Green

Adidas: un nuovo prodotto in difesa degli oceani

Ecco il primo prototipo di scarpe realizzate in stampa 3D con la plastica recuperata dagli oceani

Adidas_nuovo_prodotto_in_difesa_degli_oceani

Non hanno ancora un nome, ma già sono famose. Stiamo parlando del nuovo modello di scarpe Adidas realizzate in collaborazione con l’organizzazione Parley for the Oceans e ottenute grazie al recupero della plastica gettata negli oceani e ad un processo di stampa 3D.

Tecnologia e ambiente: una coesistenza possibile

Per ora si tratta solo di un prototipo che il noto brand ha messo a punto assieme a Parley for the Oceans, un’organizzazione nata con lo scopo di ridurre lo scarico di rifiuti e di preservare la salute degli oceani. La collaborazione con Adidas ha proprio l’obiettivo di sensibilizzare le persone sull’inquinamento dell’ecosistema marino e mostrare loro che produrre oggetti di qualità e fare business è possibile, anche salvaguardando l’ambiente.

Adidas_nuovo_prodotto_in_difesa_degli_oceani_1

Un designer visionario

Alexander Taylor è il designer inglese che ha creato le scarpe Adidas x Parley. Lo ha fatto utilizzando i processi di fabbrica dell’azienda e sostituendo i normali materiali con fibre ottenute dalla plastica riciclata e dalle reti da pesca. Come ha dichiarato Taylor stesso al Dezeen magazine:

Non c’è motivo per cui i materiali che hanno simili caratteristiche e che usiamo tutti i giorni nei processi di produzione, non possano essere sostituiti dalla plastica recuperata dagli oceani.

Adidas_nuovo_prodotto_in_difesa_degli_oceani_2

Una scarpa fatta con la rete da pesca

A leggere come è stato realizzato questo modello di scarpe c’è da riflettere. Basti pensare che la rete da pesca con cui è stata rivestita la parte superiore del prototipo, è stata recuperata da Parley for the Oceans durante una spedizione di 110 giorni per rintracciare una nave di bracconieri vicino alle coste dell’Africa Occidentale.

Adidas_nuovo_prodotto_in_difesa_degli_oceani_3
LEGGI ANCHE: Adotta una specie in pericolo, la campagna social virale del WWF

Quando saranno acquistabili?

Adesso Adidas sta lavorando per fare il passo da semplice prototipo a prodotto commercializzabile. Il percorso non è immediato perché, come ha spiegato il suo creatore nell’intervista concessa a Dezeen magazine, i materiali utilizzati per la fabbricazione delle scarpe sono del tutto nuovi e ancora da mettere a punto. Il brand spera di riuscire a proporre sul mercato la “scarpa amica degli oceani” il prossimo anno. Per ora Taylor e il suo team lavorano duro per renderlo possibile.

L’impegno Adidas continua

Ma il brand tedesco non ha intenzione di fermarsi. Sempre un passo avanti nella ricerca di materiali innovativi e di tecniche di produzione all’avanguardia, Adidas conferma il suo impegno anche nel campo ambientale. Come membro fondatore dell’organizzazione Parley for the Oceans, continua anche su altri fronti, quello della comunicazione e dell’educazione, la battaglia contro l’inquinamento degli oceani.

Un altro esempio da imitare? Adidas ha deciso di eliminare le borse di plastica dai suoi negozi monomarca. L’iniziativa è già cominiciata e il gruppo prevede che sarà completata entro fine del 2016. Chi si ricorderà il prossimo dicembre di fare un giro per controllare?