Social SEO: come ottimizzare i profili social per essere trovati nel web

Il tuo futuro capo ha tra le mani il tuo cv, oppure un tuo potenziale cliente ha sentito parlare della tua azienda da un amico, fatti trovare nel modo migliore sui tuoi canali social

Social SEO

La nostra vita parallela sul web è caratterizzata da profili social, abbiamo tanti “noi” virtuali che ci rappresentano e ci raccontano alla community digitale. Sia che lo utilizziamo per divertimento, per farci conoscere, per attività di personal branding o meglio ancora per il business, un profilo efficace è fondamentale perché dobbiamo convincere gli altri a prestare attenzione alle nostre attività sui social media.

Renderci interessanti o rendere accattivante il brand che vogliamo promuovere, vuol dire anche farci trovare nel modo più corretto. Hai mai pensato ad ottimizzare gli account social per la ricerca? Sai come utilizzare le keyword nei tuoi profili social? Vediamo cosa ci suggerisce la Social SEO.

Nelle attività di Social SEO, sono due le tipologie di ottimizzazione che ci interessa affrontare, la prima quella più immediata è quella che riguarda le ricerche all’interno del social network stesso, la seconda, a più ampio raggio, è quella che riguarda la ricerca sui motori di ricerca, Google per esempio.

LEGGI ANCHE: SEO, Content e Social Media: Le soluzioni di Inbound Marketing di cui non puoi fare a meno

Social SEO

1.La Social SEO all’interno dei profili

Quotidianamente cerchiamo persone, pagine, account direttamente e comodamente all’interno del social stesso, che sia Facebook, Twitter, Istagram, Pinterest poco importa, quello che importa è che a cercarci potrebbe essere un contatto importante, un futuro capo o qualcuno di utile per accrescere il nostro network. Cosa dobbiamo fare affinchè ci trovino e soprattutto ci trovino nella nostra forma migliore? Di seguito alcuni consigli di massima su come fare:

  • Scegli un buon nome utente, possibilmente neutro. Come suggerisce Guy Kawasaki ( Chief evangelist di Canva) evita nomignoli, nomi falsi (ci penserà Facebook a punirti) o nomi legati alla tua occupazione attuale, potresti cambiare lavoro in futuro e la confusione nell’identità non ti aiuterebbe;
  • Scegli un’immagine del profilo che sia centrata sul tuo viso (foto in bikini, o insieme al tuo/a fidanzato/a  che sbaciucchi il tuo cane non sono la scelta migliore). Utilizza la stessa immagine per tutti i profili social che hai, in modo da aiutare gli altri a trovarti ovunque senza confondersi;
  • Scegli un’immagine di copertina che ti rappresenti, che parli di te, che dia informazioni aggiuntive su di te o sulla tua professione. Banale ma importante, cerca di centrare l’immagine. Le dimensioni delle cover cambiano spesso, è necessario essere sul pezzo;
  • Utilizza la bio per presentarti, far capire chi sei, cosa fai e perché lo fai meglio degli altri. (Su Linkedin molto spesso è quello che fa la differenza).

Social SEO

2. La Social SEO per Google

Il tuo possibile futuro capo ha tra le mani il tuo cv, oppure un tuo potenziale cliente ha sentito parlare della tua azienda da un amico. Sai benissimo che una delle prime cose che faranno entrambi sarà quella di digitare il tuo nome, o quello della tua azienda su Google. Rassegnati, è così che andrà. Di seguito alcune buone regole per la Social SEO da seguire per facilitare e indirizzare la loro ricerca:

  • Utilizza una vanity url o url personalizzato (Facebook, Linkedin e Google + offrono questa possibilità). Il link che troveranno collegato ai tuoi profili conterrà già il tuo nome o quello della tua azienda e non serie di numeri e lettere incomprensibili;
  • Il titolo è quello che viene visualizzato per primo in un risultato di ricerca. Questo è costituito da 50 a 60 caratteri generalmente presenti nel titolo SEO di una pagina. Utilizza il tuo nome o il nome del Brand che ti rappresenta e non categorie generiche;
  • La descrizione della pagina si trova sotto l’URL ed è di circa 155 caratteri: utilizzali per descrivere in breve chi sei e cosa fai inserendo le parole chiave con le quali ti identifichi e vuoi essere trovato;
  • Le keyword: su Facebook la keyword deve essere presente nel nome della pagina o del profilo. Su Twitter la keyword deve essere presente nel nome utente. Stesso discorso per Linkedin e per gli altri profili social;
  • Prendi l’abitudine di nominare le immagini che scegli di utilizzare come foto profilo. Google indicizza anche quelle. Nominarle con il tuo nome e cognome e il social sul quale la stai utilizzando faciliterà la ricerca.

LEGGI ANCHE: Social Media: Come realizzare ottime immagini per i tuoi canali

Hai controllato se i tuoi profili sono ottimizzati nel migliore dei modi? Segui queste poche regole per facilitare la ricerca dei tuoi profili sul web.