Advertising

House of Cards e Netflix: ecco il palco elettorale di Frank Underwood

Allestito il quartier generale della campagna di Frank Underwood a Greenville in South Carolina: ecco perchè!

Netflix non perde un colpo e per il lancio della quarta stagione di House of Cards allestisce una vera e propria sede operativa per Frank Underwood.

La strategia di marketing messa a punto dalla società che produce la serie è impressionante: oltre al palco, è stato diffuso un sito ufficiale e gli hashtag #FU2016 e #GOPDebate, in cui gli utenti vengono invitati a sostenere la scelta di Underwood come miglior candidato per le Presidenziali di quest’anno.

house_of_cards_e_netflix_il_palco_elettorale_di_underwood_2

LEGGI ANCHE: 7 lezioni di leadership dalle serie tv

“Anything for America”: Frank Underwood, il finto candidato

All’interno della struttura, gli abitanti di Greenville hanno potuto scattarsi foto accanto ad una simil-scrivania ovale, così come degustare un buffet gratuito, il cosiddetto Barbecue di Freddy.

Il pubblico è stato invitato a mostrare il sostegno per la campagna di disonestà, disuguaglianza e diritto messa in atto da Underwood.

La scelta della città del Sud Carolina non è stato un caso, ma una mossa strategica che lega la figura del personaggio principale dello Show alla realtà. In House of Cards, la città natale di Underwood è Gaffney, proprio in South Carolina, a circa 45 minuti di auto da dove è stato allestito il palco.

Tutto è stato progettato per portare all’attenzione dei più il lancio della quarta stagione della serie, che debutterà Venerdì 4 marzo su Netflix.

Il dibattito repubblicano 2016: Donald Trump o Frank Underwood?

house_of_cards_e_netflix_il_palco_elettorale_di_underwood_4

Netflix ha voluto sfruttare l’interesse del pubblico nei confronti del dibattito repubblicano per le future elezioni presidenziali alla Casa Bianca con l’apertura di una finta sede operativa per Frank Underwood.

LEGGI ANCHE: Come guarderemo la tv dopo l’arrivo di Netflix

Il dibattito dei candidati repubblicani si è tenuto realmente il 13 febbraio 2016 al The Peace Center di Greenville su CBS News, con i candidati Donald Trump, Cruz, Rubio, Bush, Kasich e Carson. Ma continuerà a Houston, Detroit, Miami e Salt Lake City.

Certo è che in politica non mancano mai i colpi di scena e le mosse audaci, ma nessuno può realmente battere Frank Underwood. Non perdete l’occasione di dare un’occhiata a come è stato progettato con cura il sito per le elezioni FU2016.

house_of_cards_e_netflix_il_palco_elettorale_di_underwood_5

Il politico interpretato da Kevin Spacey non lascia spazio ai sentimentalismi e scova nei meandri più unpolitically correct. È frequente il ricorso degli autori dello show e del team di Netflix alla realtà: già a dicembre lo spot elettorale mandato in onda durante il dibattito dei repubblicani aveva fatto scalpore.

La collisione dell’ immaginario con gli eventi di vita reale per le elezioni presidenziali del 2016 è stata per Netflix un’opportunità unica per le strategie di marketing allineando la proposta presidenziale di Frank con la reale corsa alla presidenza.