Pinterest: arrivano i video a pagamento

Pinterest e i video a pagamento

Importante novità per Pinterest, il social network con 47 milioni di utenti mensili (3 milioni in Italia).

Per cercare di monetizzare, la creatura di Paul Sciarra, Evan Sharp e Ben Silbermann ha deciso di aggiungere una nuova funzione chiamata Cinematic Pins: video a pagamento che compariranno random nella nostra home e che funzioneranno esattamente come i Promoted Pins lanciati quasi un anno fa.

LEGGI ANCHE: Come sfruttare i diversi social network per il vostro e-commerce 

Una differenza tra questi video e quelli degli altri social c’è però, e ce la spiega molto bene il video presentato da Pinterest per lanciare questo nuovo servizio:

A seconda della velocità di scroll della pagina, il video si animerà, arrestandosi secondo i desideri dell’utente.

Niente auto-play fastidiosi alla Facebook, quindi – per quanto siano diventati muti, dopo l’infelice scelta iniziale di farli entrare in azione indipendente dalla nostra volontà – o press-play faticosi alla Twitter (solo a noi, a volte, passa la voglia di cliccare?).

Il perché di questa scelta, la spiega a Mashable Tim Kendall, general manager di Pinterest:

Crediamo che l’auto-play interrompa troppo. I nostri cinematic pins daranno ai brand la possibilità di raccontare i propri prodotti con il movimento, ma, ed è per noi altrettanto importante, lasceranno agli utenti il controllo dei video“.

Hanno già colto al volo questo nuovo mezzo di promozione brand come Gap, L’Oreal, Target, Unilever, Visa, Walgreens and Wendy’s.

L’azienda ha inoltre annunciato che sono in cantiere nuove funzioni per migliorare questi pin in movimento: strumenti più specifici per arrivare al target di riferimento e la nascita di un nuovo team di lavoro interno che avrà l’obiettivo di creare cinematic pins sempre più belli.

Infine, Pinterest ha deciso di rivedere anche l’offerta dei promoted pins, indicando gli obiettivi che possono essere raggiunti dai 3 diversi tipi di pin a pagamento

3 diversi tipi di pin a pagamento

Le novità – che per ora sono solo d’oltreoceano – devono sempre essere accolte bene e nulla è mutabile come le realtà del web: ciò nonostante accogliamo l’introduzione dei cinematic pins con un po’ di dispiacere.

Pinterest faceva dell’immagine fissa il suo tratto distintivo (come Instagram, ma con più stile).

Evidentemente la volontà di incassare ha giocato un ruolo determinante -probabilmente alla luce dei non eccellenti ricavi ottenuti dal lancio dei promoted pins – se è vero che nell’ultimo anno Pinterest ha incrementato i propri fondi volti a espandersi a livello mondiale, raggiungendo l’incredibile cifra di 1,3 miliardi di dollari.

Se si è disposti a investire così tanto, è senza dubbio arrivato il momento di iniziare a incassare!

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?