LEGO Worlds: il sandbox con i mattoncini più famosi al mondo [RECENSIONE]

Lego Worlds è il nuovo gioco sviluppato da quei mattacchioni della TT Games. Sarà l'ennesimo clone di Minecraft? Scopriamolo insieme... Mattoncino su mattoncino.

Giovanni Amato

SEO Copywriter

In una galassia lontana lontana… Ricordo ancora oggi l’emozione che provai quando giocai, per la prima volta, a Lego Star Wars. Era una novità assoluta nel mondo dei videogame. Potere giocare con i mattoncini più famosi del mondo, tramite console o pc, è goduria allo stato puro.

Sono passati diversi anni dall’uscita del primo gioco dedicato all’universo dei Lego. Tutti i titoli hanno un leitmotiv comune, un filo di Arianna che collega, il colorato mondo dei Lego, a film e romanzi diventati cult. Indiana Jones, Harry Potter, Il Signore degli Anelli e il recente Jurassic Park, sono alcuni esempi che possono farti intuire come i videogiochi Made in Lego, siano molto popolari e seguiti. Scommetto che, anche tu, hai la libreria di Steam colma di faccine sorridenti (anche se ormai non è più una prerogativa).

Qualche settimana fa, ecco che fa la sua comparsa, tra i titoli in accesso anticipato, Lego Worlds. Il primo sandbox dedicato, per l’appunto, ai Lego. Scopriamo insieme le caratteristiche di questo gioco.

Gameplay

È un gioco Lego. Open world. Parola d’ordine? Costruire quello che più ti aggrada con un’unica limitazione: la tua fantasia. Ogni oggetto, animale, albero, praticamente tutto, è costruito da mattoncini. Il mondo è generato automaticamente e, cosa più importante, risulta infinito. Hai capito bene. Andrà a generarsi di volta in volta, seguendo il nostro personaggio tra diversi biomi (molto belli visivamente). Il gameplay segue l’ormai consolidato percorso proposto dai giochi Lego: spaccare l’ambiente circostante, per trasformarlo in qualcosa di nuovo.

Una piccola novità è l’editor presente all’interno del gioco, che metterà a disposizione centinaia di mattoncini diversi. Insomma, potrai davvero costruire qualunque cosa tu voglia. E potrai, anche, vestire i panni del tuo personaggio preferito – a patto che tu riesca a replicarlo attraverso la creazione dell’avatar.

Early Access: soluzione perfetta?

Che le piccole software house ricorrano a questo prezioso mezzo, chiamato accesso anticipato, è giustificabile e comprensibile. Se a farlo, invece, è una casa come la TT Games (praticamente ogni gioco Lego ha il suo marchio) è subito polemica. Io vorrei darti uno spunto di riflessione diverso. Se l’early access fosse per Lego Worlds il giusto compromesso? Per appena € 14,99 avrai il gioco in copia digitale e potrai partecipare attivamente allo sviluppo. Come? Seguendo la community di Steam. Gli sviluppatori hanno promesso, infatti, che collaboreranno a stretto contatto con noi utenti, limando il gioco secondo i nostri consigli ed esigenze. Ora, onestamente, era meglio far uscire il gioco fra un paio di anni e spendere una cinquantina di euro? Dimmi cosa ne pensi nei commenti, intanto analizziamo il comparto sonoro e i requisiti di sistema.

Soundrack e Requisiti

Partiamo dai numeri. Essendo un gioco in alpha, ovviamente, non è ben ottimizzato. Servirà un computer di ultima generazione per farlo girare al pieno delle sue potenzialità – graficamente è davvero maestoso.

Requisiti minimi:
Sistema operativo: Windows XP SP3
Processore: Intel Dual Core 2GHz
Memoria: 2 GB RAM
Scheda video: 512 MB GPU Shaders 3.0
DirectX: Version 9.0
Connessione: banda larga
Spazio richiesto: 10 GB
Requisiti consigliati:
Sistema operativo: Windows 7
Processore: AMD o Intel Quad Core 2.6GHz
Memoria: 4 GB RAM
Scheda video: NVIDIA GTX 480 o ATI HD 5850
DirectX: Version 11
Connessione: banda larga
Spazio richiesto: 10 GB

 

Nota dolente per il comparto sonoro. Manca una soundtrack che ti accompagni durante la tua esplorazione (e costruzione) del mondo. I suoni sono comunque all’altezza, migliorabili sia chiaro, ma ho udito di peggio in vent’anni di onorata carriera. In più, ogni qualvolta scoprirai un nuovo personaggio/veicolo/nemico, un jingle farà la sua comparsa. Un jingle sempre uguale.

Conclusioni

L’idea dietro il titolo Warner Bros è geniale. Lego Worlds è quello che ogni fan dei Lego vorrebbe vedere e giocare. La possibilità di creare (e distruggere) ogni cosa la nostra mente riesca a concepire era già venuto in mente ai ragazzi di Minecraft… Peccato che qui sia tutto più colorato, più bello e, soprattutto, più Lego!

 

Scritto da

Giovanni Amato

SEO Copywriter

Classe 82, laureato in Filosofia e Scienze Etiche, da sempre appassionato dell'uomo, delle sue passioni, di ciò che lo emoziona e lo spaventa. Amante della scrittura creativa e ... continua

Condividi questo articolo


Segui Kubayashi .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it