Elba, the Napoleon Experience: arte e moda raccontano l'Isola dell'Imperatore Bonaparte

Alla riscoperta dell'homo faber

Un omaggio al grande talento di Coco Chanel. Un abito ed un anello napoleonico creati per Aurora, lo spirito dell’Elba, il bottone di una giacca di lino interamente lavorata a mano. Un ritratto di un inedito Napoleone a cavallo. Il profumo essenza dell’isola che fa rinascere il rapporto con il proprio spirito. Una proustiana “pétite Madelaine” e un chiaro riferimento all’homo faber di Bergson.

Così si intrecciano alcuni degli elementi visivi, materici e filosofici, che rovesciano i paradigmi della comunicazione. Così si incastrano, come fossero tessere di un unico e grande mosaico, le anime di Elba, the Napoleon Experience Fashion, il progetto di promozione turistica dedicato all’isola toscana.

Parafrasando McLuhan, il territorio diventa mezzo, e l’esperienza il messaggio da veicolare.  Una ricerca identitaria, che volutamente si ispira a Proust e al suo concetto di memoria.

LEGGI ANCHE: Come fare Digital Marketing nel settore turistico?

Elba, the Napoleon Experience: il progetto di Rigenerazione territoriale dell’Isola dell’Arcipelago Toscano

Il progetto nasce dall’intuizione di Maurizio Goetz, Tourist Experience Design Strategist, Destination Manager Isola d’Elba, Maristella De Giuseppe, Art director, architetto creatrice ed organizzatrice e Lello Grieco, Art Director, architetto, fondatori del Gruppo ABOUT, con il supporto di Andrea Rossi, Experience e Communication Manager di VisitElba.

Si tratta di un complesso piano di marketing turistico ed esperienziale, di posizionamento che intende promuovere il territorio dell’Isola d’Elba attraverso la narrazione dei prodotti artigianali e artistici dedicati al tema del viaggio e di Napoleone.

La sua complessità sta proprio nel coinvolgimento di più mezzi di comunicazione, come la fotografia, il film, il minisito, il museo virtuale interattivo, eventi dedicati e canali commerciali che distribuiranno i prodotti iconici dell’Elba Lifestyle, creati e realizzati da stilisti elbani, nazionali ed internazionali da un progetto collaborativo.

“Stiamo parlando di Rigenerazione Esperienziale Territoriale”, precisa il professore, Maurizio Goetz e ha a che fare con un nuovo concetto di lusso, che esplora una dimensione più interiore e intima e che stiamo portando avanti con il Gruppo ABOUT.

Fashion design e arte rendono omaggio a Napoleone

Se l’anno scorso l’intuizione di Maurizio Goetz e Andrea Rossi aveva previsto la realizzazione di una webserie #elbaMovie – peraltro pluripremiata a livello internazionale e nazionale-  dedicata agli internauti, quest’anno, quasi nostalgicamente, si ritorna alle origini e si parte dai media analogici, che più rappresentano l’Italia dell’arte e  della moda.

Tra le eccellenze artigianali di nicchia interessate al progetto, non potevano mancare quelle del made in Italy. Moda e arte assieme danno vita a una storia di storie. Fil rouge che le lega tutte all’Elba è duplice: il personaggio di Napoleone e il viaggio.  Saranno quindi 23 gli stilisti coinvolti e oltre 200 gli artisti da tutto il mondo selezionati per interpretare lo spirito più autentico  dell’Isola d’Elba.

Elba_the_napoleon_experience

credits: Stefania Pizzichi e Fabrizio Coco - Nuova Accademia di Belle Arti - Milano

Il lusso oltre gli schemi del denaro

Dimentica il concetto di lusso legato al prestigio del brand e al denaro. Se proprio si deve parlare di lifestyle, quello a cui tende il progetto, Elba, the Napoleon experience, fa leva sulla sensibilità del singolo nel saper cogliere un tempo al di fuori del tempo e renderlo memorabile.

Un nuovo o forse dimenticato modo di consumare, che esalta le dimensioni spazio-temporali, è alla base di questa inedita luxury experience. Valore tempo, quello per “fare le cose”, le cose che durano nel tempo, che sono destinate a diventare preziose col tempo. Valore spazio, come elemento geografico, che caratterizza l’oggetto e che ne giustifica il valore.

Assieme, spazio e tempo diventano gli elementi costitutivi e indispensabili dei prodotti di fashion design e arte creati nel contesto di questo progetto di marketing turistico. Ecco quindi che il territorio, l’Isola d’Elba diventa un supporto della memoria e della rigenerazione identitaria.

Elba_the_napoleon_experience

credits: Stefania Pizzichi e Fabrizio Coco - Nuova Accademia di Belle Arti - Milano

Dal target al segmento esperienziale

Il viaggio sull’isola diventa un espediente che permette di far emergere quella libertà di scelta che troppo spesso dimentichiamo di avere. No ai compromessi, no allo spirito di omologazione.

Sì, al piacere della riscoperta dell’homo faber e del genio artistico umano. E ancora sì, alle “cose fatte su misura” e a misura d’uomo, proprio come il territorio dell’Isola d’Elba.

Ecco l’anima delle donne e degli uomini a cui si rivolge Elba, the Napoleon Experience.

Ne vedrai delle belle, è proprio il caso di dirlo! Poco a poco ti sveleremo i particolari e i dettagli di questo progetto in fieri.

 

Note: L’immagine di apertura dell’articolo ritrae un anello in argento e oro e pietra in granato Rodolite  della Galleria Vulca (Capoliveri).  Nella seconda immagine, trovi un abito in cachemire di Marina Sala Cachemire (Portoferraio) e una spilla gioiello N in oro e argento della Galleria Vulca (Capoliveri). Ed infine, nell’ultima immagine è presente il dettaglio di una giacca in lino della Sartoria Antonelli (Napoli), con il particolare del bottone gioiello in oro di Gioielli artigianali Sara Lubrano (Napoli).

Scritto da

Emanuela Goldoni

Nasce nel cuore dell'Emilia, a Mirandola, per intenderci, la città del filosofo Pico della Mirandola. Per metà è partenopea, ma di mediterraneo ha preso solo il senso ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kora-Bakeri .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it