Instagram, arriva la ricerca via desktop: alcuni motivi per sfruttarla

Il social network della condivisione istantanea di immagini, crescendo assomiglia sempre più a papà Facebook, rendendo maggiormente immersiva l'esperienza di fruizione via desktop. Da qualche giorno infatti è disponibile la tab ricerca su Instagram.com.


Instagrammers, avete visto l”ultimo aggiornamento di Instagram? Riguarda l’aggiunta della barra di ricerca, grazie alla quale potremo trovare luoghi e persone comodamente da desktop.

L’app che ha rivoluzionato il modo di condividere foto e immagini in modo istantaneo, con l’aggiunta di filtri diventati ormai lessico comune per noi social ninja,  tenta di assomigliare sempre più a Facebook, aumentando l’interattività nella versione desktop instagram.com.

LEGGI ANCHE: Instagram marketing: i consigli di Ilaria Barbotti

Come potete vedere nell’immagine, su Instagram versione desktop è comparso uno spazio per la ricerca, tra il marchio del social e il vostro nome utente, con la classica icona a mo’ di lente e la scritta “Cerca”. Attraverso questa funzione è possibile effettuare ricerche per hashtag, per profili o per luoghi (città, esercizi commerciali ecc.).

Ma perché può esserci utile?

1) Embedda!

Potendo ricercare su Instagram via web, verrà naturalmente generata una URL, con la quale potrete rendere più dinamici i vostri blog-post, i vostri siti web e così via. Niente di più facile con un classico codice per embeddare, e il gioco è fatto!

2) Conosci i profili più influenti della tua città!

Quando provi a cercare un luogo, ti verrà restituito un risultato composto da una mappa, e a seguire le immagini più popolari e poi quelle più recenti (in un modo decisamente più comodo rispetto alla app). Sei uno stilista ma non puoi permetterti di pagare Chiara Ferragni? Scopri chi potrebbe indossare la tua ultima idea ottenendo comunque un ottimo risultato.

3) Insomma: è pratica!

Mancano ancora due tasselli per rendere felici i SMM: poter caricare immagini direttamente da desktop (ma #ciaone all’istantaneità), e poter switchare da un account ad un altro. Sicuramente la ricerca via web renderà più pratico il lavoro di monitoraggio profili e hashtag, strizzando l’occhio soprattutto a chi, fino ad ora, utilizzava la app iOS, che ha più problemi che funzionalità.

LEGGI ANCHE: Instagram: arriva il servizio Ads anche in Italia

Che ne pensate, amici lettori?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?