Music & Mobile

UpCast: ora la musica podcast è su WhatsApp!

L'etichetta XXXV e il MEI insieme per promuovere e diffondere l’interazione diretta fra musicisti e community di fan

Si chiama UpCast ed è il primo podcast musicale fatto su/con/per Whatsapp. L’obiettivo? Promuovere un confronto con i protagonisti della nuova musica italiana e capire insieme perché comunità e fan condividono materiali e costruiscono reti sociali che collegano le persone.

Il format vede come autori Nicodemo, cantautore digitale, e Alex Giordano, esperto di linguaggi digitali, co-fondatore di Ninja Marketing e direttore del Centro Studi Etnografia Digitale.

XXXV, etichetta sperimentale che unisce produttori musicali, ricercatori, designer, videomaker, fotografi, professionisti della comunicazione e organizzatori di eventi culturali, insieme al MEI, Meeting delle etichette indipendenti, lanciano un esperimento per indagare la relazione della musica con vecchi e nuovi media e capire anche il futuro della musica nell’epoca digital.

12765805_10154503716684338_1430455227_o

Spiega Alex Giordano:

“Noi definiamo XXXV un’etichetta crossmediale, un hobby che ci ha travolto, e dopo l’esperienza fortunata con XXXVLive, format crossmediale co-prodotto con Sky Arte, abbiamo cercato di capire come riappropriarci delle innovazioni tecnologiche, come lo smartphone e WhatsUP, per piegare verso quello che più ci interessa. Ed oggi ci interessa sperimentare nuovi corpi intermedi capaci di creare connessioni nuove tra piattaforme e linguaggi diversi che, per quanto riguarda la musica, significa superare le logiche convenzionali della Major discografiche” racconta Alex Giordano.

“Del resto con lo slogan ‘If it doesn’t spread, it’s dead’ il mediologo Henry Jenkins fotografa quel modello ibrido di circolazione dei contenuti – contrapposto alla logica della distribuzione convenzionale – meglio noto come diffondibilità (spreadability). Un modello legato all’uso di risorse tecniche che fanno circolare più facilmente alcuni tipi di contenuti, compresi quelli musicali, rispetto ad altri. Un modello ancora tutto da sperimentare. Con XXXV ci prendiamo carico della responsabilità di giocare, di sperimentare queste possibilità e lo facciamo creando ponti tra realtà apparentemente lontane come  YouTube e Sky Arte per XXXXVLive, il MEI e WhatsUp oggi con UpCast, domani si vedrà…”

Come funziona UpCast?

50-sfumature-musica

In ogni appuntamento vanno in onda due brani scelti tra le novità musicali più interessanti e l’intervista a un ospite, che risponde ad alcune domande direttamente dal microfono di Whatsapp.

Al numero (+39) 344 2331058, iscrivendosi alla chat di Whatsapp, gli ascoltatori diventano membri della redazione di UpCast:

  • possono suggerire brani e band per i podcast e per le interviste successive;
  • porre domande all’artista della settimana che sarà preannunciato nella chat;
  • ricevere in anteprima, ed eventualmente distribuire, il link al podcast presente sul sito MEI.

La puntata #00

Nella puntata #00, andata online mercoledì 17 febbraio, ospiti I Cani, tornati dopo tre anni di silenzio discografico con l’album Aurora, e i Weird Black all’esordio con Hy Brazil. In chiusura del podcast l’intervista a Francesco Sciamannini dei Majakovich per un veloce confronto su Whatsapp relativamente all’importanza di essere ‘autori’ oggi, in un tempo in cui i confini tra chi crea e chi fruisce sono sempre più labili (e forse meno definibili?).

La puntata #01

Nella puntata #01 di ieri, mercoledì 24 febbraio, ospiti La Governante I’m Not A Blonde. Nel podcast anche un’intervista a Roberto Dellera, già Afterhours, protagonista del suo progetto solistico omonimo e ora componente della psych-prog band The Winstons. L’artista risponde con un suo messaggio vocale alle domande poste dalla redazione di UpCast e dagli internauti: dal presente/remoto racconta il suo percorso, le numerose collaborazioni e la condizione della scena musicale italiana in relazione alla ‘fuga di cervelli’.

Ricorda Guerriero: ‘Quello che non si diffonde è morto’ e UpCast è un esperimento per diffondere musica grazie a una conversazione 2.0 con la viva voce dei musicisti… e non solo!

Che aspetti a iscriverti alla chat? Martedì sera potrai far parte della redazione della punta #02 di UpCast, disponibile online il giorno dopo sul sito MEI.