Business

Twitter: quattro dirigenti hanno lasciato l’azienda

Quattro dirigenti lasciano il proprio posto nel consiglio del social network, all'interno di un più generale piano di ristrutturazione voluto da Jack Dorsey

Fabio Casciabanca

Editor Business Ninja Marketing

Quattro dirigenti hanno lasciato improvvisamente Twitter in una burrascosa domenica notte.
Ovviamente in questo caso non è stata la tempesta Jonas a scuotere i piani alti della compagnia di Jack Dorsey, ma i quattro importanti ruoli chiave hanno lasciato il proprio posto nella società.

I capi dei settori prodotto, media, sviluppo e Vine avrebbero abbandonato i propri incarichi, lasciando la compagnia in subbuglio, anche se forse l’impatto dei licenziamenti è già perfettamente previsto. Stando a Re-code e al New York Times, il CEO sta tentando un ennesimo stravolgimento dei dirigenti per dare una nuova forma a Twitter. Il social network, infatti, non riesce a ritrovare la sua collocazione in un mercato fatto di utenti che ormai utilizzano abitualmente anche servizi come Snapchat e Instagram. In migliaia hanno abbandonato il social media, visto come il più tecnologico al momento del suo lancio, ma che ormai ha perso appeal anche in Borsa, con il crollo del prezzo delle azioni.

Quattro posti da rimpiazzare, quattro grandi cambiamenti

Twitter, il social network abbandonato (anche dai dirigenti)

Secondo Re-code, il capo del settore media, Katie Jacobs Stanton, e quello del prodotto, Kevin Weil, stanno lasciando l’azienda, senza peraltro avere ancora nuovi incarichi in un’altra società. Il loro posto a Twitter sarà ricoperto con sostituzioni ad interim per il momento.

La più grande innovazione apportata da Weil a Twitter era stata il suo Twitter Moments, la carrellata di notizie su un determinato evento direttamente sulla timeline di Twitter. E anche Dorsey aveva dimostrato di apprezzare la novità, dichiarando ad ottobre che: “Moments rappresenta un vero e proprio cambiamento nel nostro modo di pensare”.

E il cambiamento sembrava dietro l’angolo anche con l’annuncio della rimozione del limite di 140 caratteri, marchio di fabbrica del social, da più parti considerata però anche il suo vero limite.

A seguire il New York Times ha riferito che il vice presidente dell’area engineering di Twitter, Alex Roetter, sarebbe sul punto di lasciare l’azienda. Secondo le informazioni del NYT, anche Jason Toff, responsabile per Vine, avrebbe lasciato la compagnia.

Un nuovo CMO per Twitter

Twitter, il social network abbandonato (anche dai dirigenti)

Stando alle ultime notizie Twitter annuncerà ufficialmente i cambi al comando tra oggi e domani, insieme all’assunzione di un nuovo importante Chief marketing officer, che potrebbe provenire da un grande marchio, secondo indiscrezioni.

Mashable riporta che uno dei principali investitori di Twitter ha confermato che gli addii sono stati il risultato di una ristrutturazione a lungo pianificata. I quattro dirigenti che hanno lasciato, infatti, sarebbero stati tutti sostenitori dell’ex CEO Dick Costolo e “non erano persone di cui Jack Dorsey aveva fiducia”.

Per il momento nessun commento da Twitter, ma oltre ai quattro dririgenti, secondo Re-code ci saranno ancora altri cambiamenti.