Perché il marketing dei micro-momenti è il futuro secondo Google

Se l'esperienza di consumo è sempre più frammentata un buon marketer deve saper agganciare il cliente al (micro-)momento giusto

Federica Fattori

Marketing and Communication Specialist

Nel mondo iperconnesso di oggi, la difficoltà maggiore per i marketer è quella di prevedere i cambiamenti nel comportamento del proprio target. Negli ultimi anni il maggior impatto è stato provocato dalle tecnologie mobile che hanno modificato radicalmente l’atteggiamento di consumo, frammentando il consumer journey in micro-momenti.

Big G ha recentemente diffuso un’infografica che descrive sinteticamente i tratti più rilevanti di questa tendenza. Esisterebbero 4 micro-momenti principali:

  • I-want-to-know
  • I-want-to-go
  • I-want-to-do
  • I.want-to-buy

Il brand deve riuscire a intervenire in tempo reale su quelli che sono i bisogni di un consumatore sempre più impegnativo. Deve riuscire a fornire una risposta immediata, rilevante e adeguata alla necessità.

 

Dati alla mano

Un recente studio del colosso di Mountain View mostra le percentuali che descrivono come le abitudini dei consumatori siano innegabilmente condizionate da decisioni prese sul momento, in genere grazie alla consultazione di uno smartphone.

Circa l’82% degli utenti ricorrono allo smartphone per orientarsi nella scelta durante un acquisto in store.

Il 62% cercano sul proprio smartphone la soluzione ad un problema o il modo in cui svolgere un compito nuovo.

Il 90% degli utenti ha fatto progressi nel raggiungimento di un obiettivo a lungo termine usando lo smartphone nei tempi morti.

Il 91% degli utenti trovano sullo smartphone nuove ispirazioni e idee mentre stanno facendo altro.

Consigli per i marketer

 

#1 – Individua i micro-momenti che vuoi dominare

Per prima cosa è necessario identificare quali sono le fasi del consumer journey in cui può essere fondamentale il tuo intervento per agganciare il cliente: come cerca informazioni? Quando ha bisogni del tuo prodotto?

#2 – Comprendi i bisogni del consumatore in ogni momento

Ti sei mai chiesto se in un preciso momento il tuo cliente ha un determinato bisogno che tu puoi soddisfare? Puoi fornirgli dei contenuti utili al riguardo?

#3 – Decidi in base all’ambiente in cui si trova un utente

La localizzazione sia geografica che temporale può aiutarti a trasmettere delle informazioni sempre su misura del cliente.

#4 – Migliora con il tempo

Ricorda che l’unica variabile importante è il consumatore, muoviti e modifica le tue strategie intorno a lui, non ad altri obiettivi.

#5 – Misura e controlla

Non c’è progressione se non sai dove stai andando. Quindi misura i tuoi successi per continuare ad aggiustare il tiro (vedi punto 4).



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?