Ninja Factory: al via a Roma e Milano!

Presentato il percorso learning by doing. Tutor: Marco Magnaghi (Maxus Italia) e Michela Matichecchia a Milano, Raffaele Pironti (L'Espresso) a Roma

12106935_1083840061627238_4215641512806269008_n

Avere una formazione completa nel settore digital, studiare casi concreti e sporcarsi le mani in una competizione con i colleghi per la creazione di un nuovo progetto: è questo l’obiettivo della Ninja Digital Factory della Ninja Academy che ha preso il via sabato 10 ottobre nelle sedi di Roma e Milano del TIM #WCAP partner dell’evento.

Ma com’è andata la giornata formativa? Ecco il racconto dei due inviati Ninja all’evento!

Qui Roma, di Felicia Mammone

È con grande piacere che per la seconda volta seguo l’edizione romana della Ninja Factory. Tante novità, ma una certezza: anche in questa edizione il primo incontro si è avviato in ritardo 😕 Guerrieri ai posti, alle 10.00, è partita la giornata formativa nella sede di Roma dell’acceleratore Tim#Wcap. Adele Savarese, Chief Content Officer di Ninja Academy, ha presentato il progetto della Factory indicando i 9 brief e le task: dalle strategie SEO e SEM al videomaking fino ai social network. Abbiate perseveranza, il digitale si muove molto velocemente ma è importante la diversità che, nel digital, è quella cosa che ti fa fare 100 click in più ha detto il tutor Raffaele Pironti, Digital Product Manager presso il Gruppo Editoriale L’Espresso.

12088269_1083840244960553_5402661436013198255_n

 

Dopo la call per la presentazione dei colleghi della Factory di Milano, Carmine Esposito, coordinatore dei tutor, ha provveduto a organizzare i team di lavoro: saranno 4 le squadre in competizione a Roma, tutte molto eterogenee. I Guerrieri romani, infatti, hanno competenze molto vaste: c’è chi viene dalla comunicazione e chi dal mondo della medicina o anche chi, come Giampiero appena trasferitosi da Sidney a Lecce, si è iscritto alla Factory per cercare nuovi stimoli. Fatte le squadre inizia il bello: i ragazzi si riuniscono per conoscere e porre e basi del loro grande lavoro!

12088056_1083839898293921_4490564057178680271_n

Qui Milano, di Federico Damiani

11218991_1083840558293855_8032362719493619982_n

Sono ben trenta gli iscritti alla Ninja Factory di Milanese che puntualissimi si sono presentati alla sede dell’acceleratore Tim #Wcap sabato mattina. Dopo la presentazione del business case e di tutti gli step che vedranno protagonisti i team da qui a marzo, è stato il turno della presentazione dei tutor.

Primo a raccontarsi Marco Magnaghi, chief digital officer di Maxus Italia, con un passato in Accenture e in Amadori. Ninja Factory è una palestra in cui allenarsi e poter sbagliare e imparare dai propri errori. Fuori da questo ambiente protetto si può sempre imparare dai propri errori” ha detto Marco. È stato poi il momento di  Michaela Matichecchia, che nella vita è consulente web marketing e project manager. È fondamentale avere una visione a 360° del panorama digital: focalizzarsi solo su un singolo strumento o su una metodologia rischia di compromettere l’intera strategia” ha detto Michaela.

12106818_1083840044960573_2019728559088979023_n

Conosciuti i tutor, è stato il turno della presentazione dei Guerrieri. Un gruppo molto eterogeneo, quello della Factory di Milano. I partecipanti hanno un’età che vai dai 20 anni del più giovane ai 55 del Guerriero più esperto, con background che spaziano dal campo medico a quello imprenditoriale, passando per quello pubblicitario. I tutor hanno poi annunciato la divisione dei team di lavoro. Per Milano avremo sei team in competizione che, prima di lasciare Tim#Wcap, si sono riuniti per organizzarsi al proprio interno, decidere gli strumenti che utilizzeranno e approfondire meglio le competenze che ognuno potrà mettere in campo.

 

Riusciranno i nostri Guerrieri a portare avanti i task? Lo scopriremo il 16 gennaio sempre tra Roma e Milano! 😉

Intanto Buon lavoro… and Be Ninja!