You Can Be Anything: Barbie ed il Girl Power

Non mettere limiti alla tua fantasia. Pensa in grande. Un giorno diventerai chi hai sempre voluto essere

You_can_be_anything_Barbie_ninja_1

Puoi essere ciò che vuoi. Barbie rivoluziona il concetto di “bambola” perfetta e senza cervello chiedendo al pubblico: “Cosa può accadere se una ragazza è libera di immaginare ciò che potrà diventare?” Era dai tempi delle Spice Girls che non si sentivano più messaggi così energici sulle possibilità delle bambine, future donne, di sognare in grande. Da qui parte il nuovo spot Imagine The Possibilities con cui la Mattel rilancia l’immagine della Barbie conferendole un ruolo più rassicurante, affidabile, formativo.

Sogni di diventare veterinaria? Allenatrice di una squadra di calcio? Una docente universitaria? Giocare con Barbie è immergersi in un mondo fatto di sogni che un giorno diventeranno realtà. Se un tempo la Mattel è stata aspramente criticata per voler vendere a tutti i costi un giocattolo che veniva associato a concetti come finzione, artificiosità, ricerca del bello e dell’ostentazione irreale, oggi il marchio cambia completamente la sua strategia di comunicazione.

[yframe url=’https://www.youtube.com/watch?v=l1vnsqbnAkk’]

 

Il messaggio è chiaro e ricco di speranza: tutte le bambine possono sviluppare la propria immaginazione giocando con una Barbie, possono sognare di diventare un giorno ciò che desiderano ardentemente. Insomma, abbattiamo tutti gli stereotipi e tutti i preconcetti sulla bambola più famosa al mondo. Chi di noi non ha mai avuto una Barbie tra le mani? Chi non ha mai giocato con le amiche immaginandosi nelle situazioni più disparate?

LEGGI ANCHE: 5 Barbie che Mattel dovrebbe produrre per ispirare le nuove generazioni

L’inversione di tendenza dell’azienda è evidente. Nel corso del tempo si è passati da una Barbie sempre perfetta, con tacchi altissimi e vestiti mozzafiato, ad un modello di vita, più sano, più propositivo, in cui le bambine possono guardare al proprio futuro concreto, fatto di lavoro e responsabilità. Ne saranno orgogliose le mamme che possono vedere finalmente in Barbie un esempio positivo per la crescita delle proprie figlie.

You_can_be_anything_Barbie_ninja_2

Le dichiarazioni di Evelyn Mazzocco, direttore generale di Barbie, sono andate dritto al punto:

È l’inizio di un evoluzione del marchio, progettata per incoraggiare i genitori a rivalutare il ruolo che Barbie può svolgere nella vita dei bambini. Questa iniziativa nasce per ricordare ai genitori di oggi che, attraverso il potere dell’immaginazione, Barbie permette alle bambine di esplorare il loro potenziale illimitato.