Tech

Una lista di tool per ottimizzare le azioni di Influencer Marketing

Gli strumenti più utili per rendere vincenti i tuoi progetti di digital PR e stakeholder engagement

Impara le strategie e gli strumenti per il social media management. Scopri il Corso in Social Media Marketing, Formula Online + Aula pratica (opzionale) a Milano di Ninja Academy.

L’influencer marketing: una delle forme di comunicazione che più sta registrando consensi nell’ultimo periodo. Quasi la totalità dei brand ha ormai attivi progetti digitali legati al mondo degli influencer, ampia dimostrazione del suo valore. Una crescita che non è passata inosservata alle software house: sono molte le realtà che hanno ‘sfornato’ strumenti focalizzati a migliorare e rendere più semplici le attività dell’influencer marketing.

Free, professionali, rivolti verso ambiti precisi (Twitter, Instagram, web): c’è l’imbarazzo della scelta quando parliamo di tool. Risorse sviluppate per raccogliere dati pubblici e restituirci analisi dettagliate (Open Source Intelligence) utili ad individuare l’influencer più adatto al tuo progetto.

Oggi ti propongo alcuni tra i migliori, così da aiutarti in questa non sempre facile scelta.

Augure (Web& Social)

Augure-influencers-ricerca-influencer-686x342

La piattaforma Augure Influencer è un motore di ricerca semantico che analizza tutti i media, blog e social network di oltre 300.000 influencer online. Attraverso l’uso di parole chiave è possibile effettuare ricerche molto precise.

Augure ci fornisce inoltre i contatti e, per ogni influencer, una scheda ricca di dettagli (siti e blog per cui scrive, ultimi articoli o post). Dati che diventano fondamentali al momento della selezione.

Se non bastasse potremmo, attraverso la piattaforma, inviare direttamente messaggi, comunicati stampa 2.0 ed inviti agli influencer scelti. A completare il già ricco “pacchetto” Augure offre uno strumento di web listening e uno di analisi delle performance social.

Un tool completo, che ci dà la possibilità di seguire una campagna dalla A alla Z, tutto con un solo strumento,  in un unico luogo dedicato, una vera manna per chi lavora quotidianamente in progetti di influencer marketing.

Strumenti web generici

Buzzoole Finder

Finder_Buzzoole_report

Ecco un altro strumento dalle grandi potenzialità. Finder, il nuovo motore di ricerca degli influencer di una startup italiana, Buzzoole. Un tool dalla grande semplicità di utilizzo che ci sostiene nella fase di individuazione degli influencer più rilevanti per tematica. Finder permette ricerche negli oltre 2 miliardi di profili analizzati dallo staff Buzzoole.

Il pregio di Finder? Senza dubbio l’essere sviluppato con una user experience immediata e molto intuitiva. La ricerca ne risulta di conseguenza molto facilitata e capace di essere utilizzata anche da personale con esperienza ridotta.

Finder (come il già citato Augure) non valuta esclusivamente il lato quantitativo degli influencer (numero di follower), ma anche quello qualitativo, ponendo attenzione anche su quanto l’audience sia realmente in focus. Per esempio, se cerchi un profilo nel mondo travel non sarà rilevante che abbia 100.000 follower ma quanti di essi siano “appartenenti” al settore travel.

Klear

Klear-2-1024x616

La nuova versione del molto apprezzato tool di analisi Twitter Twtrland è oggi un tool per l’influencer marketing. Negli ultimi anni è passato da strumento di analisi degli utenti di Twitter a tool dedicato all’influencer marketing. Klear dà la possibilità di realizzare ricerche approfondite su ogni utente individuato tra gli oltre 200 milioni di profili. A migliorare la ricerca ci sono anche 60 mila categorie e 5 anni di storico, dati che rendono Klear preciso e attendibile.

Un tool completo, che dà la possibilità anche di realizzare ricerche free per utenti non iscritti.

Buzzsumo

BuzzSumo-Influencers

Lo stesso Buzzsumo così utile ai blogger lo è anche in chiave di Influencer Marketing? Sì. La piattaforma grazie alla feature “influencers” permette ricerche per keyword finalizzate ad individuare gli utenti più influenti ad esse connesse.

Oltre che filtrare per luogo (location) è possibile effettuarlo per tipologia di utente (Blogger, Influencer, Companie, Journalist, Regular People).

Il risultato è una lista ricca di informazioni (page authority, domain authority, followers, ecc), ovviamente ridimensionata nella versione free del tool.

Focus sui social media

Followerwonk (Twitter)

Followerwonk

Una delle risorse all’interno della suite Moz, Followerwonk pur non essendo uno strumento dedicato all’influencer marketing, è comunque un valido ‘appoggio’, ovviamente quando il campo di interesse è Twitter. Il tool permette ricerche e analisi degli account, andando inoltre a comparare gli stessi.

La ricerca può essere fatta per account , “Twitter bio” o parole chiave d’interesse. I migliori risultati sono quelli ordinati per “Social Authority”, un parametro che considera:

  • percentuale di retweet dei propri tweet;
  • tempo di decadimento dei propri tweet;
  • followers e following.

Seppur non attendibile al 100%, il Social Authority risulta discretamente preciso e pertinente.

La versione free è molto valida, ideale per chi deve seguire un numero limitato di progetti.

Iconosquare Influncers (Instagram)

iconosquare-influencer1

Chiudo la lista non con uno strumento, ma con una risorsa web rilasciata pochi mesi fa. La nuova feature di Iconosquare, tool celebre per la gestione e l’analisi di Instagram, dà la possibilità di avere classifiche aggiornate dei best igers a livello mondiale. Stato, tematica, follower, performance, Influencers riesce a presentare una panoramica completa per ogni utente. Un ulteriore supporto prezioso per facilitare l’individuazione e la selezione degli influencer.

Il tool fondamentale: l’uomo

Gli strumenti, come in qualsiasi attività, risultano basilari, ma non dobbiamo mai scordare che questi sono un aiuto, un sostegno al know how dei professionisti. Non c’è da stupirsi, la centralità delle relazioni in questa particolare forma di marketing non può che necessitare di un lato prettamente umano e delle qualità ad esso legate. Qualità che ovviamente faticano a riscontrarsi in macchine e bot.

L’elemento essenziale è la nostra capacità di interpretare i dati e le persone che abbiamo davanti, rapportandosi con esse e dando vita a relazioni reali e produttive per entrambe le parti. Nessun tool senza il lato umano ci porterà lontano, ancor di più nel caso dell’influencer marketing. Quindi non dimentichiamolo mai: Be Human.