Advertising

Le migliori campagne pubblicitarie “in rosa”

Celebriamo oggi le creatività che promuovono l'empowerment femminile

Rosanna Crocco

Vice Editor Business Marketing @ NinjaMarketing

Oggi è l’8 Marzo, il giorno in cui si celebra la donna, per alcuni un giorno come tanti altri, per altri un giorno per non dimenticare. Indipendentemente dal tuo punto di vista in merito, a modo nostro oggi parleremo di donne e del nuovo ruolo che ricoprono all’interno delle campagne pubblicitarie.

Infatti, da un po’ di tempo il mondo della pubblicità ha scoperto che inneggiare alla forza femminile, ai diritti delle donne, alla bellezza non stereotipata fa vendere (e molto). E così ci si ritrova bombardati da campagne pubblicitarie che una volta promuovevano le donne mezze nude ed oggi invece inneggiano quasi al disgusto per il maschilismo.

Donne che parlano alle donne dunque, e non soltanto modelli irraggiungibili da inseguire e fisicità espresse per stuzzicare le fantasie dell’ universo maschile.

LEGGI ANCHE: Abercrombie, tra erotismo e pubblicità: no al sesso per le nuove campagne

Non a caso molti brand costruiscono strategie di advertising sfruttando il concetto di empowerment femminile. Proprio per questo abbiamo voluto creare una raccolta delle migliori campagne in rosa:

Procter&Gamble

Procter & Gamble sembra avere capito benissimo le dinamiche di questo nuovo trend, infatti nella sua campagna istituzionale per le Olimpiadi Thank you Mom, ha scelto uno storytelling emozionante, dove la donna è protagonista in tutta la sua semplicità.

Un’iniziativa capace di coinvolgere tutti: le mamme, gli sportivi, i figli e semplicemente chi sa ancora emozionarsi. La grande affinità con l’universo femminile da parte di P&G si conferma con #LikeAGirl, lo spot sull’autostima delle ragazze che ha conquistato il web, diventando un inno per il rispetto della femminilità.

Le migliori campagne pubblicitarie "in rosa"!

Dove

Parlando di marketing “woman-oriented” non si può prescindere dal citare i lavori creati da Unilever per il suo marchio cosmetico Dove. Chi non ricorda la campagna pubblicitaria Real Beauty?

LEGGI ANCHE: LikeAGirl: la campagna di Always contro gli stereotipi [VIRAL VIDEO]
Il messaggio è chiaro: la bellezza percepita dalle intervistate è decisamente inferiore da come la vedono le altre donne.
“Sei più bella di quello che pensi” con questa comunicazione Dove mette in primo piano i suoi consumatori piuttosto che i suoi prodotti, toccando la sfera emozionale della maggior parte delle donne.

Dove, inoltre, è da anni che promuove diversi progetti ed iniziative per migliorare il benessere della donna, un linguaggio che va oltre il marketing convenzionale e che continua ad avere seguito perché entra nel cuore delle donne.

Pantene

Anche il brand Pantene ha deciso di intercettare il linguaggio femminile con la campagna Sorry, Not Sorry! Basta scusarsi per ogni cosa: al lavoro, in famiglia, con gli estranei. L’obiettivo che ci si prefigge è quello di aiutare le donne a superare gli ostacoli che intaccano la loro forza personale.

Sport England

This girl can, lanciata da Sport England vuole motivare le donne a fare sport, dando loro il coraggio di fare quel che si sentono senza preoccuparsi troppo di come appaiono, di esporsi tranquillamente, a maggior ragione se quello che fanno è per migliorarsi.

Il tutto senza timore del giudizio altrui, senza sentirsi in difetto, senza fissarsi sui canoni estetici, senza fare paragoni inutili. Uno spot realistico che comunica attraverso donne vere.

E tu, quale non riesci a dimenticare?

Scritto da

Rosanna Crocco

Vice Editor Business Marketing @ NinjaMarketing

Classe 1987; cresce ad Acri, un paesino in provincia di Cosenza. Una Laurea in Economia Aziendale ed un Master in Marketing Management le permettono di studiare ed approfondire ... continua

Condividi questo articolo


Segui Umeka su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it