collection Arts of Italy dal forte impatto visivo che attraverso la moda celebra l'immenso patrimonio artistico italiano

OVS ha di recente lanciato Arts of Italy, il progetto che coniuga moda ed arte per celebrare i tesori nascosti del Bel Paese attraverso il linguaggio dello stile.

L’iniziativa mira alla valorizzazione e alla tutela delle bellezze artistiche italiane, adattandole e rendendole attuali grazie alla moda. E’ un modo per sensiblizzare le nuove generazioni alla difesa e alla cura dell’immenso patrimonio culturale del nostro Paese.

moda-arts-of-italy

La moda è una delle più potenti espressioni creative dei nostri tempi e l’arte è spesso fonte d’ispirazione attraverso il potenziale immaginifico della pittura, la sinuosità della scultura, la perfezione dell’architettura.

Arts of Italy si propone di avvicinare il pubblico alla bellezza attraverso la democraticità del fast fashion, una moda “veloce” e facilmente accessibile, sempre attenta a cavalcare gli ultimissimi trend.

La capsule collection

Tessere di mosaico, fregi e decori sono i protagonisti della capsule collection dal forte impatto visivo disponibile all’interno dei negozi e nello shop online.

Un assortimento casual e multicolor, caratterizzato da motivi geometrici e scene mitologiche per i capi maschili, fiori e stelle stilizzate per gli articoli femminili.

Testimonial della linea di abbigliamento sono volti noti dello spettacolo e della cultura, immortalati dall’obiettivo di Pierpaolo Ferrari: il critico d’arte Achille Bonito Oliva, l’attore Silvio Muccino, l’attrice Eleonora Giovanardi, il musicista Giovanni Allevi, la scrittrice Chiara Gamberale, la stilista Marta Ferri, l’attore Alessandro Preziosi, l’attrice Margareth Madè.

Lo shooting è accompagnato da videointerviste in cui gli ambassador raccontano il progetto e il connubio tra arte e moda.

Moda e cultura

Arts of Italy è stato presentato con una cantata sacra scritta e diretta dal M° Giovanni Allevi all’Auditorium di Milano, e ha visto sul palcoscenico la partecipazione di 100 musicisti.

La collezione è un viaggio attraverso secoli di cultura, un omaggio alle bellezze artistiche meno conosciute dello stivale.

moda-arts-of-italy3

Le opere che hanno ispirato il progetto sono dieci: la volta del Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna, i mosaici della Cattedrale di Salerno, i mosaici della Domus del Mito a Sant’Angelo in Vado (Pesaro Urbino), il rosone della Basilica di San Pietro a Tuscania (Viterbo), il mosaico delle stagioni del Museo Archeologico Salinas di Palermo, la villa Romana di Russi a Ravenna, la cupola della chiesa di Sant’Ivo a Roma, i mosaici della Basilica di Santa Maria in Cosmedin sempre a Roma, i mosaici pavimentali della Domus Romana di Spoleto e la scala dei giganti di Palazzo Ducale a Venezia.

Il concorso

Il progetto, curato da Davide Rampello e dal suo team, prevede anche il coinvolgimento del pubblico in un contest creativo.

Si può partecipare inviando un video che in 30-90 secondi racconti la bellezza e l’unicità di un bene artistico. Può essere un posto speciale, un luogo del cuore o anche solo un dettaglio.

Sono in palio tre premi del valore totale di 6.000€ e la possibilità di vedere il proprio cortometraggio proiettato alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia.

moda-arts-of-italy4

Una parte del ricavato di Arts of Italy contribuirà a finanziare il restauro e la valorizzazione di alcuni capolavori dell’arte italiana considerati “minori”, affinché possano essere maggiormente conosciuti e apprezzati.