Social network

Arriva Facebook Professional Services!

Ecco la classifica delle aziende local per recensioni e punteggio su Facebook

Impara le strategie e gli strumenti per il social media management. Scopri il Corso in Social Media Marketing, Formula Online + Aula pratica (opzionale) a Milano di Ninja Academy.

Le aziende local (o local business) hanno un motivo in più per curare in maniera professionale le loro pagine Facebook: è in fase di test, peraltro ancora non comunicato ufficialmente, un nuovo servizio denominato “Facebook Professional Services“.

L’obiettivo evidente è quello di sfruttare al meglio i “social graph” già acquisiti dalla piattaforma per offrire un servizio di “reviews and ratings” che potrebbe sovvertire gli equilibri nel mercato di questi aggregatori, dominato finora da Yelp e Google.

Cosa è Facebook Professional Services?

Facebook Professional Services, per ora disponibile solo in modalità desktop, offre una classifica, suddivisa per categoria di business e per località, delle aziende e servizi locali.

Le categorie sono divise in dieci macro-aree (arti e marketing; medicina e salute, motori; organizzazione eventi, ristrutturazioni edicili, servizi aziendali, servizi finanziari, servizi per animali domestici, servizi utili, spa estetica e cura della persona), ognuna delle quali presenta delle sotto-categorie più specifiche.

I più attenti avranno di certo notato che queste categorie coprono sia le richieste più frequenti, sia quelle più remunerative in termini di pubblicità. Insomma, sempre meglio avere un occhio alla futura monetizzazione del prodotto!

 

categorie facebook services

Una volta effettuata la ricerca si viene indirizzati su una pagina, peraltro al momento molto spartana, dove è presente l’elenco delle aziende local con i contatti, il link alla pagina ufficiale, l’ultima recensione ricevuta e una semplice mappa per la localizzazione geografica.

risultati ricerca facebook services

Nulla di veramente speciale insomma per ora, se non le enormi potenzialità sociali che potrebbero risultarne in futuro.

Quali sono i parametri di posizionamento?

L’algoritmo per il posizionamento è al momento (e probabilmente lo sarà per sempre!) segreto. Sarebbe infatti troppo facile, nel caso venisse svelato, provare a manipolare i dati per “scalare” la SERP (che solo per questa volta potremmo intendere come Social, e non Search, Engine Result Page!). Google docet!

Ovviamente però è possibile ipotizzare alcuni parametri che secondo la logica di Facebook dovrebbero pesantemente influenzare il posizionamento:

  • numero di recensioni presenti
  • voto medio delle recensioni
  • legame di chi ricerca con la pagina/place dell’impresa local (fan, recensore, “sono stato qui”)
  • amici che hanno avuto interazioni con la pagina/place dell’impresa local
  • grado generico di appetibilità di questa impresa local secondo l’algoritmo di Facebook (già utilizzato per le Lookalike Audience e gli Interests)

Quali potrebbero essere gli sviluppi futuri?

Tutto dipende da quanto Facebook crede nel progetto. Di sicuro il mercato “local” interessa tantissimo all’azienda, viste le piattaforme sviluppate finora (un esempio è Facebook Places) e le tipologie di inserzioni presenti.

LEGGI ANCHE: La rivoluzione silenziosa di Facebook Places

Da qualche anno la routine di un cliente è già cambiata, basti pensare ai ristoranti. Se prima infatti era consuetudine visitare direttamente il sito web del ristorante (e magari chiamare al telefono), per poi passare alle recensioni di settore (Tripadvisor, 2spaghi, etc), alzi la mano chi oggi, prima di programmare una serata, non va a spulciare la pagina Facebook del locale per vedere qualche foto dei piatti nel menù, per vedere gli orari di apertura, o per mandare un messaggio di richiesta informazioni.

A volte si sottovalutano i clienti potenziali acquisiti coi social network, ma ancora più spesso non si considerano i clienti persi già in partenza perchè magari non stimolati, o addirittura spaventati, dai risultati di ricerca social. Questa noncuranza è oggi davvero inaccettabile!

Cosa faccio se ho una azienda local?

In realtà i consigli sono sempre gli stessi, solo che ora hai un’ulteriore motivo potenziale per metterli in pratica.

  1. Aumenta i fan della pagina, scegliendo persone veramente interessate alla tua azienda, e magari che sono già o che diventeranno tuoi clienti.
  2. Aumenta le interazioni dei fan con la pagina dandogli un motivo per seguirla: un calendario editoriale interessante, offerte speciali, supporto a domande e problemi, gestione delle prenotazioni
  3. Aumenta numero e punteggio delle recensioni della tua azienda. Parametro molto sottovalutato finora, ma che potrebbe risultare decisivo con la funzione Facebook Professional Services. Magari fallo senza truffe o magheggi strani!
  4. Richiedi Facebook Bluetooth Beacons che, una volta posizionato, ti permetterà di gestire in maniera più diretta e veloce la relazione tra utenti di Facebook e clienti che fisicamente hanno visitato il tuo local business.

Se questa feature diventerà nazionalpopolare i vantaggi in termini di clientela saranno diretti ed evidenti (basti pensare al traffico prodotto dalle recensioni e dalla classifica di Tripadvisor!). Se cadrà nell’oblìo, rimane comunque fatto un ottimo lavoro utile per tutte gli usi di social media marketing già presenti, o che verranno sviluppati in seguito.

Qualsiasi strumento infatti, se pur potenzialmente devastante, non può essere l’unico motivo per sviluppare la tua presenza online.

Può essere però uno stimolo in più a farlo meglio!