How To

YouTube e le metriche: ecco come e perché leggere i report

Lo strumento Analytics di YouTube è probabilmente tra i migliori tool di analisi dei dati

Impara le strategie e gli strumenti per il social media management. Scopri il Master Online in Social Media Marketing + Social Media Factory (Milano e Roma) di Ninja Academy.

Se stai utilizzando YouTube per condividere video come parte della social media strategy che hai adottato, è necessario che tu conosca il comportamento del pubblico per poter aumentare visualizzazioni ed engagement. Qui entra in gioco YouTube Analytics. Questo strumento può davvero offrirti dati accurati e precisi, facendoti conoscere gusti e abitudini del pubblico che già ti segue e quello che potenzialmente potrebbe apprezzarti.

YouTube e le metriche: ecco come e perché leggere i report

YouTube Analytics: report generale

Vai su youtube.com/analytics, o accedi al tuo account e segui questi passaggi:
1. Clicca sul tuo account e poi su “Creator Studio”;
2. Sul lato sinistro della schermata, seleziona Analytics.
Noterai che YouTube Analytics è suddiviso in alcune categorie differenti: panoramica, real time, tempo di visualizzazione, fidelizzazione, dati demografici, luoghi di visualizzazione, sorgenti di traffico, dispositivi.

Panoramica

La panoramica è una sintesi, ma puntuale, delle performance del tuo contenuto negli ultimi 28 giorni. Questa è una delle sezioni più importanti per le imprese (locali in particolare), poiché fornisce dati demografici del pubblico, e uno sguardo sulle metriche come il tempo di visualizzazione medio, i guadagni e i dati relativi al coinvolgimento del pubblico (mi piace e non mi piace, commenti, favoriti).

YouTube e le metriche: ecco come e perché leggere i report

Il real time report

Qui YouTube mostra i dati per gli ultimi cinque video, in modo da poter monitorare le prestazioni dei contenuti pubblicati di recente (le metriche si aggiornano ogni 10 secondi). Sulla base di questi dati, potreste decidere di cambiare la strategia di promozione. Se noti performance sottotono (rispetto al solito), forse stai sbagliando qualcosa con la strategia di comunicazione sugli altri social, o semplicemente il tuo pubblico in quelle ore non c’è.

YouTube e le metriche: ecco come e perché leggere i report
Il real time report ti mostrerà due grafici: ora per ora e minuto per minuto. Il primo è disponibile per una timeline scorrevole di due giorni, mentre il secondo di un’ora. Entrambi i grafici si riferiscono al fuso orario locale dello spettatore.

Il Rapporto sui guadagni

Se sei un “partner” di YouTube con un account AdSense associato, avrai accesso a un report aggiuntivo sui guadagni dei tuoi video.
Subito dopo puoi visualizzare il report sul rendimento degli annunci, che fornisce dati sul reddito lordo, sulle riproduzioni monetizzate stimate, CPM per gli annunci pubblicati sui siti web. Le aziende possono utilizzare questo rapporto per confrontare i diversi annunci e capire quale stia “funzionando” meglio.

I rapporti sul tempo di visualizzazione

Il tuo obiettivo è creare video che riescano ad incollare le persone allo schermo. In questa sezione troverete informazioni sulla fidelizzazione del pubblico, sul tempo medio di visualizzazione del contenuto, il traffico e i dispositivi utilizzati per fruire dei video.

Il rapporto “Watch Time” raccoglie i dati da YouTube.com e dalle app mobili per offrire risultati accurati: percentuale media di secondi visualizzati, la durata di ogni singola riproduzione, minuti di video guardati, utenti unici che hanno visualizzato, percentuale di utenti che si sono registrati al canale mentre visualizzavano il contenuto, e molto altro.

YouTube e le metriche: ecco come e perché leggere i report

La fidelizzazione

Il rapporto sulla fidelizzazione del pubblico offre una misura complessiva di come il video mantiene alta l’attenzione del pubblico. È possibile utilizzarlo per scoprire, ad esempio, quali parti del video risultano più popolari. YouTube raccomanda di prestare particolare attenzione ai primi 15 secondi di ogni video, poiché in quei momenti c’è una possibilità più alta di perdere gli spettatori. Inoltre si può utilizzare questo report per confrontare il vostro video con altri contenuti di durata simile su YouTube.

Il rapporto sulla sorgente del traffico

Un altro report chiave da tenere d’occhio è quello sulla sorgente del traffico, che può essere: ricerca su YouTube, video suggeriti, caratteristiche, sfoglia, playlist, canali YouTube, pubblicità YouTube, fonti esterne, fonti dirette o sconosciute.

Il report sui dispositivi

Ultimo ma non meno importante, il report riguardante le periferiche utilizzate per raggiungere il contenuto. Oggi più del 50% del traffico di YouTube proviene da dispositivi mobili. Il report è molto accurato, e le fonti riconosciute sono: computer, cellulare, tablet, console di gioco, smart TV.

YouTube e le metriche: ecco come e perché leggere i report

Non dimenticarti inoltre di tenere d’occhio l’andamento della community che hai faticosamente creato su YouTube: mi piace, non mi piace e commenti sono parametri da tenere costantemente sotto controllo.
Ricordate: YouTube è come un acquario con un’entrata e un’uscita, se non dai da mangiare ai pesci, questi cambiano vasca.