Digital

Dai trend 2015 al CES 2016: una top list di 5 interessanti innovazioni automotive

Il 2015 è stato caratterizzato da un nuovo impulso della tecnologia. Vediamo quali sono state le innovazioni da non perdere, e parzialmente ritrovate al CES 2016

Andrea Pitturru

Digital Marketing Specialist

Nel mondo automotive, la tecnologia è stata innegabilmente trascurata per molti anni. Ma il 2015 è stato un anno, da questo punto di vista, decisamente da ricordare: lo sviluppo dei devices intelligenti e della connettività in mobilità ha infatti permesso di offrire soluzioni innovative anche a bordo vettura. Il recentissimo CES 2016 è stata la ciliegina sulla torta che permette di guardare al nuovo anno con ancora maggiore interesse, come raccontato nel Tech post ‘CES 2016: 4 trend tecnologici che caratterizzeranno l’anno appena iniziato’.

L’aspettativa tecnologica, anche per il proprio mezzo di trasporto, si è infatti decisamente innalzata: uno dei maggiori desideri è che la propria auto rappresenti una continuazione del proprio ufficio o, più in generale, del proprio smartphone.

Per questo motivo, lo sforzo dei costruttori sta diventando sempre più importante, con molti componenti che hanno subito una accelerazione tecnologica decisa per offrire una vettura che sia bella da vedere, confortevole da guidare e, soprattutto, cool!

LEGGI ANCHE: La nuova Fiat 500 è ancora più tecnologica, con il nuovo display TFT da 7 pollici

Ma quali sono state le innovazioni automotive più interessanti dell’anno appena concluso, e che ci proiettano nell’anno nuovo con curiosità? Vieni a scoprirle insieme nella mia personale classifica.

5) Il sedile intelligente che misura lo stress del guidatore

Il componentista Faurecia, in collaborazione con lo Stanford University’s Center for Design Research, ha sviluppato un sedile particolarmente innovativo: tramite dei sensori, può infatti misurare il battito cardiaco e la frequenza del respiro, per verificare che il guidatore sia in buona forma fisica ed attento alla guida.

Nel caso in cui il sedile rilevi un crescente stato di stress, propone un massaggio al guidatore.

Questa innovazione è concettualmente molto importante, perché mostra l’attenzione dei car makers e dei componentisti per la salute del guidatore, cercando di prevenire le distrazioni al volante durante i viaggi, specie se di media/lunga durata.

4) Nissan for Dayz concept: l’auto si trasforma in un tablet

Una spinta tecnologica per andare incontro ai “digital natives” arriva da Nissan, con un concept semplice nelle sue forme estetiche, ma le cui superfici, interne ed esterne, sono completamente personalizzabili!

Quando è parcheggiata infatti, i sedili, i poggiatesta, i paraurti delle portiere e il pannello strumenti diventano uno schermo mobile, in grado di dare informazioni aggiuntive sulla vettura, oppure trasformandosi in un gigantesco “mirror screen” per il proprio smartphone.

Questo concept, nelle intenzioni di Nissan, vuole colmare la bassa attenzione per il mondo dell’auto da parte dei Millennials, un target chiave per le aspirazioni di vendita di tutti i produttori automotive.

3) Porsche Mission E Concept: una dashboard olografica, con un display che segue lo sguardo

Il 2015 è stato un anno incredibile per le Concept Cars. Questi modelli, non ancora in produzione, rappresentano le vie di pensiero che i costruttori intendono perseguire negli anni a venire. In questo senso, Porsche Mission E monta a bordo delle soluzioni tecnologiche incredibili.

Oltre ad essere un’auto elettrica con un’autonomia di circa 400km e ricaricabile in 15 minuti, contiene un’interessante evoluzione visuale: un display “distraction free” per il guidatore, che segue le linee dello sguardo per fornire una visibilità sempre ottimale. La tecnologia Eye Tracking infatti, permetterà al guidatore di evidenziare con lo sguardo la sezione del display per lui più interessante al momento, rendendo la vettura sempre più intuitiva e personalizzabile, con minori distrazioni alla guida.

2) La chiave con display Touch LCD di BMW Serie 7

La nuova super ammiraglia della casa di Monaco di Baviera stupisce per dotazioni tecnologiche estreme. La più impressionante di tutte è il Remote Parking, con il quale la vettura si parcheggerà e uscirà dal garage o da un parcheggio senza la necessità del guidatore a bordo. Il tutto è controllabile da un gadget davvero interessante: una nuova chiave di accensione con display touch LCD.

Il guidatore avrà quindi la possibilità di controllare la propria vettura in nuovi modi anche non essendo fisicamente a bordo, con la tranquillità che i componenti tecnologici permettano all’auto nuovi modi di funzionamento… anche presentandosi pronta per la partenza!

1) L’autopilot system di TESLA

Il primo posto della mia classifica va a quella che, forse, è l’innovazione più spettacolare e desiderata tra tutte quelle proposte: l’auto che si guida da sola.

Tesla infatti, con la versione 7.0 del software montato sulla Model S, ha proposto un aggiornamento software (e non un nuovo veicolo, come ha fatto Google) che include, tramite i sensori ad ultrasuoni, le telecamere ed i radar montati a bordo vettura: la sterzata automatica, il cambio automatico di corsia e l’adattamento della velocità al traffico in tempo reale.

Non si sa se al momento sia una buona idea affidarci a viaggi frequenti con questa nuova tecnologia :) (ovviamente ancora in Beta), quello che è sicuro però è che il costruttore californiano, con la sua idea di auto innovativa, più di ogni altro sta sforzandosi nel tentativo di innovare in maniera disruptive nel mondo dell’auto.

In quest’ ultimo caso avvicinando l’idea di auto a quella alla base del proprio smartphone: un aggiornamento software potrà aggiungere nuove funzioni e caratteristiche, per aggiornare o reinventare la propria vettura.

Un ottimo modo per guardare alle innovazioni che ci porterà il 2016, non ti pare?