Social

“Sii come Bill”: odi et amo

“Sii come Bill” è un fenomeno virale: non importa quando è nato, ma in cosa l’hanno trasformato.

Impara le strategie e gli strumenti per il social media management. Scopri il Corso in Social Media Marketing, Formula Online + Aula pratica (opzionale) a Milano di Ninja Academy.

Più di 625.000 sono i like che la  pagina Facebook “Sii come Bill” ha raggiunto in poco più di mese dall’apertura. Infatti, dal 22 dicembre 2015 a oggi, la pagina di Andrea Nuzzo, diciannovenne al primo anno di università, è diventata famosissima: Bill è un autentico fenomeno virale.
Il segreto? La semplicità e l’ironia con cui Bill racconta le cose come stanno, le buone maniere che chiunque dovrebbe adottare.
Non solo netiquette, ma anche etiquette.

Bill è un esempio di saggezza in cui molti si rispecchiano, e da cui molti altri dovrebbero imparare.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro

Il dibattito sulla paternità di Bill è ancora aperto: sembrerebbe che il primo disegno risalga a sei anni fa, ad opera di Eugeniu Croitoru, 23 anni.

Peccato che abbia pensato di aprire la pagina “Be Like Bill” solo una settimana dopo quella di Andrea.

Ma è davvero così importante scoprire come sia nato il fenomeno “Sii come Bill”?

In un’epoca in cui la viralità sempre più spesso nasce dalla collaborazione e dalla somma delle idee degli utenti, è la co-creazione stessa che genera fenomeni di valore, perché condivisibili.

Questo Andrea Nuzzo lo sa bene, per questo ha creato un gruppo “aspiranti Bill”, in cui i membri possono proporre il proprio Bill, o il comportamento che Bill avrebbe in una determinata situazione, e, su grandissima richiesta degli utenti, ha aperto il sito di merchandising: http://siicomebill.eu/.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro

E ha reso Bill una star anche su instagram: https://www.instagram.com/siicomebill/.
Il protagonista della pagina “Sii come Bill”, però, non è esclusivamente Bill: c’è spazio anche per la versione donna, Billa, e per la versione cattiva Llib, che, come il nome, è il contrario di Bill.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altrosi_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro

Tantissimi amano Bill e molti vogliono essere come lui…
Per questo sono nate delle applicazioni web che permettono all’utente, collegandosi con il proprio account Facebook o inserendo semplicemente il proprio nome, di diventare protagonista del meme, nel mio caso: Sii come Martina. 

Ecco due esempi:

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro
si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto altro

Il risultato non è perfetto, però, insomma, essere come Martina sembra una bella cosa…

Ma Bill non si esaurisce qui: il format è così efficace e facilmente replicabile che sono nate molte, moltissime, troppe pagine che raccontano una versione personalizzata di Bill.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

Eppure non ci sono soltanto Bill di origini diverse, ma anche alter ego malvagi.

  • Si come Bill il Malvagio” è la pagina facebook che racconta i comportamenti scorretti e le azioni inopportune, che il vero Bill non compierebbe mai.

12400453_1731162900454027_3642250854661638769_n

  • Un altro super cattivo non si chiama Bill ed davvero è malvagio: sto parlando di Gianni di “Sii come Gianni il malvagio”.
    Sì, Gianni Morandi ed è veramente il più cattivo di tutti.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

Ma diciamoci la verità: tra Bill perfettini e buonisti, imitazioni ironiche, passando per parodie e versioni “anti Bill” cattive e malvagie, forse su Facebook corriamo il rischio di fare indigestione di omini stilizzati.

L’illustratrice Bea Gozzo con la sua parodia meta-testuale si chiede perché la sua bacheca sia così affollata da questo meme.

12592200_985292931564215_4341251137612115301_n

Ricalca il format, ma rimane la sua personalità.
Perché invece di voler essere come qualcun’altro, non si inizia a voler essere se stessi?

  • E infine Cerozz, il  figlio Napoletano della Bill Generation, che rinnega, addirittura, suo “padre”.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

E anche Uma Thurman vuole uccidere Bill, Bill non ha paura.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

 

In un mondo di Bill, falsi Bill, nuovi Bill, Bill malvagi e chi più ne ha, più ne metta noi vogliamo solo dirvi una cosa.

si_come_bill_odi_et_amo_e_tanto-altro

E tu cosa ne pensi del format “Si come Bill”?