Coca-Cola parla di amicizia gay

E tu, cosa faresti per un amico?

Andrea Favarin

Unconventional communication strategist

Coca-Cola ci chiede: e tu, cosa faresti per un amico?

Il video diretto da Dustin Lance Black ci regala questa piccola poesia sull’amicizia, girata per la campagna True Friendship di Coca-Cola.
La campagna di Pereira & O’Dell cerca di rispondere, attraverso diverse situazioni, alla domanda: che cos’è un vera amicizia?

Ci era riuscita benissimo incantandoci con la serie di video  tales of teen angst, il cui hashtag è #VerdaderoAmigo.

Quest’ultima perla, intitolata “The Text” (il messaggio), che personalmente mi ha lasciato sulla pelle quel piccolo brivido di un’ emozione bella e sottile, parla di omosessualità ed adolescenti. Ed in un periodo in cui le notizie di bullismo sui social network sono sempre più spietate, che sia proprio una campagna virale a mandare un messaggio forte, e dolce allo stesso tempo, non può che commuovere.

Questo video di otto minuti racconta quanto di più semplice e vera possa essere una sana amicizia in un gruppo di teenager. Scuola, scherzi, ragazze, battute, video game e, ovviamente, l’immancabile Coca-Cola. Il classico gruppetto spensierato.

LEGGI ANCHE: Coca-Cola: in Medio Oriente contro le etichette

Ma tra questi ragazzi, due amici sono davvero legati, Rafael e Diego. Rafael nasconde però un segreto, un segreto che Diego non riesce a decifrare. Diego pensa che Rafael esca con la ragazza che gli piace, e questo distruggerebbe la loro amicizia.

E si sa, la curiosità a quell’età è enorme, soprattutto tra persone che si vogliono bene.
E quando Rafael lascia incustodito lo smartphone in un momento di distrazione, un messaggio arriva, un messaggio che Diego non può trattenersi dal leggere, un messaggio che lo stupisce: il suo migliore amico è gay.

Si sa che a quell’età sono cose che possono annientare una amicizia in men che non si dica. Ma non quella vera.
Il gesto, semplice, di offrire una Coca-Cola diventa così il momento in cui i due amici si guardano, da un lato la paura di non essere accettati, dall’altro il significato dell’essere amici.

Come disse Aristotele, due amici sono un’anima sola divisa in due corpi, cosi Diego fa la cosa più semplice. Vive la sua amicizia con Rafael per chi Rafael è. Senza pregiudizi, paure o infantilismi.

L’amicizia diventa così ancora più solida perché sono proprio le differenze che impariamo a comprendere ad essere il ponte tra noi e gli altri. E poi, come Rafael sottolinea scherzando con il suo amico Diego, i ragazzi gay conoscono le ragazze più belle.

Il regista, Dustin Lance Black, attivista dei diritti LGBT, ci spiega che The Text, tra i diversi video della serie da lui girati:

“Come artista sento di avere la responsabilità di condividere storie che raccontino chi siano le persone omosessuali, bisessuali o transessuali per davvero, in modo da dissipare qualunque atmosfera di paura che potrebbe portare queste persone a non condividere pienamente le proprie vite.”

E tu, cosa faresti per un amico?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?