Come si coordina un progetto digitale? I suggerimenti di Salvatore Russo [INTERVISTA]

"Blog, newsletter e social media. Il triangolo delle meraviglie che permette di instaurare una conversazione online efficace con il proprio target"

Eufemia Scannapieco

Digital& Social Media Strategist

In qualsiasi progetto digitale, complesso o basic esso sia, è necessario seguire alcuni step essenziali: occorre ottimizzare la gestione del tempo, coordinare le risorse interne ed esterne al progetto, gestire ogni dettaglio con accuratezza e adattarsi ai cambiamenti, soprattutto improvvisi.

Come si gestisce tutto questo? Attraverso il digital project management che fornisce gli strumenti e gli approcci metodologici necessari per farlo. Per la gestione e l’organizzazione complessiva, la figura professionale designata, il digital project manager, deve mostrare doti tecniche e carisma. Occorrono infatti evidenti capacità decisionali; abilità nel comunicare, motivare e coinvolgere; apertura verso nuove idee e flessibilità ai cambiamenti; competenza nella gestione di un team e nell’individuazione di skill e potenzialità.

Quali sono i “trucchi” per diventare un Digital Project Manager di successo e coordinare progetti digitali importanti?

Lo abbiamo chiesto a Salvatore Russo, che da oltre dieci anni si occupa di programmazione, progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani. Tutte esperienze che oggi applica, da Marketing Manager, a 6sicuro.itun servizio gratuito di comparazione che aiuta a confrontare ed acquistare l’assicurazione più conveniente.
Approfittiamo della sua esperienza per capire strategie, trucchi, modus operandi del digital project management di successo.

Ciao Salvatore e benvenuto su Ninja Marketing. Tra visione generale dei flussi di lavoro, assegnazione risorse, rispetto dei tempi e degli obiettivi come si coordina un progetto digital?

Prima di tutto capendo le esigenze di ogni componente del team e facilitandone il lavoro, eliminando vicoli ciechi e zone d’ombra nel potere decisionale, è proprio lì che potrebbero prendere vita duelli alla Gangs of New York di Martin Scorsese.

Ho avuto la fortuna di gestire molteplici team per importanti progetti digital, la parte fondamentale non è creare grafici Gantt, ma comprendere le necessità della tua squadra e permettergli di lavorare senza intoppi, valorizzando il lavoro di ognuno. Importantissimo è scegliere la piattaforma di project management.

Pianificare fasi, strategie, budget: come si ottimizza un Digital Business Plan?

Definendo tutti i KPI e le modalità di monitoraggio degli stessi. Tramite la loro analisi costante è possibile prendere decisioni correttive e di ottimizzazione. Tenendo intatta la struttura di base, il Digital Business Plan deve essere modulabile, in grado di supportare perfettamente l’inserimento di nuovi moduli o la modifica di quelli in essere.

Secondo la tua esperienza quali sono gli strumenti di inbound marketing che un piano integrato e multicanale digital deve prevedere per ottenere performance soddisfacenti?

In una formula: Keyword Set* (Blog + Newsletter + Social Media) = WIN!

Blog, newsletter e social media. Il triangolo delle meraviglie che permette di instaurare una conversazione online efficace con il proprio target, a patto di aver definito l’insieme di keyword di riferimento, altrimenti si parla tanto, ma si conclude poco e si rischia di confondere il messaggio del brand.

Quali sono, secondo te, i tre requisiti fondamentali che un Digital Project Manager deve possedere per essere efficace?

Il Digital Project Manager è una figura mitologica, cambia forma, responsabilità e posizione gerarchica in ogni azienda, a volte anche nella stessa azienda in base al progetto, quindi è difficile definirlo. È come la minestra, ognuno può farla con ingredienti diversi, ma certo un ottimo Digital Project Mmanager deve essere un leader, comunicatore con sangue freddo.

Per non essere tritato negli ingranaggi della politica inter-dipartimentale e nelle faide tra fornitori esterni deve essere in grado di comunicare in modo efficace e funzionale agli obiettivi, comprendere i linguaggi dei diversi attori e disinnescare le varie incomprensioni che potrebbero rallentare il progetto.

Qualsiasi “pignoletto” può organizzare e monitorare le varie fasi di sviluppo, ma un vero Digital Project Manager ha la visione di insieme che gli permette di anticipare e risolvere i problemi in maniera sicura e gestendo al meglio le risorse umane grazie ad una leadership autorevole.

Grazie mille per i tuoi consigli Salvatore! Gli amici Ninja sicuramente apprezzeranno le tue dritte, esplicite e utili. Vero?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?