Your Timeline: la feature di Google Maps che ripercorre tutti i tuoi passi

Memorizza i nostri luoghi preferiti. E sa dove eravamo il 31 luglio 2014

Vi ricordate dove eravate il 31 luglio 2014?
Voi probabilmente no, ma Google Maps sì. Merito (o colpa, dipende pur sempre dai punti di vista) della new entry Your Timeline, appena aggiunta all’ultima versione di Google Maps per Android e grazie alla quale potrete tracciare tutti i vostri passi, sapere dove siete stati e le strade percorse nel tempo. Interessante sicuramente sì, ma anche un po’ inquietante data la ricchezza di dettagli sugli spostamenti effettuati dall’utente di cui la nuova feature di Google Maps si avvale.

Your Timeline, la funzione di Google dalla memoria di ferro

Your Timeline sa. Sa proprio tutto: quali mezzi avete preso e le foto che avete scattato durante il vostro tragitto non sono affatto un mistero per la funzione appena introdotta da Mountain View.
Prima di farvi prendere dall’ansia però, ricordatevi che in realtà queste funzioni non sono poi così nuove. La cronologia degli spostamenti era infatti già presente su Google Maps, e Your Timeline ne è semplicemente una versione più piacevole ed accattivante, che porta con sé degli update interessanti della stessa come, ad esempio, la possibilità di rinominare con un appellativo personalizzato le location frequentate. Inoltre le funzionalità di tracciamento sono attive soltanto fino a che è attiva la geolocalizzazione sul dispositivo. Insomma, una volta spento il geotag Your Timeline non può più tracciarvi.
E non tutto il “male” viene per nuocere: grazie a questo update è finalmente possibile customizzare la gestione di Google Maps, scegliendo di quali tragitti mantenere memoria cancellando tutto ciò che non vi serve ricordare.

“Ciò significa che è possibile eliminare facilmente un giorno o il vostro storico completo in qualsiasi momento”, ha specificato il product manager di Google Maps Gerard Sanz. “È possibile modificare qualsiasi luogo presente nella timeline, eliminando una specifica posizione o assegnando un nome privato ad un posto frequentato spesso, come ad esempio ‘casa della mamma’ o ‘il mio running spot preferito’. Questo spot apparirà a destra su Google Maps quando si è loggati”.

Fare un salto nella memory lane potrebbe quindi rivelarsi un’esperienza affascinante: cliccando su una determinata data Your Timeline mostrerà i luoghi visitati nel corso di quella giornata, permettendovi di fare un viaggio a ritroso nella memoria.

LEGGI ANCHE: Google My Maps sempre più Pro

E come la mettiamo con la privacy?

Risolviamo anche il dubbio privacy: la cronologia di Your Timeline (visibile solo all’utente, comunque!) e le preferenze impostate sono visualizzabili unicamente dall’utente, ed è possibile eliminare la cronologia in toto tramite le impostazioni. Si può inoltre impedire a Google di archiviare informazioni sui nostri spostamenti per sempre (o almeno, fino a che non si cambia idea) andando su My Account di Google. Una volta effettuato l’accesso all’area dedicata alle informazioni personali sarà possibile disattivare la memorizzazione dei luoghi visitati.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?