Mobile Marketing

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti

Ripercorriamo il passato del brand che inventò il cellulare

Di questi giorni la notizia dell’inizio di un nuovo capitolo per Motorola, l’annuncio proviene direttamente dal CES 2016, da dove Lenovo afferma di voler dare nuova forma al suo business nel mondo della tecnologia mobile e lo riconferma anche Motorola dal suo blog ufficiale:

Come azienda consociata controllata da Lenovo, Motorola continua ad essere il motore della progettazione, del design e della produzione per tutti gli smartphone e wearable del Mobile Business Group.
[…] Ma i brand devono evolversi e il nostro ha continuato ad evolversi nel tempo. Negli anni, abbiamo cambiato font e colori, e più di recente abbiamo deciso in modo strategico di concentrarci su “Moto” come nostro principale brand di prodotto.

Dunque Moto ad indicare i prodotti di fascia alta by Lenovo e non più Motorola.

Questo potrà far dimenticare 87 anni di storia mobile scritta da questa icona? Staremo a vedere, intanto ecco i “momenti chiave” in cui Motorola c’è sempre stata, compreso quel fatidico 1969 in cui la prima parola proveniente dalla Luna fu trasmessa da un ricetrasmettitore Motorola.

1. L’originale radio Motorola

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Era il 1930 e Motorola lanciò questo modello di autoradio che presto diventò un grande successo. Fu il vero inizio del brand che, nato nel 1928 e inizialmente chiamato Galvin Manufactoring Corporation, da questa popolarità nel settore “motori” ne derivò il nome con cui tutti la conosciamo: Moto – da motorcar – e ola, che sta per suono. In altre parole, Motorola significa “Suono in movimento”.

2. Handie-Talkie SCR536

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Tempo prima di affacciarsi sul mondo della telefonia mobile, Motorola si occupava già di tecnologia wireless.

Era il 1940 e la Galvin Manufactoring Corporation, poi Motorola, lanciò il primo walkie talkie: Handie-Talkie SCR536. Così, il brand e il suo neonato prodotto, giocarono un ruolo fondamentale nella svolgimento del secondo conflitto mondiale.

3. Motorola DynaTac

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Qualche decennio dopo, nel 1973, Motorola preparava il prototipo DynaTac, essenzialmente un cellulare precoce.

Nel 1984 il primo telefono cellulare in commercio, il Motorola DynaTac arrivò nei negozi. Questo dispositivo, ingombrante e in plastica, pesava ben 794 grammi.

4. Motorola MicroTAC

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Ulteriori studi e perfezionamenti nel campo della telefonia mobile, diedero alla luce nel 1989 il MicroTAC, uno dei primi esemplari del “flip phone”, il noto telefono cellulare “a conchiglia” che influenzò, negli anni successivi, l’intero concetto di phone design e spopolò per tutti gli anni Novanta diventando una vera icona che segnò l’intero decennio, chi non ricorda il famosissimo StarTAC?!

Con il MicroTAC, Motorola lanciò sul mercato un dispositivo d’avanguardia, un vero telefono cellulare degno della descrizione “mobile”: a differenza del precedente, al suo lancio il Motorola MicroTAC è stato il device più piccolo e leggero sull’intero mercato. Versioni GSM e TDMA del MicrotAC verranno poi lanciate nel 1994.

5. Timeport, world communication

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Oggi diamo per scontato il fatto che il nostro smartphone funzioni ovunque, anche in altri continenti. Nel caso in cui te ne fosti dimenticato o non ci hai mai pensato su, non è sempre stato così e negli anni Novanta, quando il cellulare iniziava sul serio ad essere “mobile”, poteva succedere, e anzi succedeva, che chi viaggiava all’estero si trovava senza nessuna funzionalità telefonica (Ehm…Sì, all’epoca il telefono si utilizzava solo per chiamare!).

Nel 1999 il Motorola Timeport L7089 risolse questo “piccolo” problema e così turisti, viaggiatori abituali o uomini d’affari potevano spostarsi e continuare ad usare lo stesso cellulare mentre attraversavano i continenti, non male vero?!

6. Moto RAZR V3

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Dopo tutti questi anni e tutti questi successi, Motorola si era guadagnata la reputazione di azienda leader nella creazione di telefoni cellulari dal design evoluto, ancor prima della rivoluzione degli smartphone del 2004.

A proposito di questo, il RAZR V3 è stato un grande successo, fu un cellulare che sotto molti aspetti prefigurava tendenze nel design degli attuali smartphone: uno spessore mai visto prima, 13,9 millimetri e un rivestimento in metallo. In un mondo in cui i cellulari in commercio erano di plastica, il lancio del RAZR V3 fu una vera rivoluzione che dava al dispositivo una certa importanza estetica, rendendolo particolarmente elegante.

Dopo quest’ultimo successo, per Motorola iniziò il declino, parallelamente all’avanzata di grandi brand quali Samsung, LG e di certo Apple.

7. Moto G

Addio Motorola, 7 motivi per cui non sarà facile dimenticarti
Senza dubbio Motorola non è stata in grado di competere fino in fondo nel mercato più attuale, ma ha comunque rilasciato nell’ultimo decennio degli ottimi smartphone Android. Dovendo scegliere, il Moto G era uno smartphone di buon livello che non aveva nulla da invidiare agli altri ed era venduto ad un prezzo molto accessibile.

Dopo aver ripercorso il passato, non resta che attendere il futuro di questo storico brand “dalle preziose intuizioni” che ha contribuito a scrivere la storia della telefonia mobile e continuerà a farlo proprio a partire da qui.