Tech

Myo, il braccialetto capace di muovere il mondo

Myo è il controller high-tech a portata di braccio, ora con un Marketplace tutto suo

Ricordi la sequenza iniziale di Minority Report, in cui Tom Cruise utilizzava i computer della Pre-Crime attraverso i movimenti di mani e braccia? Ora puoi finalmente farlo anche tu grazie a Myo, il Gesture Control Armband di Thalmic Lab. Noi di Ninja Marketing ve lo avevamo già annunciato in un articolo del 2013, anno della sua prima uscita sul mercato. Ora Myo ha un nuovo look, è più potente e ha un Marketplace online dedicato. Lo ho provato per voi nella sezione Tech di Ninja Marketing, ed ecco il risultato.

Leggi anche: MYO: la fascia da braccio tecnologica per gestire i device!

Myo_unpack_official

Unpackaging

Il dispositivo viene fornito in un elegante box/teca insieme ad un piccolo ricevitore bluetooth, un cavo usb e 10 sizing clips, utili a regolare la misura del braccialetto. Un bigliettino rimanda al sito myo.com/start dove è possibile scaricare il software di gestione e configurazione.

Myo si indossa come un normale braccialetto, ma va tenuto poco più sotto del gomito, sulla parte più grande dell’avambraccio. Può essere indossato sotto i vestiti ma non sopra, perché il funzionamento è basato sul rilevamento dell’attività muscolare attraverso i sensori miografici (da cui prende il nome Myo), che appoggiano sulla pelle.

muscoli

Giroscopio e sensori dell’attività muscolare

I gesti preconfigurati sono 5: double tap, fist, spread fingers, wave left and wave right, da combinare con il movimento e la torsione dell’avambraccio, ma il dispositivo è completamente personalizzabile a secondo dei propri gusti ed esigenze.

Il software di gestione “Myo Connect” è richiamabile in ogni momento attraverso un menù a tendina che compare sulla parte alta del desktop compiendo una sequenza precisa di movimenti. Nel menù trovi i link per l’accesso rapido ai programmi per i quali il mio dispositivo è stato già configurato (altri se ne potranno aggiungere), e soprattutto i pulsanti per attivare il controllo del mouse e della tastiera virtuale.

Gestures

 

Possibili applicazioni e Marketplace

L’utilizzo del mouse risulta, ad un primo approccio, un po’ difficoltoso: la sensibilità è regolabile ma a volte la dimensione del cursore e dei punti cliccabili rende ardua l’impresa, soprattutto perché è difficile tenere il braccio fermo durante il movimento legato al click (fist). Ma il mouse è soltanto uno dei numerosi utilizzi possibili. Myo è stato infatti progettato principalmente per essere utilizzato in 3 modalità: Present, Connect, Play. Per farlo, basta connettersi al Myo Market, un app store online dallo scorso 3 Novembre (prima era ancora in fase Beta), dedicato esclusivamente al dispositivo e sul quale sono presenti numerose applicazioni che permettono di ottimizzarne l’utilizzo con programmi e dispositivi vari. Le app sono disponibili per più piattaforme: Windows, iOS, iPhone/iPad, Android e Linux.

Myo Market Connect

Myo Market: Connected Things

La sezione relativa i connected things presenta molte applicazioni interessanti: con il Myo si possono controllare Droni, Smartwatch, GoPro, Google Glass, ma anche robots, televisori e smartphones. Basta scaricare l’app e configurare il proprio dispositivo. C’è addirittura un’applicazione che permette di inviare informazioni a una scheda Arduino

Myo Market Connect MyoDuino

Myo Market: Presentations

La sezione relativa ai tool per le presentazioni contiene ancora poche proposte, ma non mancano i programmi più famosi: Prezi, PowerPoint, KeyNote, Google Slides, Acrobat Reader. Nel video sotto, ecco un esempio con il file di prova fornito sulla pagina ufficiale.

Myo Market: Games & Multimedia

Le due sezioni relative ai giochi e alle applicazioni multimediali sono le più consistenti. Una menzione speciale va fatta per l’utilizzo del Myo in campo musicale. La possibilità di comandare virtualmente strumenti musicali e consolle sembra davvero appetibile per tutti gli appassionati. Per loro esiste, ad esempio, un’app dedicata che permette di collegare l’Armband a Garage Band, o a Leviathan, il famoso software di produzione musicale.

Per approfondire l’argomento rimando a questo articolo e al video sottostante.

Per quanto riguarda il gaming, una delle applicazioni più interessanti è quella che ti permette di giocare a titoli come Counter Strike, dove si può simulare con il braccio l’utilizzo delle armi per un’esperienza davvero immersiva, soprattutto se si utilizza in concomitanza con dispositivi quali gli Oculus Rift o simili. Molte delle app richiedono che l’utente possieda già il gioco o il software al quale si vuole associare il Myo, ma non mancano i freeware scaricabili.

Qui sotto provo Aircraft Maniac.

La sezione relativa al Multimedia propone invece tutta una serie di soluzioni per trasformare in un remote personalizzato il proprio Myo, connettendolo ad applicazioni come Youtube, Spotify, iTunes, Netflix, Vlc, etc… Tra le varie pagine del Market, si può trovare anche una Diagnostic Page online, che permette di visualizzare dati e grafici in tempo reale mentre si indossa il Myo, per controllarne l’efficenza.

Developer Tools & Myo Mapper

La parte più interessante è però quella che riguarda la possibilità di interagire con il dispositivo da developer. Una sezione apposita è presente infatti sull’homepage, dedicata a chi vuole cimentarsi con la programmazione di nuove funzionalità per il Myo, o semplicemente per sviluppare nuove App da caricare sul Marketplace. Il sito contiene un blog, una sezione per guide e documenti e una per il download. Basta scaricare l’SDK e si può cominciare. Ma esiste una soluzione anche per i meno esperti che permette di personalizzare in maniera approfondita il proprio dispositivo e configurarlo per l’utilizzo di qualsiasi programma: si chiama Myo Mapper.

Myo Market Mapper

Con questo utilissimo programma potrai associare un gesto ad un comando e creare profili ad hoc per ogni programma o applicazione vorrai. Si possono registrare azioni nuove, diverse dalle cinque di default, o azioni combinate tra gesto e movimento. Il prezzo per una chiave di licenza è di 14.95$, in offerta a 7.95$ in questo periodo, ma si possono ottenere 10 giorni di prova gratuiti registrandosi sul sito. Quello che segue è uno dei video ufficiali prodotti da Thalmic Lab, in cui si può vedere come il livello di personalizzazione e le possibilità di utilizzo siano altissimi.

Il mio parere

Dalla mia personale esperienza con il Myo, ne ricavo l’impressione di avere a che fare con un dispositivo potente e performante che necessita, però, di un certo ‘allenamento’ prima di riuscire ad utilizzarlo al meglio, soprattutto con le funzioni relative al puntamento e lo scrolling. Una menzione speciale va fatta alla batteria, che permette un utilizzo continuato di 14 ore e fino a una settimana in stand-by.

Posso affermare che gli utilizzi più interessanti del dispositivo sono (al momento) riservati agli utenti più esperti, grazie all’alto livello di personalizzazione che i tool e la piattaforma di sviluppo e programmazione permettono di raggiungere. Per loro, il costo del Myo (199$ al momento in cui sto scrivendo), è un prezzo che potrebbe davvero valere la pena affrontare. Per l’utente ‘medio’, invece, che non vuole spingersi oltre la configurazione di base, resta comunque un buon dispositivo, ma forse i gesti preconfigurati sono troppo pochi per garantire un’esperienza soddisfacente in termini di good value for money.

Sono però convinto che, grazie all’apertura del Marketplace e al lavoro dei sempre più numerosi developers, la tecnologia del Myo arriverà presto ad ottenere risultati importanti, nei campi più svariati.